Zimbabwe: medici cubani terminano missione

Quaranta medici e infermieri cubani hanno sostenuto in accordo che il sistema di salute dello Zimbabwe ha le potenzialità per offrire un servizio effettivo di qualità, si legge tra le varie dichiarazioni nella prima pagina del quotidiano The Herald.

Il gruppo è tornato ieri a L’Avana al termine del lavoro in questo paese dell’Africa australe e sarà sostituito da un numero simile di professionisti che continueranno la cooperazione che loro hanno iniziato nel 2014.

Intervistati dal quotidiano sul sistema di salute zimbabwense, lo hanno elogiato anche se hanno commentato l’importanza d’apportare alcuni aggiustamenti per una maggiore efficienza.

«La nostra esperienza è stata molto buona e abbiamo lavorato come una famiglia», ha commentato l’infermiere Luis Alfredo Bestot, che ha specificato che nel suo paese ( Cuba) l’accesso ai servizi di salute è gratuito per tutta la popolazione, mentre in Zimbabwe è ristretto a bambini e anziani.

Il dottor Félix Tancy, ginecologo, che ha lavorato nell’Ospedale Generale di Chitungwiza, ha commentato che i medici cubani hanno condiviso le loro esperienze con i colleghi del paese e che nel caso delle donne in gravidanza si è cercato di ridurre al minimo le morti per mancanza d’attenzione.

Il dottor Félix Villalón, che lavora nell’Ospedale Mpilo della città di Bulawayo, ha augurato un futuro meraviglioso al sistema di salute di questo paese africano.

La dottoressa Bárbara María Reina, capo del nuovo gruppo di medici cubani che andrà in breve ad Harare, ha espresso la speranza che l’accordo bilaterale in questo importante settore continui a migliorare la vita del popolo dello

I medici e gli infermieri che hanno rappresentato Cuba, hanno offerto i loro servizi negli ospedali di Harare, Bulawayo e nella località di Chitunguiza.

Cuba e Zimbabwe mantengono una cooperazione medica dagli anni ’80, data in cui vari giovani di questo paese iniziarono a ricevere un’educazione nell’Isola dei Caraibi. Più di tremila si sono laureati in diverse specialità.

Share Button

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *