Venezuela: reclamata cancellazione MUD per frode elettorale

MUD-venezuelaIl sindaco del municipio Libertador de Caracas, Jorge Rodríguez, ha sollecitato presso il Consiglio Nazionale Elettorale la cancellazione dell’iscrizione del MUD, Mesa de la Unidad Democrática, considerando che questo  partito politico ha commesso una frode, contro la legge e il regolamento del CNE.


“È pubblico, è notorio ed è pienamente dimostrato che la MUD ha commesso la più gigantesca frode elettorale mai conosciuta nella storia politica del Venezuela”, ha affermato Rodríguez, riportato dalla AVN.

Il sindaco ha poi criticato le dichiarazioni di  Jesús Torrealba, segretario esecutivo della Mesa de la Unidad, che ha segnalato che la raccolta delle firme e la convalida sono state impeccabili, mentre i rappresentanti della commissione per la difesa della Costituzione e la verifica delle firme hanno scoperto  307747 firme con errori tecnici e tra queste 53658 con irregolarità molto gravi.

La commissione ha determinato 10995 persone decedute, 9333 numeri che non appaiono nell’archivio dei venezuelani  con cedole,  1335 politicamente  esclusi dal voto e 3003 minorenni.

Jorge Rodríguez, ha chiesto che si cancelli l’iscrizione della MUD durante una riunione con la presidente del CNE,  basandosi su questi risultati sulla validità del firme e sull’articolo 32 della legge di riforma parziale della legge dei partiti politici, riunioni pubbliche manifestazioni.

“L’iscrizione dei partiti si cancellerà quando si proverà che hanno ottenuto la loro iscrizione con una frode alla legge e non hanno rispettato i requisiti segnalati e o quando la loro azione non hanno rispettato le norme legali”, ha sottolineato ancora.

Share Button

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.