Bolivia. Il MAS ha schiacciato la dittatura

Resumen Latinoamericano, http://aurorasito.altervista.org

Dopo la vergognosa proroga nel dare risultati extraufficiali da parte della dittatura di Anhez e del suo Tribunale Supremo Elettorale, finalmente all’una di notte i dati venivano diffusi. Così, Lucho Arce e David Choquehuanca saranno i prossimi presidente e vicepresidente della Bolivia. L’estremista di destra Carlos Mesa è rimasto al 31,5% e il fascista Fernando Camacho solo il 14,5%.


Il governo de facto non ha beneficiato della militarizzazione del Paese come ha fatto in questi giorni, né dal comportamento provocatorio e violento del ministro Murillo, che non solo ha perseguitato a volontà leader e militanti del MAS, ma anche praticamente accusava gran parte degli osservatori elettorali di essere “sovversivi” e di “sinistra”.

Tutto andava a pezzi per assassini come la gente di Sacaba e Senkata. Alla luce dei risultati, ciò che gli resta è fuggire in elicottero, come fece all’epoca un oscuro presidente argentino, o prepararsi ai processi per far scontare i crimini contro l’umanità.

La verità è che i vincitori avranno un momento difficile a causa del completo disastro cui la dittatura lascia il Paese, ma il passo più difficile è già stato fatto, ed attraverso il voto è possibile rovesciare una dittatura crudele e corrotta. Questo è ciò che il popolo boliviano ha capito molto bene ed è perciò che all’alba molti festeggiavano e anche nella diaspora dove vivono migliaia di boliviani.

Traduzione di Alessandro Lattanzio

Share Button

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.