Category Archives: -terrorismo

Terrorismo: strumento di vecchia e nuova data contro Cuba

Il terrorismo è uno strumento di lunga data utilizzato dagli USA contro Cuba e oggi rivive nei momenti di morte del governo del presidente Donald Trump.

La genesi di questa politica non può essere imputata al presidente uscente USA, ma la sua retorica, le sue misure e le sue azioni contro l’isola vicina hanno incitato alla realizzazione di atti di quella natura che Cuba ha denunciato prima e ora.

Continue reading “Terrorismo: strumento di vecchia e nuova data contro Cuba” »

Share Button

Azioni terroristiche contro Cuba organizzate dagli USA

Il reportage include le confessioni di diversi cittadini cubani, che hanno riconosciuto di aver ricevuto istruzioni e risorse monetarie da individui e organizzazioni con sede nel sud della Florida, per appiccare incendi in strutture commerciali e di servizio all’Avana.

Continue reading “Azioni terroristiche contro Cuba organizzate dagli USA” »

Share Button

Terrorismo contro Cuba

Frustrati dal fatto che i loro voti non siano serviti a mantenere al potere il “peggior governo” della storia USA per altri quattro anni, e che durante il loro mandato non siano riusciti a far crollare la Rivoluzione cubana, le forze estremiste anticubane di Miami scommettono ancora una volta sul terrorismo contro Cuba.

Continue reading “Terrorismo contro Cuba” »

Share Button

Pensiero critico. “Spagna”, terra d’asilo

Maité Campillo – Resumen latinoamericano

Com’è possibile che in Venezuela, ai servizi di intelligence, fuggano per arte di magia, gli elementi del terrorismo attivo nel cuore della patria di Bolívar? Alcuni di loro gli sfuggono in meno di un canto di gallo, proprio sotto il loro naso, come se fossero galline in un recinto pieno di orifizi aperti per la fuga. Passano i controlli come niente. Passeggiano felici e sicuri con denaro e salvacondotti dei servizi della Casa Bianca o dell’Ambasciata del “Regno di Spagna”.

Continue reading “Pensiero critico. “Spagna”, terra d’asilo” »

Share Button

Un terrorista che dice di difendere la democrazia liberale

Arthur González  https://heraldocubano.wordpress.com

Sebbene gli USA dichiarino pubblicamente di condannare il terrorismo, in pratica ospitano e sostengono coloro che compiono atti terroristici contro governi che non sono di suo gradimento, né si inginocchiano ai suoi piedi.

Un esempio di ciò è quello del cubano Carlos Alberto Montaner Suris, a cui, recentemente, il quotidiano Nuevo Herald di Miami ha dedicato un articolo, descrivendolo come un “cubano esemplare e difensore della democrazia liberale”, come se fare esplodere bombe che causano la morte di civili innocenti, fosse cosa da applaudire e difendere, quando per atti simili nei paesi occidentali, compresi gli USA, si sanziona con l’ergastolo.

Continue reading “Un terrorista che dice di difendere la democrazia liberale” »

Share Button

Jordan Goudreau: “La Casa Bianca ha sostenuto L’Operazione Gedeon

https://misionverdad.com

Jordan Goudreau, ex Berretto Verde padrone della Jordan Goudreau, ha fornito dettagli sulla preparazione della fallita Operazione Gedeon, nel maggio 2020, per un reportage de El Nuevo Herald.

Ha consegnato documenti, audio e video che confermano che “due funzionari dell’amministrazione Trump si sono incontrati ed hanno offerto supporto agli organizzatori dell’Operazione Gedeon”, assicura il media di Miami, così come l’approvazione di Juan Guaidó per l’incursione armata mercenaria.

Continue reading “Jordan Goudreau: “La Casa Bianca ha sostenuto L’Operazione Gedeon” »

Share Button

La raffineria di Amuay è stata attaccata con un’arma potente

Ecco come la raffineria di Amuay è stata colpita

Orinoco Tribune, http://aurorasito.altervista.org

Durante una conferenza stampa del Vicepresidente per l’Economia Tariq al-Aysami, furono resi noti i dettagli dell’attacco alla raffineria di Amuay, del Centro di raffinazione di Paraguaná (RPC) nello Stato di Falcón.

Continue reading “La raffineria di Amuay è stata attaccata con un’arma potente” »

Share Button

Venezuela. Riattivata la raffineria di Amuay dopo l’attentato

di Geraldina Colotti

Tornano di moda le inchieste “collettive”: gruppi di giornalisti che, da varie redazioni, rivelano intrecci internazionali, intercettando gli affari sporchi di banchieri e oligarchi. Il risultato è un lavoro di scavo meticolosamente documentato, condito con qualche trovatina stilistica come guarnizione. Ci sono, però, per così dire dei tributi da pagare sull’altare dell’informazione addomesticata, che serve a dare “credibilità” al prodotto: ficcare nel calderone, sempre e comunque, il Venezuela bolivariano, anche quando a essere truffato è stato il governo Maduro e il popolo venezuelano. In caso contrario, c’è il rischio di finire come Julian Assange, il fondatore del sito Wikileaks in attesa di essere estradato negli Usa…

Continue reading “Venezuela. Riattivata la raffineria di Amuay dopo l’attentato” »

Share Button

Antichavisti in ‘esilio’ inefficacia, terrorismo, corruzione e lussi

https://misionverdad.com

La fuga di Leopoldo López dà luogo ad analizzare il ruolo degli “esiliati” nel processo politico venezuelano recente. La dirigenza che, a suo tempo, ha guidato il settore dell’opposizione ha deciso di passare alla sovversione, a partire dal 2013, dopo la morte del presidente rieletto Hugo Chávez.

Continue reading “Antichavisti in ‘esilio’ inefficacia, terrorismo, corruzione e lussi” »

Share Button

Venezuela sotto attacco

www.lantidiplomatico.it

Il presidente venezuelano Nicolás Maduro ha riferito oggi in una conferenza stampa internazionale che la raffineria di Amuay, la principale del paese, situata sulla costa occidentale, è stata attaccata ieri con “un’arma potente e forte”.

Il presidente ha annunciato che coloro che hanno attaccato il complesso di raffinazione, situato nella penisola di Paraguaná, nello stato di Falcón, ” volevano provocare un’esplosione totale”.

Continue reading “Venezuela sotto attacco” »

Share Button

Il multimilionario finanziamento all’industria anti-cubana ai tempi di Trump

Randy Alonso Falcón  www.cubadebate.cu

L’intensificata politica di blocco ed aggressione contro Cuba dell’amministrazione Trump, sintetizzata nelle 121 misure punitive adottate tra il 2019 ed il 2020, è stata accompagnata da numerose azioni e programmi sovversivi generosamente finanziati dal denaro del contribuente USA.

Nonostante gli annunci primari del presidente USA che avrebbe tagliato gli “aiuti” ed i programmi all’estero per concentrarsi su “Fare Grande l’America”, decine di milioni di $ sono stati investiti senza pudore  nella politica anti-cubana, in questi quattro anni.

Diverse indagini del giornalista Tracey Eaton per il suo Cuban Money Project rivelano dettagli significativi di questa industria della sovversione.

Continue reading “Il multimilionario finanziamento all’industria anti-cubana ai tempi di Trump” »

Share Button

L’odio e l’impotenza yankee

Arthur González https://heraldocubano.wordpress.com

Da quando il governo USA non è stato in grado di impedire il trionfo della Rivoluzione cubana il 1 gennaio 1959, come aveva dichiarato il presidente Eisenhower ed il direttore della CIA Allen Dulles, nel dicembre 1958, durante la riunione del Consiglio di Sicurezza Nazionale, l’odio si è impadronito di loro e hanno iniziato la loro guerra economica per cercare di rovesciare Fidel Castro, e tornare a regnare a Cuba, come avevano fatto dal 1898.

Continue reading “L’odio e l’impotenza yankee” »

Share Button

Correlazione tra democrazia USA e terrorismo della CIA

Ramona Wadi, SCF http://aurorasito.altervista.org

Fidel Castro aveva stabilito un corso per Cuba per garantirle la completa liberazione dall’influenza e dalle interferenze coloniali USA.

Partecipando al Sesto Comitato delle Nazioni Unite durante un dibattito sui “Modi per eliminare il terrorismo internazionale”, l’Ambasciatrice cubana all’ONU Ana Rodriguez ricordò che l’isola fu di conseguenza obiettivo del terrorismo USA; quest’ultimo sponsorizzava dissidenti cubani come Orlando Bosch e Luis Posada Carriles, nel compiere attentati contro Cuba.

Continue reading “Correlazione tra democrazia USA e terrorismo della CIA” »

Share Button

Il paese più terrorista si definisce antiterrorista

Per sei decenni Cuba è stata bersaglio di ogni tipo di terrorismo, dai bombardamenti di aerei, alberghi e ambasciate, i tentativi di assassinare i suoi massimi dirigenti, gli attacchi con armi da fuoco alle rappresentanze diplomatiche e agli uffici all’estero, fino al blocco criminale che le viene ancora imposto nonostante il rifiuto unanime della comunità internazionale.

Continue reading “Il paese più terrorista si definisce antiterrorista” »

Share Button

Energico e virile, il popolo ha onorato i martiri di Barbados

I martiri di Barbados hanno ricevuto ieri, martedì 6 ottobre, nel cimitero di  Colón, a L’Avana, l’omaggio di corone di fiori a nome del  Generale d’Esercito Raúl Castro Ruz, del Presidente della Repubblica, dei Consigli di Stato e dei Ministri, e di vari settori, come il movimento sportivo, l’aviazione e altri

Share Button