Siamo di fronte alla più potente aggressione imperialista

Il governo del Presidente Nicolás Maduro ha denunciato un attacco contro il sistema elettrico nazionale, “commesso senza dubbio da fattori estremisti che cercano di perturbare la pace, la tranquillità, la vita quotidiana del popolo venezuelano e hanno rivolto le loro azioni contro il sistema elettrico nazionale.”

“Questo attacco”, prosegue la nota del governo di Maduro,  “è avvenuto alle 5 del pomeriggio di ieri e informiamo che alla mezzanotte di oggi abbiamo ripristinato il servizio negli stati Bolivar, Anzoategui, Monagas e Nueva Esparta, le squadre d’intervento continuano a lavorare.” Il ministro per l’energia elettrica Mota DOminiguez si trova presso il centro dell’ufficio nazionale coordinando le squadre tecniche del Ministero dell’Elettricità e Corpoelec.

La vice-presidente Delcy Rodriguez ha annunciato l’esenzione dalle scuole e dal lavoro per la giornata di oggi per facilitare il ripristino completo del servizio.

Il ministro della comunicazione Jorge Rodriguez ha denunciato in conferenza stampa che il senatore Marco Rubio, uno dei politici statunitensti più impegnati nel golpe contro il Venezuela, abbia scritto un tweet sulla vicenda soli tre minuti dopo l’avvenimento. “Questo fatto, ci ricorda l’evento avvenuto solo pochi giorni fa a Cucuta quando un deputato dell’opposizione, della stessa frazione dell’autoproclamato, è rimasto coinvolto in uno scandalo insieme al suo assistente che ha perso la vita. Immediatamente il signor Rubio si è scagliato contro il governo legittimo e costituzionale della Repubblica Bolivariana del Venezuela, contro il popolo venezuelano. Ore dopo, nemmeno qualche giorno dopo, il mondo è venuto a conoscenza della verità: quest’uomo si trovava in un bordello ed è stato vittima di un attacco di avvelenamento e rapina, di cui il suo assistente è stato vittima fatale.”

Il governo del Venezuela ha anche sottolineato come il sistema elettrico nazionale sia permanentemente vittima di sabotaggi, attacchi, perturbazioni, da parte degli stessi che bruciano persone vive, gli stessi che bruciano gli alimenti e i medicinali del popolo. “Non abbiamo alcun dubbio sulla partecipazione di settori estremisti in questi attacchi al sistema elettrico nazionale.”


Nicolás Maduro: “Siamo di fronte alla più potente aggressione imperialista che abbia mai attaccato il Venezuela”

 

Il presidente del Venezuela, Nicolás Maduro, ha affermato che “nulla e nessuno sarà in grado di disturbare la pace della Repubblica. Il Venezuela continuerà a vivere in pace quest’anno e quelli che verranno!”. Le parole del presidente in occasione di un tributo civico-militare al Comandante Hugo Chávez presso il Cuartel de la Montaña, sei anni dopo la sua morte.

“Oggi, 6 anni della dipartita del Comandante Chavez siamo chiamati a difendere il paese con integrità, l’unione civile-militare e l’unità nazionale”, ha chiesto Maduro notando che il Comandante Chavez è riuscito a posizionare il Venezuela con la diplomazia di pace al pari delle varie potenze del mondo.

“Ha aperto la strada multipolare, di quel mondo multicentrico che già esiste e forgiato le bandiere di rispetto e di uguaglianza con le grandi potenze del XXI secolo”, ha detto.

Ha inoltre sottolineato che il leader rivoluzionario ha forgiato l’ideologia del pensiero bolivariano nel paese e la Patria Grande, grazie alla quale il Venezuela ha resistito a tutti gli attacchi.

“Ma siamo di fronte alla più potente aggressione imperialista che abbia mai attaccato il Venezuela in 200 anni della Repubblica”, ha avvertito.

Maduro ha poi chiesto ai rivoluzionari di non cadere in provocazioni della destra nazionale o internazionale: “Continuano con le loro provocazioni. Ma la Patria, noi, le persone, continuiamo a rispondere a con più lavoro, studio, unione civile-militare e più unità”.

Ha ribadito la vittoria al confine il 23 febbraio, quando dalla Colombia hanno tentato di generare la violenza, e le sconfitte subite dall’impero e i suoi lacchè internazionali presso le Nazioni Unite.

Maduro ha inoltre affermato che grazie al passato eroico dei venezuelani, l’eredità del Comandante Chávez: “Certi che noi siamo dalla parte giusta della storia, difenderemo la giusta causa della storia e Venezuela”.

“Chavez sarà sempre vivo nei nostri cuori e nella nostra storia”.

Share Button

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.