Venezuela: comunicato ufficiale

Il Presidente della Repubblica Bolivariana del Venezuela, Nicolás Maduro Moros, in nome del popolo venezuelano e del governo bolivariano si unisce alla gioia che travolge il governo e il popolo salvadoregno in occasione della canonizzazione del beato Monsignor Óscar Arnulfo Romero y Galdámez, avvenuta il 14 Ottobre 2018, e così accompagna la profonda devozione che risiede nel cuore dei poveri nei confronti del Vescovo e Martire della Grande Patria.

Continue reading “Venezuela: comunicato ufficiale” »

Share Button

Trump ed il blocco del cyberspazio cubano

Omar Pérez Salomón http://www.cubadebate.cu/opinion

Da quando è arrivato alla Casa Bianca, nel gennaio 2017, Donald Trump ha continuato la politica aggressiva sviluppata dai successivi governi USA contro Cuba, rafforzando l’uso di un binario che mira a distruggere la Rivoluzione cubana mediante un blocco economico ancor più ferreo se fosse possibile, le pressioni e le minacce provenienti dall’esterno, compresa l’aggressione militare e un secondo binario che oggi prende una maggiore forza con l’obiettivo, come disse Fidel Castro il 26 luglio 1995, “di penetrarci, ammorbidirci, creare tutti i tipi di organizzazioni controrivoluzionarie e destabilizzare il paese, indipendentemente dalle conseguenze”.

Continue reading “Trump ed il blocco del cyberspazio cubano” »

Share Button

Il 64% dei venezuelani sostiene l’azione del governo Maduro

https://www.lantidiplomatico.it

Il 64% dei cittadini venezuelani sostiene gli sforzi compiuti dal governo Maduro per consentire al paese di superare la difficile congiuntura economica. Una situazione dovuta in larga parte anche alla guerra economica scatenata da Washington contro Caracas attraverso l’imposizione di sanzioni unilaterali e un blocco finanziario mirante a soffocare l’economia venezuelana.

Continue reading “Il 64% dei venezuelani sostiene l’azione del governo Maduro” »

Share Button

Una guerra contro un paese che cerca la pace

«Sino a che gli Stati Uniti continueranno ad attaccare il popolo cubano come se continuasse la Guerra Fredda, staranno attaccando il diritto di tutti i popoli alla pace, alla sovranità e allo sviluppo»,  ha scritto  il  Premio Nobel Adolfo Pérez Esquivel nella lettera inviata al Segretario Generale dell’Organizzazione delle Nazioni Unite (ONU), ed ha definito questa politica genocida imposta da quasi 60 anni all’Isola come una guerra contro un paese che cerca  la pace.

Continue reading “Una guerra contro un paese che cerca la pace” »

Share Button

La scalata nella retorica ostile USA contro Cuba

Il Direttore Generale incaricato degli USA nella cancelleria cubana, Carlos Fernández de Cossío, ha allarmato che negli ultimi mesi il governo degli Stati Uniti ha accresciuto la retorica ostile contro Cuba.

«Alti funzionari fanno dichiarazioni destinate a fabbricare pretesti  per condurre a un clima di maggior tensione bilaterale » ha detto.

Continue reading “La scalata nella retorica ostile USA contro Cuba” »

Share Button

I Conferenza Nazionale Sindacato dei Lavoratori della Cultura

Il presidente dei Consigli di Stato e dei Ministri, Miguel Díaz-Canel Bermúdez ha partecipato alla chiusura della I Conferenza Nazionale del Sindacato dei Lavoratori della  Cultura nel Palazzo delle Convenzioni a L’Avana.

Continue reading “I Conferenza Nazionale Sindacato dei Lavoratori della Cultura” »

Share Button

Informatizzazione della società cubana, una priorità per il paese

L’impegno posto dallo Stato per sostenere l’informatizzazione della società è un fatto. Le azioni concrete si sviluppano in tutto il paese per concludere la tappa iniziale del Governo Elettronico come parte della quale tutti gli organi e gli Organismi dell’Amministrazione Centrale dello Stato, così come i Governi territoriali lavorano per far sì che alla fine dell’anno i loro siti pubblici web s’incontrino  nella rete.

Continue reading “Informatizzazione della società cubana, una priorità per il paese” »

Share Button

Trump gioca con i diritti per attaccare Cuba

Il Dipartimento di Stato crea uno scenario, con il concorso della sua Missione all’ONU e all’OSA, per cercare di tendere una cortina fumogena al suo procedere come violatore abituale, quando sa che si avvicina la condanna del blocco

Juan Carrasco Martin http://www.juventudrebelde.cu

A pochi giorni da che l’Assemblea Generale ONU conosca, discuta e voti, per la 27ma volta consecutiva, la Risoluzione che condanna il lungo e brutale blocco USA contro Cuba, una “casualità” cerca ostacolarla e screditare l’isola.

Continue reading “Trump gioca con i diritti per attaccare Cuba” »

Share Button

La via al potere del fascista neoliberale brasiliano

James Petras – http://aurorasito.altervista.org

La decisiva vittoria elettorale del candidato presidenziale brasiliano di estrema destra Jair Bolsonaro ha sorpreso politici ed analisti dei partiti tradizionali di sinistra e di destra. Le possibili implicazioni per il presente e il prossimo futuro solleva una serie di domande fondamentali, sia che rappresenti un “modello” per altri Paesi o sia il risultato delle circostanze specifiche del Brasile. Proseguiremo descrivendo gli eventi e le politiche socio-economici del Brasile che hanno portato alla nascita del regime autoritario e neoliberista di Bolsonaro. Discuteremo poi se circostanze simili emergono altrove e se la politica democratica popolare anti-autoritaria sfida tale minaccia. Concluderemo valutando il futuro dei regimi di estrema destra e dei loro nemici.

Continue reading “La via al potere del fascista neoliberale brasiliano” »

Share Button

Venezuela: comunicato ufficiale

Share Button

Miglior contributo del sistema ONU

Revoca delle sanzioni contro il Venezuela

 

Il miglior aiuto che il sistema delle Nazioni Unite può dare al governo bolivariano in Venezuela è l’approvazione di una risoluzione contro gli Stati Uniti per revocare le sanzioni, economiche e finanziarie, che violano la legge internazionale e causano danni alla popolazione.
Share Button

Un condor neoliberale sull’America Latina

Elson Concepción Pérez http://www.granma.cu

Nel decennio degli anni ’70 fu l’Operazione Condor, organizzata dalla CIA e dal governo USA, la forma usata per impiantare dittature militari nelle nazioni del Sud America.

I governi democratici di quel tempo furono rovesciati e i partiti politici di sinistra, storicamente abituati a lottare dall’opposizione, non riuscirono a serrare i ranghi e ad affrontare uniti la valanga fascista che si impose e che lasciò migliaia di morti e scomparsi.

Continue reading “Un condor neoliberale sull’America Latina” »

Share Button

Il blocco non è sufficiente per farci arrendere

Ana Laura Palomino García http://www.granma.cu

Qualche giorno fa ho letto un articolo del cantautore cubano Israel Rojas, in cui commentava che l’accesso a strumenti, materiali e software per l’arrangiamento delle produzioni musicali sono alcune delle ripercussioni del blocco USA sul settore artistico dell’isola.

Le sue riflessioni mi hanno fatto vedere fino a che punto può essere dannoso l’effetto di quella parola che ci ha accompagnato per tutta la nostra vita e che lì continua, inamovibile, presente persino in contesti inimmaginabili.

Continue reading “Il blocco non è sufficiente per farci arrendere” »

Share Button

L’uso dei diritti umani come arma

Alfred de Zayas* – teleSUR – www.lantidiplomatico.it

L’uso dei diritti umani come arma ha trasformato il diritto individuale e collettivo all’assistenza, alla protezione, al rispetto e alla solidarietà, basati sulla nostra comune dignità umana e sull’eguaglianza, in un armamentario ostile ai concorrenti e agli avversari politici. Nella riserva dei diritti umani come arma, la tecnica del “nominare e svergognare” è diventata una specie di kalashnikov dilagante.

Continue reading “L’uso dei diritti umani come arma” »

Share Button

Brasile: quando la speranza non basta

Iroel Sánchez  https://lapupilainsomne.wordpress.com

Quindi, a che serve dire la verità sul fascismo che si condanna se non si dice nulla contro il capitalismo che lo origina? Una verità di questo tipo non riporta alcuna utilità pratica.

Essere contro il fascismo senza essere contro il capitalismo, ribellarsi contro la barbarie che nasce dalla barbarie, equivale a reclamare una parte del vitello ed opporsi a sacrificarlo.

Bertolt Brecht, Le cinque difficoltà nel dire la verità

Continue reading “Brasile: quando la speranza non basta” »

Share Button

informare x vincere