Gambia – Cuba

Gambia e Cuba hanno rinnovato in questa capitale l’Accordo di Cooperazione nella sfera della salute che i due paesi mantengono da vari decenni e attraverso il quale medici e personale d’assistenza dell’Isola grande delle Antille, offrono assistenza medica al popolo di questa nazione dell’occidente africano.

L’ accordo attualizzato è stato firmato nella sede del Ministero di Salute gambiano dal suo ministro, il Dottor Ahmadou Lamin Samateh, e dall’ambasciatore cubano nel paese, Rubén G. Abelenda, in presenza della capo della Brigata Medica dell’Isola dei Caraibi, Anaris Marta Odio, e di funzionari Samateh e Abelenda si sono congratulati per il rinnovo dell’Accordo di Salute ed hanno indicato che la loro firma mette in evidenza lo stato positivo delle relazioni tra i due governi e i due popoli, fratelli per la loro storia, le loro radici, la loro culture e un’amicizia basata nel rispetto e l’aiuto reciproco.

L’inizio della cooperazione medica cubana in Gambia risale al giugno del 1996, quando 38 collaboratori arrivarono a Banjul nella modalità di Assistenza Tecnica.

Tre anni dopo, nel 1999, s’implementò il Programma Integrale di Salute (PIS) in Gambia, essendo questo il primo paese africano con il quale si stabilì, con più di 150 collaboratori.

Grazie ad un’idea del leader storico della Rivoluzione cubana, Fidel Castro, si creò nel 1999 la Facoltà di Medicina gambiana, la prima nel continente africano e che sino ad oggi funziona con l’appoggio di professori della nazione caraibica.

Share Button

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.