Venezuela, in piazza le fake-woman dell’opposizione

Geraldina Colotti – il Manifesto

Ieri, in Venezuela, le marce delle donne sono state due, e hanno messo nuovamente a tema il quadro dello scontro in atto fra due modelli di paese. Da una parte le destre, i settori agiati e parte di quelle classi medie impoverite dagli anni di neoliberismo selvaggio, poi tornate a vivere periodi di vacche grasse con la ridistribuzione petrolifera voluta dal chavismo (e il barile sopra i 100 dollari) e ora di nuovo scomode in periodo di «guerra economica». Dall’altra le femministe dei settori popolari che appoggiano il socialismo bolivariano: i collettivi – Ni una menos, Lgbtq, Comitati di rifornimento e produzione (Clap), media alternativi, studenti, «classe media socialista»… – che muovono critiche, ma difendono le conquiste sociali.

Continue reading “Venezuela, in piazza le fake-woman dell’opposizione” »

Share Button

Chi c’è dietro il colpo di Stato contro il Venezuela?

Misión Verdad, TeleSUR  https://aurorasito.wordpress.com

Il colpo di Stato contro il Venezuela è già stato scritto e presentato. Il 2 marzo 2017, durante il primo incontro dell’OSA, Shannon K. O’Neil (direttrice per l’America Latina del Consiglio per le Relazioni Estere, CFR) presentava al Comitato degli Esteri del Senato degli Stati Uniti un portafoglio di azioni e misure da intraprendere se gli Stati Uniti volevano abbattere il Chavismo in Venezuela.

Continue reading “Chi c’è dietro il colpo di Stato contro il Venezuela?” »

Share Button

Venezuela: montature mediatiche e violenze

di Fabrizio Verde http://www.lantidiplomatico.it

La narrazione tossica sul Venezuela è molto chiara ed efficace: da una parte ci sono le forze di opposizione che reclamano pane e libertà, dall’altra un governo dispotico che reprime col pugno di ferro ogni minimo dissenso.

Continue reading “Venezuela: montature mediatiche e violenze” »

Share Button

Venezuela: gli argomenti della democrazia

Marcos Roitman Rosenmann http://www.jornada.unam.mx

Hannah Arendt ritrasse la menzogna politica come la negazione della verità fattuale, accompagnata dall’immaginazione. L’uso della pubblicità e una elaborata strategia di propaganda di massa nella sfera psicologica si incaricherebbero di creare stati d’animo, emozioni e sentimenti coerenti con la narrazione fraudolenta, in cui è possibile dare ordini con la sicurezza che saranno rispettati, senza controbattere.

Continue reading “Venezuela: gli argomenti della democrazia” »

Share Button