Venezuela: Costituente assume alcune competenze dell’AN

di Fabrizio Verde http://www.lantidiplomatico.it

L’Assemblea Nazionale Costituente del Venezuela ha approvato un decreto dove assume alcune competenze del Parlamento per garantire la pace, la sicurezza, la sovranità e la stabilità socio-economica e finanziaria del paese.

Il decreto è stato approvato all’unanimità dopo che la giunta direttiva del Parlamento venezuelano controllato dall’opposizione ha deciso di non presenziare alla sessione dell’Assemblea Costituente a cui era stata invitata a prendere parte.

Questo decreto consente di emanare atti parlamentari sotto forma di legge. Secondo quanto stabilisce la Costituzione della Repubblica Bolivariana del Venezuela all’articolo 349.

Dalla sede del Parlamento, a Caracas, dove si è svolta la sessione dell’Assemblea Nazionale Costituente, il vicepresidente Amoroso ha evidenziato che non rispondendo alla convocazione la giunta direttiva del Parlamento ha violato l’articolo 349 della Costituzione.

Nell’articolo si legge: «I poteri costituiti non possono in alcun modo ostacolare le decisioni dell’Assemblea Nazionale Costituente».

Intanto il vicepresidente dell’Assemblea Nazionale Freddy Guevara, esponente della fazione più oltranzista dell’opposizione violenta, con un atto di massimo dispregio istituzionale distruggeva materialmente il decreto dell’Assemblea Nazionale Costituente.

Risulta curioso notare come l’opposizione venezuelana sempre pronta a gridare allo scandalo per presunte violazioni, calpesti costantemente leggi e Costituzione.

La presidente dell’Assemblea Nazionale Costituente, Delcy Rodriguez, ha denunciato che la giunta direttiva del Parlamento in stato di oltraggio, è tornata a mostrare il suo vero volto antidemocratico e incostituzionale. contro la pace, la tranquillità e la volontà del popolo. Ostacolando ancora una volta lo sviluppo produttivo, economico e armonico della nazione.

L’Assemblea Nazionale Costituente ha convocato i cinque poteri che compongono lo Stato venezuelano: il Potere Esecutivo, il Potere Elettorale, il Potere Giudiziario, il Potere Cittadino e il Potere Legislativo, affinché subordinino le loro azioni al carattere plenipotenziario e originario del popolo nell’Assemblea Nazionale Costituente.

Dei cinque poteri, solo quello Legislativo ha deciso di non rispondere alla convocazione dell’Assemblea Nazionale Costituente.

Delcy Rodriguez ha ricordato che l’Assemblea Nazionale Costituente è stata eletta da oltre 8 milioni di persone attraverso elezioni libere, dirette e universali, al fine di frenare il piano sedizioso della destra contro la pace del popolo e la Rivoluzione Bolivariana. Per questo la Costituente rappresenta uno scudo per tutti i venezuelani minacciati da quei settori oltranzisti e golpisti che attraverso l’odio e la divisione lavorano per gli interessi imperiali, contro l’integrità, la sovranità e l’indipendenza della nazione.

Fonte: Avn
Share Button

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *