Category Archives: – prigionieri dell’Impero

A Cuba, un eroe della Nostra America

 Ángel Guerra Cabrera https://lapupilainsomne.wordpress.com

A testa alta è giunto a Cuba, Oscar López Rivera, il figlio di Portorico, che è arrivato ad essere il più vecchio prigioniero politico in America Latina e nei Caraibi. Rimase quasi 36 anni dietro le sbarre dell’impero accusato di una imprecisa imputazione e senza che l’accusa fornisse prove contro di lui. Di essi, 12 in isolamento, e per gran parte della condanna sottoposto a trattamenti crudeli, inumani e degradanti. In verità, il suo barbaro castigo obbediva unicamente al fatto di essere un militante, all’interno della comunità portoricana di Chicago, di un’organizzazione che sosteneva l’indipendenza di Portorico.

Continue reading “A Cuba, un eroe della Nostra America” »

Share Button

Oscar López Rivera è giunto a Cuba: «Sento che sono a casa»

Il combattente indipendentista Oscar López Rivera al suo arrivo a L’Avana all’alba di oggi lunedì 13 novembre,  ha inviato un messaggio di ringraziamento e amore al popolo e al governo cubani.

Continue reading “Oscar López Rivera è giunto a Cuba: «Sento che sono a casa»” »

Share Button

XIX Festival Mondiale della Gioventù e degli Studenti

Libertà è una parola con un significati relativi.

Fidel e gli assaltanti della Moncada non furono liberi fino al primo gennaio del 1959, quando videro la loro Patria redenta dagli orrori del passato;  così come non si può sentire libero oggi il combattente  indipendentista di Portorico, Oscar López Rivera, quando liberato dal carcere degli Stati Uniti dove restò prigioniero 36 anni ha visto che questa sua terra  necessita quella lotta –quella che secondo Karl Marx definisce la storia dell’umanità- oggi più che mai.

Continue reading “XIX Festival Mondiale della Gioventù e degli Studenti” »

Share Button

Cubainformacion: prigionieri di coscienza…in Spagna!

Share Button

Il sequestro di Milagro Sala

di Geraldina Colotti

Milagro Sala è di nuovo in carcere.

La deputata indigena, dirigente della Tupac Amaru, è stata letteralmente sequestrata dalle forze speciali della polizia argentina questa mattina alle 7 e riportata, in pigiama e ciabatte, nel penitenziario di Alto Comedero.

Continue reading “Il sequestro di Milagro Sala” »

Share Button

Primo desaparecido “nella democrazia di Macri”

L’organizzazione delle Madri e delle Nonne di Plaza de Majo ha dichiarato che venerdì occuperà la nota piazza per protestare contro Macri e richiedere il rilascio immediato di Santiago Maldonado.

Continue reading “Primo desaparecido “nella democrazia di Macri”” »

Share Button

Salvare Ana Belen

Ricardo Alarcón de Quesada

Presto Ana Belén Montes compirà sedici anni rinchiusa in una delle peggiori carceri di massima sicurezza del nord America.

È stata condannata, secondo l’Atto di accusa formulato contro lei, per avere trasmesso a Cuba informazioni su piani aggressivi contro l’isola orditi dal Pentagono, agenzia dove Ana lavorava come analista.

Continue reading “Salvare Ana Belen” »

Share Button

Prigionieri politici, giornalisti uccisi. Venezuela? No Colombia

di Geraldina Colotti* – Il Manifesto

Jesus Santrich, comandante della guerriglia marxista colombiana FARC è stato ricoverato in condizioni critiche dopo 18 giorni di sciopero della fame. I prigionieri politici chiedono che venga loro applicata l’amnistia, come stabilito dagli accordi di pace firmati con il presidente Manuel Santos. Sono 1300, detenuti in condizioni durissime, come denunciano da anni i loro legali.

Continue reading “Prigionieri politici, giornalisti uccisi. Venezuela? No Colombia” »

Share Button

Venezuela, concessi i domiciliari al golpista Lopez

Fabrizio Verde  http://www.lantidiplomatico.it

Il dirigente dell’estrema destra venezuelana Leopoldo Lopez, incarcerato perché ritenuto responsabile delle morti avvenute in occasione delle proteste violente scatenate nel 2014 che causano la morte di 43 venezuelani innocenti, ha ottenuto gli arresti domiciliari. La detenzione alternativa è stata disposta dal Tribunale Supremo di Giustizia della Repubblica Boliviariana del Venezuela (TSJ) per problemi di salute del detenuto.

Continue reading “Venezuela, concessi i domiciliari al golpista Lopez” »

Share Button

Portorico: repressione

Il famoso  cineasta portoricano Tito Román Rivera è stato arrestato dagli sceriffi federali dopo aver partecipato lunedì 5 ad una protesta davanti al principale edificio degli Stati Uniti a San Juan, in Portorico.

Continue reading “Portorico: repressione” »

Share Button

Noriega, il diavolo mediatico

Pedro Pablo Gómez https://lapupilainsomne.wordpress.com

I grandi titoli dei media occidentali fanno il giro del mondo con la notizia della morte di Manuel Antonio Noriega, con gli aggettivi di dittatore, agente della CIA, trafficante di droga, assassino e tutto il pendente per trasferire al mondo la presunta ragione del criminale intervento realizzato dagli USA, nel dicembre 1989. Molte delle accuse imputate, difficili materialmente da provare, furono quelle utilizzate, allora, dal governo USA e dai suoi rappresentanti del Pentagono.

Continue reading “Noriega, il diavolo mediatico” »

Share Button

Papa Francesco scrive a Milagro Sala

In uno sforzo per mantenere alta la concentrazione sul tema e dopo il rapporto durissimo delle Nazioni Unite, Papa Francesco ha scritto una lettera di incoraggiamento all’attivista indigena e parlamentare Milagro Sala, nelle carceri argentine da un anno per accuse generalmente riconosciute come non sostanziali.

Continue reading “Papa Francesco scrive a Milagro Sala” »

Share Button

Lopez Rivera, libero, sollecita il popolo a non rassegnarsi

L’indipendentista Oscar Lopez Rivera, che passò 36 anni nelle prigioni degli Stati Uniti, sollecitò oggi il popolo portoricano a non rassegnarsi davanti alla situazione in cui si trova il paese.

Continue reading “Lopez Rivera, libero, sollecita il popolo a non rassegnarsi” »

Share Button

Cubainformacion: Ana Belen Montes

Share Button

Guantanamo: Trump chiede fondi

Il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, vuole che il Congresso assegni al Pentagono circa 2 miliardi di dollari per modernizzare la prigione di Guantánamo e creare un fondo “flessibile” da usare contro lo Stato Islamico nei prossimi 6 mesi.

Continue reading “Guantanamo: Trump chiede fondi” »

Share Button