Cuba: delegazione USA partecipa a riunione d’affari

Alcuni membri dei Consigli delle città statunitensi di Tampa e San Petersburgh, imprenditori e autorità del porto di Tampa, hanno partecipato ieri, lunedì 15, a una riunione d’affari in Cuba, ha informato Prensa Latina.


Dopo le conversazioni con autorità del Governo de L’Avana, la delegazione nordamericana ha incontrato dei rappresentanti del Ministero di Scienze, Tecnologia e Ambiente (CITMA), del Ministero del Trasporto e la Biotecnologia e altre istituzioni.

Durante un incontro a L’Avana con la leggendaria ballerina cubana Alicia Alonso, domenica 14, il gruppo di statunitensi ha augurato la normalità delle  relazioni tra i due paesi.

Questa delegazione è venuta a Cuba dopo che il governo degli Stati Uniti ha annunciato la decisione di ritirare il personale diplomatico “non essenziale”  e i loro familiari dalla sua ambasciata nell’Isola, come risposta a presunti incidenti contro alcuni di loro.

Anche se non esistono prove di un’azione deliberata realizzata da parte di Cuba o di qualsiasi altro, l’esecutivo nordamericano ha appena raccomandato ai cittadini statunitensi di non visitare l’Isola dei Caraibi.

«Siamo qui per il futuro, con la speranza che uno di questi giorni questi problemi saranno risolti e le nostre nazioni si muoveranno verso relazioni normali», ha affermato il vicepresidente del Consiglio della Città  di Tampa, Harry Cohen.

«Noi che veniamo qui abbiamo la miglior speranza di poter normalizzare le relazioni e che tutto sia positivo per i nostri due paesi», ha confermato la presidente del Consiglio della Città di San Petersburgh, Darden Rice, la cui città  -come Tampa- appartiene allo stato nordamericano della Florida.

La presidente del Consiglio della città di Tampa, Ivonne Yolie Capin, ha ricordato che la sua metropoli e L’Avana hanno una storia molto antica, descritta nel XIX secolo dall’Apostolo di Cuba José Martí, al quale è lì dedicato un parco.

«Siamo qui per le relazioni nel futuro tra Tampa e L’Avana», ha sottolineato la nipote di un cubano, che ha aggiunto che l’ha affascinata l’incontro in un edificio così bello come il Gran Teatro de L’Avana Alicia Alonso, per conoscere questa artista e vedere lo spettacolo del  Balletto Nazionale di Cuba (BNC).

Com’è abituale in ogni apparizione pubblica, Alicia Alonso è stata  ricevuta con acclamazioni e applausi nell’istituzione che dal 2015 porta il suo nome ufficialmente e  durante la conversazione con la delegazione degli USA ha sostenuto la mano di Ivonne Yolie Capin durante alcuni  minuti, in un gesto affettuoso.

Il filantropo, imprenditore e presidente del Centro Straz per le Arti di Tampa; David A. Straz (figlio), ha festeggiato che il  BNC sarà presente nella sua entità nel maggio del 2018 ed ha offerto alla prima ballerina assoluta cubana tutte le comodità per far sì che lei viaggi sin là guidando la sua compagnia.

Noi siamo molto interessati ad ampliare le relazioni tra gli Stati Uniti e Cuba e in particolare tra Tampa e Cuba e io sono molto interessato alle arti, perchè sono un benefattore di queste nel mio paese e sono molto felice d’essere qui e d’aver incontrato  Alicia Alonso e ammirare il balletto», ha commentato.

La delegazione statunitense ha visitato la Zona Speciale di Sviluppo Mariel, in provincia di Artemisa, a ovest della capitale ed è stata ricevuta nel ministero delle Relazioni Estere di Cuba.

Da suo arrivo nel’Isola il gruppo ha espresso interesse per continuare i programmi di scambio con Cuba in tutti i settori: economico, culturale, accademico e scientifico.

Share Button

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *