Dalla mattina, sulla scalinata

25 novembre 2019. Scalinata dell’Università de L’Avana. La notte è sveglia. Gli stessi luoghi che ti hanno visto camminare tante volte nei corridoi e difendere con la forza del tuo cuore la continuità della lotta indipendentista del paese, la stessa nella quale ti formasti come rivoluzionario, smentisce gli addii e pianti di Cuba intera di tre anni fa.

Continue reading “Dalla mattina, sulla scalinata” »

Share Button

La doppia sconfitta dei nemici di Fidel

Iroel Sánchez

Bisogna situarsi, per un momento, nelle loro menti. Molto lo desiderarono e cercarono di anticiparlo mediante invasioni, rivolte innescate dalla “insoddisfazione economica e dalla penuria” suggerite in un vecchio memorandum a Eisenhower, per il successo di uno dei più dei 600 piani di assassinio a cui la congressista USA, Ileana Ros Lehtinen, ha dato il benvenuto (“I welcome the opportunity of having anyone assassinate Fidel Castro”), o augurando un fatto biologico inevitabile per ogni essere vivente che molte volte fu carne per fake news (notizie false), come si dice oggi.

Continue reading “La doppia sconfitta dei nemici di Fidel” »

Share Button

Le catene giuridiche dell’impero

Luis Britto Garcìa (*); da: luisbrittogarcia.blogspot.com; 

Manuale di Autodifesa per Innocenti

Diceva Bolìvar che un popolo ignorante è lo strumento cieco della propria distruzione. Aggiungeva che ci avevano dominato con l’inganno più che con la forza.

Continue reading “Le catene giuridiche dell’impero” »

Share Button

Cubainformacion: le 7 menzogne

Le 7 menzogne capitali contro la Brigata Medica Cubana in Bolivia

José Manzaneda, coordinatore di Cubainformacion

Dal 2005, la Brigata Medica Cubana in Bolivia ha realizzato 73 milioni di visite e 1,5 milioni di interventi chirurgici (1), ha assistito 60000 parti e salvato 110000 vite (2).

Pertanto, quando la stampa ci dice che, dopo il colpo di stato, “Cuba ritira dalla Bolivia più di 700 professionisti” medici, dovrebbe spiegare la tragedia sanitaria che ciò implica (3).

Continue reading “Cubainformacion: le 7 menzogne” »

Share Button

Fidel è Cuba, Cuba è Fidel

Elier Ramírez Cañedo – Cubadebate

Il destino voleva, come per avvisarci che si trattava di un nuovo viaggio verso altri orizzonti di lotta e di epopea rivoluzionaria, dare un grande simbolismo alla data della morte del Comandante, avvenuta il 25 novembre 2016, esattamente 60 anni dopo che il leader della rivoluzione cubana, sfidando l’impossibile, si lancerà in mare da Tuxpan sullo yacht Granma con i suoi compagni, determinati a liberare o dare la vita la propria patria.

Continue reading “Fidel è Cuba, Cuba è Fidel” »

Share Button