Tag Archives: Gruppo di Lima

Brasile: sottomissione agli USA per destabilizzare il Venezuela

Il Partito dei Lavoratori (PT) del Brasile ha condannato la sottomissione che mantiene oggi il nuovo governo di Jair Bolsonaro agli interessi degli Stati Uniti nel loro tentativo di destabilizzare il Venezuela, segnala un’informazione dell’agenzia Prensa Latina.

Continue reading “Brasile: sottomissione agli USA per destabilizzare il Venezuela” »

Share Button

Il Venezuela sventa la ricomposizione di Washington

Il 2019 apre il sipario e rapidamente il Paese passa ad una nuova operazione di cambio di regime che sintetizza e accumula gli aspetti più distruttivi dei precedenti. Violenze e ostilità, come in ogni guerra, sono iniziate ancora col discorso come sempre nell’ordine di autorità e dipendenza: dal segretario di Stato Mike Pompeo, attraverso il Gruppo di Lima, per finire definitivamente nell’assunzione del deputato di Volontà Popolare Juan Guaidó a presidente di un’assemblea nazionale spregevole.

Continue reading “Il Venezuela sventa la ricomposizione di Washington” »

Share Button

Il nefasto legato dell’OSA

www.granma.cu

L’OSA ed il suo segretario generale, Luis Almagro, sponsorizzano, oggi, le politiche degli USA contro Cuba, Venezuela e Nicaragua

Continue reading “Il nefasto legato dell’OSA” »

Share Button

Vzla. L’ordine arriva da fuori: “Maduro non deve governare”

Geraldina Colotti www.farodiroma.it

Lo stesso titolo su tutti i grandi media internazionali “Maduro non deve governare”. Perché? Perché lo dice il Gruppo di Lima e lo ripete Almagro, megafono degli Stati Uniti alla direzione dell’OSA. Un megafono delegittimato e espulso dal suo stesso partito – quel Frente Amplio a cui appartiene l’ex presidente e tupamaro Pepe Mujica – per aver calpestato i principi che lo avrebbero dovuto guidare.

Continue reading “Vzla. L’ordine arriva da fuori: “Maduro non deve governare”” »

Share Button

Venezuela (comunicato)

La Repubblica Bolivariana del Venezuela esprime la sua perplessità alla stravagante dichiarazione di un gruppo di paesi del continente americano che, dopo aver ricevuto istruzioni dal governo degli Stati Uniti attraverso una videoconferenza, hanno accettato di promuovere un colpo di stato in Venezuela, in un atto unico nella storia della regione, cercando di ignorare sia il Governo democraticamente eletto sia le istituzioni legittimamente costituite, spingendosi addirittura a pretendere di modificare i limiti territoriali del paese, attribuendo indiscutibilmente il territorio venezuelano a una nazione vicina, intervenendo in una controversia territoriale di esclusivo ambito bilaterale.

Continue reading “Venezuela (comunicato)” »

Share Button

La battaglia per l’America Latina nel 2018

Non risulta facile, per la prima potenza mondiale, sia economicamente che militarmente, piegare, nella loro totalità, i paesi che per 20 anni hanno plasmato un modello politico di nuovo tipo …

L. Valenzuela  www.cubahora.cu

Continue reading “La battaglia per l’America Latina nel 2018” »

Share Button

Quattro assi (e successi) della politica estera venezuelana nel 2018

http://misionverdad.com

La modalità della guerra non convenzionale che si sta sviluppando contro il Venezuela ha convertito lo scenario internazionale in un campo di battaglia strategico.

Nel corso del 2018, il Governo venezuelano ha lavorato ad una riconfigurazione della mappa dei rapporti internazionali che è stato fondamentale per contenere l’esplicita minaccia alla sovranità del paese da parte USA, dei suoi paesi e corporazioni alleate. Gli sforzi più importanti in questo senso possono essere analizzati da quattro assi.

Continue reading “Quattro assi (e successi) della politica estera venezuelana nel 2018” »

Share Button

Chi sta insistendo per un conflitto tra Colombia e Venezuela?

http://misionverdad.com

Nelle ultime settimane sono saliti i toni che pongono sul tavolo della discussione pubblica uno scontro bellico tra i paesi limitrofi del Venezuela e della Colombia. Alcuni alti funzionari USA e colombiani sottolineano le opzioni militari, in particolare un intervento che tenderebbe rovesciare il governo guidato da Nicolas Maduro, come la forma necessaria di fronte alla presunta mancanza di azione regionale e mondiale nel respingere l’esecutivo venezuelano.

Continue reading “Chi sta insistendo per un conflitto tra Colombia e Venezuela?” »

Share Button

Lawfare e media, le nuove armi di Washington contro il socialismo

di G. Colotti ww.farodiroma.it

Lawfare, un termine che sta entrando con frequenza nel dibattito internazionale sull’America Latina. Serve a indicare l’uso indebito di strumenti giuridici a fini politici, a fini destituenti.

Per Lawfare s’intende un insieme di azioni apparentemente legittime e legali, amplificate dai grandi media con l’aiuto di esperti che usano un linguaggio giuridico per screditare personaggi politici contrari agli interessi dominanti.

Continue reading “Lawfare e media, le nuove armi di Washington contro il socialismo” »

Share Button

Perché non sono intervenuti in Venezuela?

Marco Teruggi  www.cubadebate.cu

Creare condizioni, misurare il consenso, passare all’azione. Quella sequenza è in sviluppo ed ha problemi che sono copertine di giornali. La questione Venezuela è entrata in una zona di tensione in cui i fili delle parole sono il terreno pubblico dei disaccordi che esistono dietro le porte. In termini sintetizzati: intervento sì o no, che tipo di azione, chi alla guida.

Continue reading “Perché non sono intervenuti in Venezuela?” »

Share Button

Le prove che lascia la crisi del Gruppo di Lima

e gli appelli all’intervento  

http://misionverdad.com

Il Gruppo Lima, piattaforma promossa da Luis Almagro e dal Dipartimento di Stato USA, come progetto parallelo alle tradizionali organizzazioni internazionali per produrre un accordo regionale contro il Venezuela e di supporto alle sanzioni economiche, ha rilasciato un comunicato dove respinge le recenti dichiarazioni del Segretario Generale dell’OSA, precisando che non si deve scartare nessuna opzione per rovesciare il governo di Nicolás Maduro, neppure l’intervento militare.

Continue reading “Le prove che lascia la crisi del Gruppo di Lima” »

Share Button

Colombia: interessi e ragioni x un conflitto con il Venezuela

http://misionverdad.com

Una nuova escalation di azioni diplomatiche e militari contro il Venezuela è iniziata, questa settimana, in Colombia. Come abbiamo anteriormente segnalato, il governo colombiano ha dato seri indizi, negli ultimi mesi, che è disposto ad assumersi il costo di un’aggressione diretta contro il suo vicino geo-storico. Gli interessi del governo e dei poteri di fatto colombiani si uniscono in questo obiettivo.

Continue reading “Colombia: interessi e ragioni x un conflitto con il Venezuela” »

Share Button

Fuera Almagro

Il Partito Comunista dell’ Uruguay (PCU) reclama l’espulsione dal Fronte Amplio (FA) di questo paese di Luis Almagro, attuale segretario generale dell’Organizzazione degli Stati Americani (OSA), dopo la « nuova mostra di servilismo e irresponsabilità».

Continue reading “Fuera Almagro” »

Share Button

Migrazione venezuelana: altra guerra

Ángel Guerra Cabrera https://lapupilainsomne.wordpress.com

La guerra contro il Venezuela continua in tutti i modi. Mercoledì 5 si è teneva una riunione del Consiglio Permanente (CP) della pestilenziale OSA per affrontare quello che chiama crisi migratoria in quel paese. Venezuela, il tema che ossessiona il fantoccio Luis Almagro, segretario generale dell’organismo, e gli altri membri del gruppo ossequiante Gruppo di Lima (GL), come se non ci fossero così tanti pressanti problemi irrisolti in America Latina e Caraibi. Nei paesi del GL decine e decine di milioni soffrono la fame, l’analfabetismo, sono costretti ad emigrare, sono vittime di una crisi della sanità pubblica di grandi proporzioni, i giovani -senza istruzione né un lavoro degno- mancano di ogni speranza; flagelli scandalosamente aggravati dal modello neoliberale. Ma questo non preoccupa l’OSA né i governi del GL.

Continue reading “Migrazione venezuelana: altra guerra” »

Share Button

Venezuela, la rivoluzione nel mirino

di Geraldina Colotti

Si chiamano “Soldados de Franela” e si erano già fatti sentire l’anno scorso, presentandosi come una componente della cosiddetta Resistencia. Sono loro che hanno rivendicato l’attentato con i droni che avrebbe dovuto uccidere Nicolas Maduro durante una cerimonia ufficiale, ieri, a Caracas. L’hanno chiamata “operazione Fenix” e il loro comunicato è stato immediatamente diffuso a Miami dalla giornalista di opposizione Patrizia Poleo. Come in precedenza, si qualificano come “militari e civili patriottici”, criticano “l’educazione comunista” che ha corrotto il paese e sciorinano il programma dell’opposizione oltranzista, che invita le Forze armate alla rivolta per instaurare “un governo di transizione”.

Continue reading “Venezuela, la rivoluzione nel mirino” »

Share Button