Tag Archives: golpe

Bolivia: autorità della sanità golpiste mentono

Autorità golpiste della Bolivia mentono qualificando come “danno” la cooperazione di Cuba in questo paese, ha dichiarato questo venerdì il ministro di Salute Pubblica dell’Isola, Josè Angel Portal Miranda, nella rete sociale Twitter.

Continue reading “Bolivia: autorità della sanità golpiste mentono” »

Share Button

Bolivia, laboratorio di una nuova strategia di destabilizzazione

La stampa internazionale è cauta nel riferire quanto accade in Bolivia. Descrive il rovesciamento del presidente Evo Morales, parla di un ennesimo colpo di Stato, ma non riesce a inquadrare quel che sta davvero succedendo. Non si accorge del nascere d’una nuova forza politica, finora sconosciuta in America Latina. Secondo Thierry Meyssan, se le autorità religiose del continente non si assumeranno subito le proprie responsabilità, niente riuscirà a impedire il dilagare del caos.

Continue reading “Bolivia, laboratorio di una nuova strategia di destabilizzazione” »

Share Button

Le censure che non fanno notizia

Dopo Telesur anche RT viene chiusa dal regime golpista in Bolivia

 

Cotas, il principale operatore privato in Bolivia di tv via cavo, ha comunicato all’emittente russa RT in spagnolo che il suo segnale sarà sospeso a partire da lunedì 2 dicembre. Lo riferisce oggi RT. La decisione “è stata adottata da autorità superiori” ha dichiarato una fonte allo Sputnik.

Continue reading “Le censure che non fanno notizia” »

Share Button

OEA/OSA non risponde

Nel golpe che si è consumato in Bolivia un ruolo centrale è stato giocato dall’Organizzazione degli Stati Americani, la cui guida del Segretario Generale, l’uruguayano Luis Almagro, ripudiato finanche dal suo stesso partito Frente Amplio, ha incontrato molte stroncature. Da ultima quella del presidente eletto dell’Argentina Alberto Fernandez.

Continue reading “OEA/OSA non risponde” »

Share Button

Cubainformacion: golpe al successo economico di Evo

Golpe al successo economico di Evo

 

Durante i 13 anni di governo di Evo Morales, la povertà moderata è passata, in Bolivia, dal 59 al 39% e l’estrema da 38 al 15.

L’analfabetismo è stato eliminato, con il sostegno e il consiglio di Cuba. Il salario minimo è aumentato del mille percento.

E sono stati approvati sussidi come il “Reddito Dignità” per gli anziani o il bonus scolastico “Juancito Pinto”.

Continue reading “Cubainformacion: golpe al successo economico di Evo” »

Share Button

Basta menzogne! Incontro con Evo e Álvaro

Ángel Guerra Cabrera https://lapupilainsomne.wordpress.com

I mezzi di diffusione dominanti, guidati dagli USA, cercano di imporre un resoconto assolutamente falso del colpo di stato in Bolivia. Per quanto riguarda questo pericolo e l’urgente necessità di contrastarlo, martedì 10, ci siamo trovati d’accordo un gruppo di compagni/e in un indimenticabile e produttivo incontro con Evo Morales e Álvaro García Linera, presidente e vicepresidente dello stato plurinazionale della Bolivia, a cui ha partecipato anche il sempre propositivo Rafael Correa, ex presidente dell’Ecuador. Siamo accolti dall’amabile ospitalità dell’ambasciatore venezuelano in Messico, Francisco Árias Cárdenas e sua moglie, nonché dall’ambasciatore boliviano José Crespo.

Continue reading “Basta menzogne! Incontro con Evo e Álvaro” »

Share Button

Bolivia: governo de facto promulga legge per nuove elezioni

Il governo de facto della Bolivia ha promulgato la legge di emergenza per per indire al più presto nuove elezioni nel paese sudamericano, con l’impegno che saranno elezioni “pulite, eque e trasparenti”.

La legge è stata approvata dopo una trattativa che ha coinvolto la Chiesa cattolica locale, le Nazioni Unite e l’Unione Europea. La nuova normativa annulla le ultime elezioni del 20 ottobre.

Continue reading “Bolivia: governo de facto promulga legge per nuove elezioni” »

Share Button

Ci uccidono come cani

Medea Benjamin – https://nostramerica.wordpress.com

Sto scrivendo dalla Bolivia, solo pochi giorni dopo aver assistito, il 19 novembre, al massacro militare all’impianto del gas di Senkata nella città indigena di El Alto e al lancio di lacrimogeni contro un pacifico funerale il 21 novembre per commemorare i morti. Questi sono esempi, purtroppo, del modus operandi del governo di fatto che ha preso il controllo in un colpo di stato che ha cacciato dal potere Evo Morales.

Continue reading “Ci uccidono come cani” »

Share Button

Elezioni tra persecuzioni, il piano del golpe in Bolivia

Marco Teruggi  www.cubadebate.cu/opinion

Mi scrive una compagna che ha dovuto lasciare la Bolivia. E’ perseguita insieme al suo partner a cui, le hanno detto, lo stanno cercando per “liquidarlo”. Da prima che Evo Morales fosse costretto a dimettersi, è cominciata a circolare una lista di nomi; la sua applicazione si è accelerata a partire da quel momento.

Continue reading “Elezioni tra persecuzioni, il piano del golpe in Bolivia” »

Share Button

La presidentessa de facto della Bolivia è legata al narcotraffico

Histoire et Societéhttp://aurorasito.altervista.org

La persona che ha rivelato i rapporti familiari della presidentessa Anhez col narcotraffico nel 2017, fu Carlos Romero, ministro del governo Morales, ora rifugiatosi presso l’ambasciata argentina, e leggendo quanto segue si capirà che può temere per la vita.

Continue reading “La presidentessa de facto della Bolivia è legata al narcotraffico” »

Share Button

Perché il golpe in Bolivia e non in Venezuela

Pino Arlacchi – www.lantidiplomatico.it

E’ appena avvenuto in Bolivia un colpo di stato che ha messo temporaneamente da parte un presidente molto popolare, che lungo 13 anni di governo ha guidato la fuoriuscita del paese dalla marginalità politica e dalla povertà.

Continue reading “Perché il golpe in Bolivia e non in Venezuela” »

Share Button

Macri e Bolsonaro: complici attivi del colpo di stato USA in Bolivia

Stella Calloni http://pulsointernacional.net

Le denunce sulla partecipazione e la complicità dei governi di Argentina e Brasile al colpo di stato contro Evo Morales sono confermati ogni giorno di più, dopo aver analizzato i precedenti avvenimenti e l’appartenenza dei presidenti Mauricio Macri e Jair Bolsonaro sia a Fondazioni USA, come leloro relazione con le Chiese evangeliche di nuovo conio e le loro amicizie con i golpisti della Bolivia, in particolare con la potente élite di Santa Cruz de la Sierra.

Continue reading “Macri e Bolsonaro: complici attivi del colpo di stato USA in Bolivia” »

Share Button

Bolivia: dibattiti in corso e silenzi complici

NESTOR KOHAN, Revista Espoiler, Università di Buenos Aires

La nostra epoca, successiva alla crisi del 2008, è quella del neocolonialismo imperialista. Le catene di formazione del valore si suddividono, si terziarizzano e si globalizzano mentre la produzione capitalista – mantenendo il controllo delle imprese e degli Stati centrali – si rialloca a livello di unità produttive muovendosi ed espandendosi verso il Sud del mondo. Si intensifica il super-sfruttamento della forza lavoro (sempre più femminile e precarizzata).

Continue reading “Bolivia: dibattiti in corso e silenzi complici” »

Share Button

Bolivia: L’Unione Giovanile Cruceñista, è la punta di lancia della violenza

Un gruppo paramilitare spicca per le azioni violente commesse nel mese di ottobre contro il partito Movimento al Socialismo (MAS), contro il popolo   boliviano, le sue istituzioni democratiche e i movimenti sociali: l’Unione Giovanile Cruceñista, cioè di Santa Cruz de la Sierra.

Continue reading “Bolivia: L’Unione Giovanile Cruceñista, è la punta di lancia della violenza” »

Share Button

Cosa c’è dietro l’assedio ai medici cubani in Bolivia?

Franco Vielma http://misionverdad.com

Lo scorso 13 novembre, quattro collaboratori della missione cubana dei servizi di salute che lavorano in quel paese sono stati arrestati a El Alto, in Bolivia. La notizia è immediatamente circolata e con grande consistenza nei media boliviani ed internazionali, indicando che si trattava di agenti che promuovevano la “destabilizzazione” del governo di fatto dopo il colpo di stato che aveva deposto il presidente Evo Morales.

Continue reading “Cosa c’è dietro l’assedio ai medici cubani in Bolivia?” »

Share Button