È terminato a Baracoa TURNAT 2017

L’Incontro Internazionale di Turismo della Natura, TURNAT 2017, ha concluso sabato 30 settembre nella città di Baracosa la sua 11ª edizione dedicata a promuovere le bellezze naturali della zona nord dell’oriente cubano e a consolidare Cuba come destinazione sicura per questa modalità di viaggi.

Il centro ricreativo La Punta è stato lo spazio scelto dagli organizzatori per far terminare l’incontro  più importante del suo tipo nell’Isola, che dal 26 settembre si è svolto a Baracoa e nel polo turistico della provincia di Holguín , un momento propizio  per presentare la convocazione  a TURNAT 2019.

150 delegati provenienti da 12 paesi hanno visitato zone di notevole valore ecologico e culturale, tra le quali il Parco Nazionale Alejandro de Humboldt, dichiarato Patrimonio dell’Umanità, e il Parco  Monumento Nazionale Bariay, il luogo in cui arrivò a Cuba Cristoforo Colombo

I percorsi hanno compreso il sito archeologico  Chorro de Maíta; l’area protetta  Cerros Cársicos de Maniabón; la riserva della biosfera Cuchillas del Toa; la Baia di Taco e la foce del fiume Yumurí, tra i vari sentieri turistici e agro-ecologici.

In vista del loro futuro commercio sono state presentate le Rotte del Cacao,  del Caffè e quella di Colombo, iniziative che si offriranno ai viaggiatori , un prodotto affascinante per la combinazione di natura, cultura e storia e che promuove la conoscenza delle forti radici della cultura cubana.

I rappresentanti delle agenzie di viaggi e i tour operatori, i conservatori e gli ecologisti hanno conosciuto anche il maneggio e la conservazione degli spazi naturali più rappresentativi dell’Isola e gli sforzi per  recuperare questo patrimonio della regione orientale, colpita da  due uragani in un anno.

Le immersioni subacquee, lo speleo turismo e le attività socio-culturali sono state altre opzioni  di TURNAT 2017, che ha anche riservato uno spazio  per una borsa commerciale destinata alla promozione di prodotti e destinazioni delle agenzie Ecotur, Gaviota, e Campismo Popular.

Share Button

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *