Category Archives: – america latina

Come interpretare ciò che accade in Ecuador

Mision Verdad

Molte cose sono successe negli ultimi giorni in Ecuador. Questo nuovo ciclo di crisi e instabilità è caratterizzato dall’applicazione di stato di eccezione, militarizzazione delle piazze, sistematica persecuzione dei media e forte repressione poliziesca delle manifestazioni. Il governo veniva trasferito a Guayaquil, dopo che il traballante presidente Lenín Moreno perdeva il controllo della capitale Quito.

Continue reading “Come interpretare ciò che accade in Ecuador” »

Share Button

Venezuela. Intervista al ministro degli Esteri Jorge Arreaza

di Geraldina Colotti

Jorge Arreaza, ministro degli Esteri venezuelano, ci riceve nel suo ufficio a Caracas. Con il suo stile sobrio e incisivo, ha smascherato e schivato molte trappole tese al Venezuela a livello internazionale, evidenziando l’alto livello raggiunto dalla “diplomazia di pace” del suo paese. Gli chiediamo di spiegarci la lunga marcia del socialismo bolivariano negli organismi internazionali.

Continue reading “Venezuela. Intervista al ministro degli Esteri Jorge Arreaza” »

Share Button

Trump e il suo cortile in profonda crisi

controrivoluzione, ciclo breve e pericoloso

Clodovaldo Hernández, Laiguana TVHistoire et Societé,

Trump, Ecuador, Argentina, Perù e l’opposizione venezuelana soffrono di crisi simultanee: un momento di grande pericolo

 

Continue reading “Trump e il suo cortile in profonda crisi” »

Share Button

Intervista ad Amauri Chamorro: Ecuador è vicino alla guerra civile.

di Geraldina Colotti

“Siamo al bordo di una guerra civile”. Amauri Chamorro, analista e consulente internazionale di formazione marxista commenta così la situazione in Ecuador, suo paese di nascita nel quale ha accompagnato la campagna elettorale di Rafael Correa e poi di Lenin Moreno. Lo abbiamo incontrato a Caracas, nel pieno di una rivolta popolare contro le misure neoliberiste imposte dal governo Moreno, che ha tradito il programma per il quale era stato proposto dallo stesso Correa.

Continue reading “Intervista ad Amauri Chamorro: Ecuador è vicino alla guerra civile.” »

Share Button

Ecuador, la democrazia dal basso

 Fabrizio Casari – www.altrenotizie.org

Il fiume di indigeni che invade Quito, proietta sulla scena internazionale un film da non perdere. Protagonisti, coloro i quali vengono immaginati sempre e solo come braccia povere destinate a produrre altrui ricchezze. Stavolta però il film si fa documentario e racconta una storia diversa, quella di chi non accetta di vedersi ridurre lo spazio di sopravvivenza per favorire un ulteriore salto dei profitti privati. E non pensa nemmeno di dover ridurre le sue possibilità per aumentare le royalties delle imprese estrattive statunitensi che, dall’arrivo a Quito di Lenin Moreno, hanno ricominciato a considerare l’Ecuador come un protettorato energetico di Washington.

Continue reading “Ecuador, la democrazia dal basso” »

Share Button

Fine del ciclo (breve) in Ecuador

Alfredo Serrano Mancilla – Celag

L’Ecuador è un altro esempio dell’incapacità del neoliberismo di fornire stabilità politica, sociale ed economica. L’FMI può diventare “un’arma di distruzione di massa” in tempi record. E ancora di più se il paese è stato precedentemente trasformato con politiche progressiste in base ai principi di sovranità. Come spesso ci affrettiamo a credere, i cittadini non dimenticano così in fretta. Il ciclo progressista ecuadoriano, sotto l’impronta del correismo, non era terminato, nonostante la svolta a 360 gradi che Lenin Moreno ha cercato di imporre – a tal proposito, vale la pena ricordare che non è stato eletto per questo.

Continue reading “Fine del ciclo (breve) in Ecuador” »

Share Button

Venezuela: Adobe ed altre imprese cancellano ogni servizio

MISION VERDAD

Uno dei mantra che l’antichavismo non si è ancora stancato di recitare è che le sanzioni USA sarebbero indirizzate solo contro il governo di Nicolás Maduro, ma non contro la popolazione che vive in Venezuela.

Continue reading “Venezuela: Adobe ed altre imprese cancellano ogni servizio” »

Share Button

I due tempi dell’offensiva destabilizzatrice contro Evo Morales

Hugo Moldiz Mercado  www.cubadebate.cu

L’offensiva generale, in due tempi, contro il Processo di Cambio e la continuità di Evo Morales alla presidenza dello Stato Plurinazionale è entrata nel suo tratto finale, a due settimane da che, in Bolivia, si celebrino le elezioni generali di questo 20 ottobre e che acquisiscano un valore geopolitico di grande importanza per l’effetto che andrà ad avere, una settimana dopo, in Argentina ed Uruguay.

Continue reading “I due tempi dell’offensiva destabilizzatrice contro Evo Morales” »

Share Button

La morte del Che Guevara

Diciassette uomini camminano verso l’annichilazione. Il cardinale Maurer arriva in Bolivia da Roma. Porta le benedizioni del Papa e la notizia che Dio appoggia decisamente il generale Barrientos contro le guerriglie.

Continue reading “La morte del Che Guevara” »

Share Button

Riflessioni su Ecuador e Venezuela

Fabrizio Verde www.lantidiplomatico.it

La sollevazione popolare in Ecuador scatenata dalla volontà del presidente Lenin Moreno di implementare un pacchetto di misure antipopolari richieste dal Fondo Monetario Internazionale ci porta ad effettuare alcune necessarie riflessioni.

Continue reading “Riflessioni su Ecuador e Venezuela” »

Share Button

Tutto quello che devi sapere sulla situazione in Ecuador

(con le ripercussioni sullo scenario venezuelano)

MISION VERDAD

Molte cose sono successe negli ultimi giorni in Ecuador.

Questo nuovo ciclo di crisi e instabilità è stato caratterizzato dall’applicazione di uno stato di eccezione, dalla militarizzazione delle strade, dalla sistematica persecuzione dei media e da una forte repressione poliziesca delle manifestazioni. Il governo è stato trasferito a Guayaquil, dopo che il traballante presidente Lenín Moreno ha perso il controllo della capitale Quito.

Continue reading “Tutto quello che devi sapere sulla situazione in Ecuador” »

Share Button

Lettera di Haydée Santamaria al Che Guevara

scritta dopo l’assassinio del Che in Bolivia

 

Che: dove posso scriverti? Mi dirai che in qualunque parte, ad un minatore boliviano, ad una madre peruviana, al guerrigliero che c’è o non c’è, ma ci sarà. Tutto questo lo so, Che, tu stesso me l’hai insegnato, ed inoltre questa lettera non sarebbe per te. Come dirti che non avevo mai pianto tanto dalla notte in cui ammazzarono Frank, e che questa volta non ci credevo. Tutti erano sicuri, ed io dicevo: non è possibile, una pallottola non può far terminare l’infinito, Fidel e tu dovete vivere, se voi non vivete, come vivere.

Continue reading “Lettera di Haydée Santamaria al Che Guevara” »

Share Button

Venezuela. I popoli indigeni uniti contro l’imperialismo

di Geraldina Colotti

Nicolas Maduro scherza: “Con questa benedizione, neanche Trump potrà più farmi niente”. Siamo all’incontro costitutivo del Movimento Indigeno Unito del Venezuela (MIUVEN), che riunisce la maggioranza delle comunità originarie, e dove verrà ratificata la direzione nazionale – rappresentanti e supplenti -, eletta dalle comunità. Nel corso di una cerimonia tradizionale, il presidente venezuelano ha ricevuto la protezione dei capi spirituali, che gli hanno fatto dono del copricapo tradizionale.

Continue reading “Venezuela. I popoli indigeni uniti contro l’imperialismo” »

Share Button

Venezuela: privatizzazione della guerra

PARAMILITARISMO, MERCENARI E CONTRATTISTI DELLA SICUREZZA IN AGGUATO

LA CARTA DELLA PRIVATIZZAZIONE DELLA GUERRA CONTRO IL VENEZUELA MOSTRA IL VOLTO

http://misionverdad.com

Tre fatti, apparentemente senza molta connessione, mostrano come stia tenendo effetto la propaganda bellica in Venezuela dall’escalation USA, con le lobby militari che esercitano pressioni sulla Casa Bianca.

Continue reading “Venezuela: privatizzazione della guerra” »

Share Button

Ecuador: popoli indigeni e movimenti sociali entrano a Quito

di Fabrizio Verde 

Immagini che valgono più di mille parole e tante cronache: i movimenti indigeni e sociali dell’Ecuador in rivolta contro le misure neoliberiste implementate dal presidente Lenin Moreno avanzano entrando nella capitale Quito al grido di «el Pueblo Unido jamas sera vencido», con le forze di sicurezza del regime che arretrano.

Continue reading “Ecuador: popoli indigeni e movimenti sociali entrano a Quito” »

Share Button