Category Archives: – storia

A lato della Rivoluzione, un sollevamento permanente

Santiago di Cuba – Il leader della Rivoluzione Cubana, Generale d’Esercito Raúl Castro Ruz, e il Primo Segretario del Comitato Centrale del Partito e Presidente della Repubblica, Miguel Díaz-Canel Bermúdez, hanno dedicato offerte di fiori ai martiri del sollevamento armato del 30 novembre in Santiago di Cuba, nel 66º anniversario dell’audace azione che, tra gli altri obiettivi, voleva appoggiare lo sbarco della spedizione dello yacht Granma.

Continue reading “A lato della Rivoluzione, un sollevamento permanente” »

Share Button

MINSAP

Share Button

Cronologia novembre 2022

La salute nel mirino del blocco degli Stati Uniti contro Cuba

1.11 – La salute pubblica continua a essere gravemente colpita dal blocco degli Stati Uniti contro Cuba, che solo nei primi sette mesi del 2021 ha causato al settore perdite per oltre 113 milioni di dollari. Questo dato è riportato nel rapporto che chiede la revoca della politica di Washington nei confronti dell’isola e che Cuba presenterà nei prossimi giorni all’Assemblea Generale delle Nazioni Unite per la trentesima volta.

Continue reading “Cronologia novembre 2022” »

Share Button

MINSAP

Share Button

“La Rivoluzione è l’amore”

Alessandra Riccio

Félix Varela, sacerdote, scrittore, filosofo, politico, è stato il primo a teorizzare il patriottismo a Cuba, colonia della Spagna. Figlio di un militare spagnolo e di una cubana di Santiago ha studiato nel Seminario di San Carlos dove poi insegna filosofia e istalla il primo laboratorio di fisica e chimica. Insegnava in spagnolo invece che in latino. Difensore dei diritti dei popoli, fu eletto alle Seconde Cortes di Cadige (1821-23) nel 1822 per le province di Oltremare dove chiede l’indipendenza dell’Ispanoamerica. Fernando VII, torna al potere e lo condanna, lui si rifugia a NY dove continua a insegnare, soprattutto fisica. Muore in Florida nel 1853.

Continue reading ““La Rivoluzione è l’amore”” »

Share Button

MINSAP

Share Button

MINSAP

Share Button

27 novembre: l’innocenza che grida ancora oggi

A 151 anni dall’orrenda esecuzione all’Avana di otto innocenti studenti di medicina il 27 novembre 1871, tornano alla memoria di Cuba e soprattutto dei suoi giovani, con la forza redentrice dell’omaggio alle loro vite stroncate nel fiore degli anni e all’innocenza, che ancora oggi grida giustizia.

Continue reading “27 novembre: l’innocenza che grida ancora oggi” »

Share Button

MINSAP

Share Button

Il profeta e le lezioni della Storia

CENTRO STUDI ITALIA CUBA (cs-italiacuba.org)

Commemorando il giorno della perdita fisica del Comandante Fidel Castro, volentieri pubblichiamo questo articolo di Raúl Capote (traduzione a cura del Centro Studi Italia Cuba).

Viaggiare nel futuro e ritornare per avvisarci della trappola, del possibile agguato, del cambio di rotta del tal stratega politico o del tal Paese, per avvertirci del danno irreparabile alla natura, per darci ottimismo e fiducia in abbondanza, non era abbastanza per chi cavalca un sogno così grande e puro.

Continue reading “Il profeta e le lezioni della Storia” »

Share Button

MINSAP

Share Button

Fidel Castro, l’invincibile

Ci sono stati 638 tentativi di assassinarlo, quasi senza pudore o mascheramento, di cui 102 piani concreti sono stati sventati e affrontati con successo grazie alla professionalità, alla determinazione personale e al coraggio degli uomini della sua guardia del corpo, nonché al sistema incaricato di preservarlo a tutti i costi.

 Nelson Domínguez Morera – Colonnello che ha ricoperto responsabilità manageriali nella Sicurezza di Stato

Continue reading “Fidel Castro, l’invincibile” »

Share Button

MINSAP

Share Button

Call of duty: il videogioco come propaganda di guerra del Pentagono

misionverdad.com

Nel 2013, il marchio Call of Duty ha lanciato un videogioco che aveva come ambientazione il Venezuela, il cui obiettivo consisteva nel rovesciare un dirigente che rappresentava Hugo Chávez. È stato lanciato con il nome di Call of Duty: Ghosts.

Questi tipi di progetti sono diventati molto popolari nell’industria culturale USA proprio quando Washington ha iniziato a definire il Venezuela una “minaccia insolita e straordinaria”, e si è reso evidente che l’obiettivo era fabbricare un consenso per legittimare l’aggressività USA contro il paese latinoamericano.

Continue reading “Call of duty: il videogioco come propaganda di guerra del Pentagono” »

Share Button

MINSAP

Share Button