Tag Archives: ned

Barack Obama e le sue azioni contro Cuba

Arthur Gonzalez  http://heraldocubano.wordpress.com

obamabersagliocubaQuando Barack Obama assunse la presidenza degli Stati Uniti, molti incauti pensarono che avrebbe cambiato la politica di terrorismo di stato che il suo paese aveva imposto contro Cuba, dal 1 gennaio 1959: ma tutti si sbagliarono. L’ essere di colore e democratico non cambiarono la sua condizione di politico legato agli interessi della classe dominante ed al complesso militare-industriale; se così non fosse stato non sarebbe stato neppure eletto come candidato del suo partito. Continue reading “Barack Obama e le sue azioni contro Cuba” »

Share Button

La CIA allo scoperto

Il Costarica nella Strategia Mediatica contro la Rivoluzione cubana

Raúl Antonio Capote (ex agente Daniel)
http://eladversariocubano.wordpress.com

fidelclavaLa recente presenza di diversi elementi controrivoluzionari (contras ndt) in Costarica, forma parte della nuova strategia mediatica creata, organizzata e diretta dai servizi speciali USA, principalmente la CIA, al fine di dare visibilità alla controrivoluzione cubana posizionandola vicino ai centri di potere politico, sociale e delle comunicazioni.

Continue reading “La CIA allo scoperto” »

Share Button

L’IPL del Perù e la sovversione

Luis Miguel Rosales http://miradasencontradas.wordpress.com

iplNavigando in Internet ho trovato un interessante articolo proveniente dal Perù, dal titolo “USA utilizzano giovani peruviani contro Cuba”, dove l’autore, Raul Wiener, denuncia un’istituzione peruviana, l’Istituto Politico Libertà (IPL) come uno dei principali reclutatori di questi emissari peruviani da spedire a Cuba.

Continue reading “L’IPL del Perù e la sovversione” »

Share Button

USA-Cuba: l’USAID e la politica della sedizione permanente

Atilio Boron http://www.aporrea.org

USAIDciaGiorni fa un cablo dell’Associated Press informava che l’USAID, l’Agenzia Internazionale degli Stati Uniti per lo Sviluppo Internazionale, aveva inviato a Cuba, come turisti, un gruppo di giovani provenienti da diversi paesi latino-americani al fine di promuovere la politicizzazione e la ribellione della, secondo quell’ agenzia, “apatica gioventù cubana” e individuare “potenziali attori del cambio sociale.” 1 L’iniziativa è stata adottata nell’ottobre 2009, sei giorni dopo che le autorità dell’isola arrestarono Alan Gross, un presunto esperto nelle questioni di sviluppo che, come contractor dell’ USAID, introdusse illegalmente tecnologie informatiche a Cuba. Gross era stato raccomandato per svolgere questo compito dall’American Jewish Committee (AJC) e inviato nell’isola con l’apparente scopo di aiutare la comunità ebraica cubana a connettersi ad Internet.

Continue reading “USA-Cuba: l’USAID e la politica della sedizione permanente” »

Share Button

Perché non cessa l’invio di emissari per la sovversione?

L.M.Rosales http://miradasencontradas.wordpress.com

spieLo scorso 3 agosto ci svegliavamo con la notizia, per nulla nuova, che il governo USA aveva utilizzato  giovani latino-americani per promuovere azioni destabilizzanti all’interno di Cuba. Dico  per nulla nuova perché in precedenza il Governo cubano aveva denunciato questa situazione. Continue reading “Perché non cessa l’invio di emissari per la sovversione?” »

Share Button

@yoanisanchez, Cuba e i servizi d’intelligence USA

 @yoanisanchez dimostra che Cuba è priorità ufficiale per i servizi d’intelligence USA

http://percy-francisco.blogspot.it

yIn questo momento ho appena letto una notizia pubblicata da CubaDebate (1), che si mostra come Cuba sia una priorità ufficiale per i servizi di intelligence USA. Non so voi, ma a me questo non sorprende, ciò che si dovrebbe dire è attraverso chi fanno il “lavoro sporco”. Neppure questo è così segreto, perché loro contano su istituzioni specializzate per rafforzare la “democraCIA” in quei paesi che gli interessano, oltre a contare su “lacchè fedeli” pronti a rispondere agli ordini dell’impero. Davvero questi nordamericani sono prepotenti, non so chi ha detto loro che sono i più qualificati per dare al mondo lezioni di democrazia. Continue reading “@yoanisanchez, Cuba e i servizi d’intelligence USA” »

Share Button

Dall’Ucraina al Venezuela: mercenari e golpisti

Higinio Polo, docente di Storia Contemporanea dell’Università di Barcellona, saggista e scrittore. lahaine.org;   http://ciptagarelli.jimdo.com (traduzione di Daniela Trollio Centro di Iniziativa Proletaria “G.Tagarelli”)

577224_472922269414361_242181950_nUno dei tratti che appare con frequenza in diversi paesi è la nascita di movimenti di protesta che, a differenza di quelli di cui storicamente era protagonista la sinistra, esigono ora, insieme a confusi reclami di libertà e di onorabilità delle istituzioni e nella vita pubblica, un avvicinamento all’Unione Europea o all’ “Occidente”, identificato oscuramente con gli Stati Uniti. Queste peculiari ribellioni coesistono con altre che rispondono al tradizionale atteggiamento dei movimenti popoplari, benchè il suo carattere sia cambiato come anche molti dei suoi protagonisti.  Continue reading “Dall’Ucraina al Venezuela: mercenari e golpisti” »

Share Button

La sovversione in gestazione in America Latina: l’USAID e la NED

usaidL’America Latina fu scenario, nel 1961, di uno dei primi  programmi preparati  dall’Agenzia per lo Sviluppo Internazionale degli Stati Uniti (USAID), così come fu «l’Alleanza per il Progresso», un primo grande tentativo d’isolare la Rivoluzione Cubana, stigmatizzarla e minimizzare l’influenza che avrebbe potuto emanare a favore di un auge dei movimenti di liberazione nazionali nel continente.

Quel progetto si trasformò nella base dei programmi della USAID per l’America Latina durante gli anni ‘60. Ma  questi non furono dedicati al fomento e  all’amministrazione dei fondi per lo sviluppo economico, ma piuttosto furono posti a disposizione della brutale repressione dei gruppi, delle organizzazioni o di semplici cittadini progressisti, nazionalisti  o con idee di sinistra.

Dagli anni ’60, la USAID lavorava assieme alla CIA ai progetti d’assistenza estera, soprattutto in quello che riguarda l’addestramento delle forze di polizia nei regimi militari che erano giunti al potere per mezzo di colpi di stato, in paesi latino americani come Cile, Uruguay, Paraguay, Argentina e Brasile, tra i tanti. Continue reading “La sovversione in gestazione in America Latina: l’USAID e la NED” »

Share Button