2019: 620000 cubani residenti all’estero hanno visitato Cuba

Per rinforzare i vincoli tra il Governo e i cubani residenti all’estero, L’Avana accoglierà dal 8 al 10 aprile la IV Conferenza La Nazione e l’Emigrazione

Nonostante le misure applicate dal Governo USA dalla fine del 2017, indirizzate a lesionare i vincoli  bilaterali tra i due paesi, tra le quali la sospensione dei servizi consolari a L’Avana, l’espulsione di 17 funzionari diplomatici della nostra Ambasciata a Washington utilizzando pretesti ingiustificabili, politicamente motivati e di recente la sospensione dei voli a nove destinazioni di Cuba, la relazione della migrazione con la Patria non si è fermata.

Lo conferma che un totale di 623831 cubani residenti all’estero hanno visitato il paese nel 2019, «una prova del rafforzamento dei vincoli della nazione delle Antille con i suoi nazionali»,  ha assicurato il cancelliere Bruno Rodríguez Parrilla, che nel suo account di Twitter ha affermato che tra questi visitatori 552.816 provenivano dagli USA.

Quelle misure vigente sino ad oggi contribuiscono a ostacolare i normale flusso dei viaggiatori cubani all’estero e degli stranieri a Cuba, soprattutto da e per gli uSA, rendendo difficile la normale comunicazione tra le famiglie cubane e confermando la sentenza del ministro delle Relazioni Estere di Cuba. Che ha affermato: «Cuba apre e gli Stati Uniti chiudono».

Il direttore dei Temi Consolari e dei Cubani Residenti all’Estero nel ministero della Relazioni  Estere, Ernesto Soberón Guzmán, ha detto che negli ultimi sei mesi sono stati registrati più di tre milioni di entrate nel territorio nazionale di cubani residenti in altre latitudini .
Tutto questo è anche espressione del compimento delle parole del Presidente cubano, Miguel Díaz-Canel, dette nel settembre del 2018, a Nuova York, quando si riunì  con 150 residenti cubani negli Stati Uniti: «Contiamo con voi. Siamo Cuba».

Soberón Guzmán  ha detto che questo impegno e attivismo si sono riflessi nel lavoro realizzato dalle 166 associazioni di cubani residenti in 79 paesi, che appoggiano Cuba nei principali reclami internazionali.

Nel XIII Incontro Internazionale dei Cubani in Europa alla fine del 2018 il funzionario ha riaffermato che il rafforzamento dei vincoli tra l’Isola e i suoi nazionali all’estero è continuato e irreversibile.

Per rinforzare ulteriormente questi vincoli tra il Governo e i cubani residenti all’estero, L’Avana accoglierà dal 8 al 10 aprile del 2020, la “IV Conferenza La Nazione e l’Emigrazione”, in un momento nel quale gli USA minacciano ulteriori misure unilaterali che restringono i voli commerciali a Cuba.

Share Button

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.