Tag Archives: Nicaragua

Washington e la crisi migratoria cubana

Salim Lamrani Global Research

Da più di un mese, migliaia di cubani che desiderano recarsi negli USA, la cui legislazione favorisce l’emigrazione dall’isola, sono bloccati in Costarica.

salim_lamrani2 (1)Circa 6000 cubani, che richiedono emigrare negli USA, sono bloccati in Costarica, senza possibilità di proseguire il loro viaggio verso il Nord. Dopo un viaggio in Ecuador, allora unico paese dell’America Latina che non richiedeva visti ai cubani, hanno iniziato un lungo periplo attraverso il continente per andare in Florida. Ma hanno dovuto fermarsi in Costarica. I paesi dell’America centrale,dal Nicaragua al Messico, si rifiutano di lasciare passare i migranti, obiettivi di reti criminali, ed esigono una risposta politica da Washington, principale responsabile della situazione. [1]

Continue reading “Washington e la crisi migratoria cubana” »

Share Button

Così credo, le cose accadano

Edmundo García https://lapupilainsomne.wordpress.com

emigracubanos muroNel 2008 il governo del presidente Rafael Correa, al fine di espandere l’industria turistica dell’Ecuador, liberalizzò l’ingresso dei visitatori del suo paese. Correa ottenne che praticamente non si richiedesse visto. Facilitare l’ingresso in Ecuador divenne una consegna delle autorità ecuadoriane. Nel sito “El ciudadano”, che è la pagina ufficiale del Presidente Correa, ancora si può leggere questo inequivocabile messaggio: “meno carte e meno iter farraginosi… il Ministero degli Esteri ha migliorato il processo per l’ottenimento di un visto da parte di cittadini stranieri.”

Continue reading “Così credo, le cose accadano” »

Share Button

Normalizzazione delle relazioni tra Cuba e USA?

Angel Guerra Cabrera https://lapupilainsomne.wordpress.com

Do-not-cross-the-poverty-line1Una eventuale normalizzazione con gli USA potrà raggiungersi solo dopo un processo “lungo e difficile” affermano le autorità cubane. Quello ottenuto con il ripristino delle relazioni diplomatiche, un anno dopo l’annuncio, è poco più che creare un canale fluido di dialogo tra le parti, senza che quasi alcuna delle misure di natura aggressiva contro Cuba sia stata soppressa da Washington. Un passo positivo, ma molto lontano dal riparare i principali affronti che configurano la politica di quel paese nei confronti di Cuba.

Continue reading “Normalizzazione delle relazioni tra Cuba e USA?” »

Share Button

Bloomberg Business: Obama espella i cubani

http://islamiacu.blogspot.it

screenshot-www bloombergview com 2015-12-09 15-32-30Le politiche adottate per anni contro Cuba, da parte degli USA, sono il centro del problema che colpisce oggi le nazioni del Centro America, davanti all’arrivo alle loro frontiere di numerosi immigrati dall’isola.

Continue reading “Bloomberg Business: Obama espella i cubani” »

Share Button

Venezuela: trionfo contro la nuova era

Iroel Sánchez https://lapupilainsomne.wordpress.com

venezuela guerra sucia

Non sono pochi i paesi in cui il parlamento è controllato da una maggioranza d’opposizione al governo ma non ricordo alcuno in cui la ricerca di quel fatto abbia scatenato una campagna di stampa globale, mobilitato il governo USA e i suoi alleati, i leader politici e gli ex presidenti nella misura in cui abbiamo visto intorno a questa possibilità nelle elezioni, recentemente conclusi, dell’Assemblea Nazionale venezuelana.

Continue reading “Venezuela: trionfo contro la nuova era” »

Share Button

Migranti cubani: una mentalità che svanisce

Rene Vazquez Diaz https://lapupilainsomne.wordpress.com

visa-cubanosCome un punzone affilato dalla Storia, il caso dei migranti cubani raggruppati in Costarica sgonfiò, da una tragica foratura, il pallone dell’eccezionalità dei cubani che emigrano dal loro paese. Spinti dalla paura (fondata) che il dialogo da pari a pari che sostengono Cuba e USA rappresenta una sfida formidabile alla Legge di Aggiustamento Cubano, circa 4000 connazionali si sono lanciati ad attraversare l’America centrale per arrivare in tempo negli USA.

Continue reading “Migranti cubani: una mentalità che svanisce” »

Share Button

Non ci sarà una “primavera cubana”

Morales Aguilera Norelys http://islamiacu.blogspot.it

media emigrazione cubanaChi desideri accertare le realtà, troverà che la verità diventa sale e acqua, quando la batteria mediatica esegue le sue operazioni. La distingue il coordinamento e la rapidità, senza sapere da dove partono le agende informative, che ci regalano le agenzie internazionali e i media corporativi.

Continue reading “Non ci sarà una “primavera cubana”” »

Share Button

Ragioni per non cambiare la politica migratoria

Arthur Gonzalez https://heraldocubano.wordpress.com

muro USA cubaIn questi giorni le agenzie di stampa si divertono con le notizie sui cubani bloccati al confine tra Costarica e Nicaragua, evidenziando la campagna mediatica contro Cuba qualcosa di consueto, dal 1959, quando iniziarono le uscite illegali di latitanti definiti, dagli USA, come “rifugiati”.

Continue reading “Ragioni per non cambiare la politica migratoria” »

Share Button

Una legge diabolica

Alessandra Riccio https://nostramerica.wordpress.com

0013766651Pensate che assurdo: dopo aver sopportato per decenni gravose limitazioni alla possibilità di viaggiare, imposte da una storia singolare e spietata, i cittadini cubani hanno adesso la libertà assoluta di andare dove vogliono e quando vogliono. Sempre che ne abbiano i mezzi e che ci siano paesi disposti ad accoglierli senza visto.

Continue reading “Una legge diabolica” »

Share Button

Il mio consiglio, tornate a Cuba

Edmundo García https://lapupilainsomne.wordpress.com

lincoln balseo avanaPer anni, e senza capire le sue ragioni, Cuba è stata criticata per l’esistenza della cosiddetta “carta bianca” per andare all’estero; dopo l’implementazione di un aggiornamento migratorio che offre ai suoi cittadini di recarsi all’estero, continuano a criticarla.

Continue reading “Il mio consiglio, tornate a Cuba” »

Share Button

L’odissea per il “sogno americano”

Gabriela Gómez Ávila http://www.granma.cu

cuban border USA trampaLa situazione di quasi 2000 cubani bloccati in Costarica continua a preoccupare varie nazioni della regione, che si coordinano per affrontare congiuntamente il problema.

Secondo la nota recentemente rilasciata dal ministero degli affari esteri di Cuba, L’Avana si mantiene in contatto con i governi coinvolti nella questione.

Continue reading “L’odissea per il “sogno americano”” »

Share Button

Il Nicaragua ricorda Carlos Fonseca, fondatore del FSLN

Gabriela Ávila Gómez http://www.granma.cu

fonseca-sandino-vive“La trasformazione del Nicaragua non è questione d’ideologia, ma questione di amare il nostro popolo e bramare, ardentemente, il suo miglioramento”, espresse Carlos Fonseca Amador, fondatore del Fronte Sandinista di Liberazione Nazionale.

Continue reading “Il Nicaragua ricorda Carlos Fonseca, fondatore del FSLN” »

Share Button

America Latina, Cuba e l’aggressione della destra

O. P. Solomon https://lapupilainsomne.wordpress.com

america latina pugno gringosLa scomparsa dell’URSS e del campo socialista in Europa orientale, nei primi anni ’90, ha causato un’enorme confusione e disorientamento nella sinistra latinoamericana, e un’euforia maliziosa della destra internazionale, capeggiata dal complesso militare industriale, che dichiarò la definitiva chiusura del socialismo e la totale vittoria del capitalismo su tutti i tipi di modello alternativo di sviluppo sociale.

Continue reading “America Latina, Cuba e l’aggressione della destra” »

Share Button

America Latina, Cina e Stati Uniti

di Nil Nikandrov, Fondo di Cultura Strategica/CEPRID

da www.nodo50.org | Traduzione di Marx21.it

cina ALLa guerra propagandistica scatenata dagli USA contro la Cina ha raggiunto livelli senza precedenti in America Latina. I nordamericani stanno usando ogni mezzo di cui dispongono a tale scopo, tra cui centinaia di canali televisivi, migliaia di emittenti radio e video che parlano della “minaccia cinese”.

Continue reading “America Latina, Cina e Stati Uniti” »

Share Button

Un nuovo passaggio tra il Pacifico e l’Atlantico

sandinoIl 22 dicembre è stata posta in Nicaragua la prima pietra di un progetto  sognato più di un secolo fa: la costruzione di un nuovo canale interoceanico.

L’idea era precedente a quella del Canale di Panama, realizzato dagli Stati Uniti nel 1914, dopo il loro intervento nella scissione dell’istmo, che era parte sino ad allora del territorio colombiano.

Continue reading “Un nuovo passaggio tra il Pacifico e l’Atlantico” »

Share Button