Category Archives: – america latina

I portavoce dell’OSA: che brutta cosa!

Diáz Canel ha dichiarato con forza che: «La menzione di Cuba fatta dal Presidente Lacalle denota la sua ignoranza della realtà» • «Il coraggio e la libertà del popolo cubano sono stati dimostrati per sei decenni di fronte all’aggressione e al blocco USA»

Continue reading “I portavoce dell’OSA: che brutta cosa!” »

Share Button

Cuba – Bolivia

«Qui avete un fratello», ha detto sabato 18 il Presidente della Repubblica di Cuba, Miguel Díaz-Canel Bermúdez, al mandatario boliviano Luis Arce Catacora, con il quale si è riunito alla fine del VI Vertice della CELAC in Messico.

Continue reading “Cuba – Bolivia” »

Share Button

Anche in Messico si offre il cuore a Cuba

«Era imperdonabile venire in Messico e non incontrarvi», ha detto il Primo Segretario del Comitato Centrale del Partito Comunista di Cuba e Presidente della Repubblica, Miguel Díaz-Canel Bermúdez, ai rappresentanti del movimento messicano di solidarietà con Cuba, con i quali ha parlato per quasi due ore nel pomeriggio di giovedì16 nella sede dell’ambasciata cubana.

Continue reading “Anche in Messico si offre il cuore a Cuba” »

Share Button

Vertice Celac, la riscossa del continente riparte dal Messico

Geraldina Colotti

Il Messico è in questo momento al centro del progetto di rilancio dell’integrazione regionale. Proprio oggi, 18 settembre, si riunisce lì la Comunità degli Stati dell’America Latina e dei Caraibi (Celac). Al momento della sua fondazione nel 2011, l’organismo era composto da 33 paesi nelle Americhe ad eccezione degli Stati Uniti e del Canada. Il più grande blocco regionale, che comprende oltre l’8,5% della popolazione mondiale e rappresenta circa il 7,5% del PIL mondiale. Numeri colpiti dall’abbandono, lo scorso anno, del Brasile di Bolsonaro, la più importante economia della regione dopo il Messico.

Continue reading “Vertice Celac, la riscossa del continente riparte dal Messico” »

Share Button

Il presidente cubano dal Messico denuncia: «Viviamo una guerra totale»

Geraldina Colotti

“Viviamo una guerra totale”, ha detto il presidente cubano Miguel Diaz Canel nel discorso pronunciato in Messico, prima della parata militare per il giorno dell’Indipendenza nazionale, alla quale era ospite d’onore. Quello rivoltogli dal presidente messicano Manuel Lopez Obrador, è stato un invito senza precedenti. Un invito dal valore “incommensurabile”, ha detto il presidente cubano: tanto più importante “nel momento in cui stiamo soffrendo le conseguenze di una guerra multidimensionale, con un bloqueo criminale appositamente inasprito con oltre 240 misure coercitive, nel pieno della pandemia da Covid-19. Al contempo – ha aggiunto Diaz Canel – stiamo affrontando un’aggressiva campagna di odio, disinformazione, manipolazione e menzogne”. Obrador ha nuovamente condannato le misure coercitive unilaterali imposte dagli Stati Uniti e ha detto che Cuba dovrebbe essere considerata “patrimonio dell’umanità”, e non aggredita.

Continue reading “Il presidente cubano dal Messico denuncia: «Viviamo una guerra totale»” »

Share Button

Discorso Miguel Mario Díaz-Canel Bermúdez (CELAC)

Discorso di Miguel Mario Díaz-Canel Bermúdez, Primo Segretario del Comitato Centrale del Partito Comunista di Cuba e Presidente della Repubblica, al VI Vertice della CELAC, in Messico, il 18 settembre 2021, “Anno 63 della Rivoluzione”

Continue reading “Discorso Miguel Mario Díaz-Canel Bermúdez (CELAC)” »

Share Button

López Obrador chiede a Joe Biden di togliere il blocco a Cuba

Il presidente del Messico, Andrés Manuel López Obrador, ha chiesto al presidente USA, Joe Biden, di agire con grandezza e porre fine per sempre al blocco e alla politica di aggravamento verso Cuba.

Continue reading “López Obrador chiede a Joe Biden di togliere il blocco a Cuba” »

Share Button

Messico bello e fratello

Rosa Miriam Elizalde www.cubadebate.cu

Ha dovuto essere un messicano a spiegarci, nel modo più eloquente, che cos’è un’isola. In ‘La Ruta de Hernán Cortés’, Fernando Benítez dice che “un’isola è una realtà chiaramente delimitata, un invito all’isolamento e un modo per fuggire dal mondo conosciuto. Un’isola è anche un piccolo universo originale, un castello circondato dal suo fossato, un luogo sui generis, senza confini, senza vicini fastidiosi, autonomo e rotondo… Robinson, il più grande dei naufraghi, non sarebbe esistito senza un’isola.”

Continue reading “Messico bello e fratello” »

Share Button

Intervista a Eduardo Piñate (PSUV)

Geraldina Colotti

In questo importante momento di transizione per la rivoluzione bolivariana, che sta dialogando in Messico con l’opposizione golpista, e si prepara alle mega-elezioni del 21 novembre, abbiamo intervistato uno dei suoi quadri politici più rappresentativi, l’ex ministro Eduardo Piñate, membro della Direzione nazionale del Partito Socialista Unito del Venezuela, candidato governatore dello Stato Apure, dov’è nato.

Share Button

Le riserve internazionali del Venezuela aumentano

Orinoco Tribune, 16 settembre 2021

La Banca Centrale del Venezuela (BCV) ha pubblicato sul suo sito un notevole aumento delle riserve internazionali del Venezuela. Questo è senza precedenti dato che il paese è sottoposto a un blocco economico e finanziario da USA, Canada e Unione Europea.

Continue reading “Le riserve internazionali del Venezuela aumentano” »

Share Button

Il governo USA e gli squadroni della morte

Tarik Ata, International Magz 13 settembre 2021

Per garantire la supremazia globale e la protezione del capitale, gli Stati Uniti hanno, e continuano ad attaccare, ampie fasce di popolazioni nel mondo. Washington ha a lungo affermato di difendere la “democrazia” e di opporsi alle “dittature non democratiche”, che stranamente, in molti casi, sono più democratiche della Metropoli.

Continue reading “Il governo USA e gli squadroni della morte” »

Share Button

Intervención del Presidente de la República Miguel Díaz-Canel Bermúdez

Intervención del Presidente de la República Miguel Díaz-Canel Bermúdez en el desfile cívico-militar en ocasión de los festejos por el aniversario del Grito de Dolores. México, 16 de septiembre de 2021

Estimado Andrés Manuel López Obrador, Presidente de los Estados Unidos Mexicanos:

Distinguidas invitadas e invitados:

Querido México:

Gracias por la oportunidad que nos das de traer el abrazo agradecido de Cuba a tus hermosas celebraciones patrias por aquel Grito de Dolores que tanto afán libertario despertó en nuestra región hace más de 200 años.

Continue reading “Intervención del Presidente de la República Miguel Díaz-Canel Bermúdez” »

Share Button

Venezuela: respinta le dichiarazioni contenute nel rapporto dell’Alta Commissaria dei Diritti Umani ONU

Con un comunicato ufficiale, il Governo del Venezuela ha sostenuto che  il documento «riafferma gli effetti devastanti  delle misure coercitive unilaterali adottate dal governo degli USA contro il paese a partire dal 2014».

Continue reading “Venezuela: respinta le dichiarazioni contenute nel rapporto dell’Alta Commissaria dei Diritti Umani ONU” »

Share Button

Messico bello e amato

Per partecipare ai festeggiamenti per l’indipendenza del Messico, il Primo Segretario del Comitato Centrale del Partito Comunista di Cuba e Presidente della Repubblica, Miguel Díaz-Canel Bermúdez, realizza una visita ufficiale in quella nazione, dove, inoltre, parteciperà nel VI Vertice della Comunità degli Stati Latinoamericani e Caraibici (CELAC)

Milagros Pichardo  www.granma.cu

Continue reading “Messico bello e amato” »

Share Button

“Né Lula né Bolsonaro”, in Brasile i potentati economici cercano “una terza via”

Geraldina Colotti

Le manifestazioni del 7 settembre in Brasile, mediante le quali il presidente Jair Bolsonaro aveva lasciato intendere di voler emulare le gesta suprematiste del suo amico Donald Trump durante l’assalto a Capitol Hill, non hanno prodotto l’effetto sperato. Il temuto auto-golpe, per quanto ancora ventilato, non sembra avere né gambe solide su cui marciare, né il sostegno dei potentati economici che avevano costruito dal nulla il torvo personaggio Bolsonaro: giocandolo in funzione anti-progressista, nella strategia di golpe istituzionale e lawfare messa in marcia cinque anni fa con l’impeachment contro l’allora presidenta Dilma Rousseff.

Continue reading ““Né Lula né Bolsonaro”, in Brasile i potentati economici cercano “una terza via”” »

Share Button