Tag Archives: osa

Amnesia o valutazione distorta

L’Informe sui Diritti Umani in Venezuela è respinto per la sua parzialità e poca obiettività

Elson Concepción Pérez www.granma.cu

In realtà è molto penoso usare o rappresentare una delle istituzioni delle Nazioni Unite, come la Commissione per i Diritti Umani, per, nel modo più parziale ed ingannevole, fare relazioni accusatorie contro il legittimo Governo della Repubblica Bolivariana del Venezuela.

Continue reading “Amnesia o valutazione distorta” »

Share Button

Nicaragua, una destra triste, solitaria y final

Fabrizio Casari –  www.altrenotizie.org

Un secchio d’acqua gelata sulla testa. Più o meno questo l’effetto sulla destra nicaraguense della riunione OSA, che non ha votato l’applicazione al Nicaragua della Carta Democratica (che prevede sanzioni e persino la possibile espulsione del Paese che ne viene fatto oggetto). Per quanto l’ostilità della destra continentale verso il governo sandinista sia decisa e sebbene continui il sostegno della parte peggiore di essa al golpismo nicaraguense, non vi sono i numeri sufficienti ad aprire un procedimento contro Managua.

Continue reading “Nicaragua, una destra triste, solitaria y final” »

Share Button

Le chiavi dell’operazione Vuelvan Caras

Mision Verdadhttp://aurorasito.altervista.org

14 mesi di controspionaggio, colpi di scena e attentati affrontati, contrapposti, contrastati, reciproci. Dall’assalto al palazzo Miraflores, (di nuovo) alla base aerea Francisco de Miranda, dai caveau della Banca centrale (per il denaro) a 140 mila proiettili. Almeno cinque gruppi di combattimento. 56 ore di registrazioni audiovisive di conversazioni. Decapitazione del 95% dei generali fedeli a Paese, Costituzione e governo. Infidi presidenti nella regione. Commando gringo e israeliano s’infiltrarono. Militari di alto rango della Quarta Repubblica; Polizia metropolitana e Petejotas riciclati a riprendere il compito sociopatico del genocidio sistematico nell’ovest di Caracas.

Continue reading “Le chiavi dell’operazione Vuelvan Caras” »

Share Button

Honduras: 10 anni di golpe e neoliberismo

Katu Arkonada www.cubadebate.cu

Le mobilitazioni popolari si succedono in Honduras. In questi giorni sono 60 mila medici e insegnanti sul piede di guerra contro un sistema politico che cerca, per imposizione del Fondo Monetario Internazionale, la privatizzazione della salute e dell’istruzione. Le mobilitazioni hanno un tale grado di sostegno popolare per la Polizia Nazionale ha aderito allo sciopero, costringendo il governo di Juan Orlando Hernandez (JOH) a schierare le forze armate in compiti di repressione delle proteste popolari.

Continue reading “Honduras: 10 anni di golpe e neoliberismo” »

Share Button

Nicaragua, la destra nell’angolo

Fabrizio Casari – www.altrenotizie.org

La situazione politica in Nicaragua è caratterizzata dallo scontro tra l’istituzionalità pienamente ristabilita e il sovversivismo costante che un settore minoritario del golpismo, sostenuto con forza dalla corporazione degli imprenditori, dalla gerarchia ecclesiale e dall’estrema destra del MRS, che tentano di imporsi nell’agenda politica nazionale.

Continue reading “Nicaragua, la destra nell’angolo” »

Share Button

Breve storia della CIA (e nuovi metodi) in Vzla

https://comitatoitaliavenezuelabolivariana.blogspot.com

Vi sono abbondanti prove che rivelano l’infiltrazione dell’Agenzia Centrale d’Intelligence-CIA negli affari interni della regione dell’America latina sotto forma di colpi di stato e promozione di guerre civili.

Le sue operazioni in Venezuela sono cambiate nel tempo. Dall’essere negli anni 60 una base non dichiarata per pianificare le sue attività segrete nel resto del continente, all’essere, attualmente, il centro geopolitico che definisce la prevalenza o meno degli USA come potere egemonico nella regione latinoamericana.

Continue reading “Breve storia della CIA (e nuovi metodi) in Vzla” »

Share Button

ALBA-TCP

Bertha Mojena Milián

Con la presenza del Presidente dei Consigli di Stato e dei Ministri di Cuba, Miguel Díaz-Canel Bermúdez, dei Ministri delle Relazioni Estere e dei Capi delle  delegazioni dei paesi membri dell’ALBA-TCP, riuniti a L’Avana in occasione del  XVIII Consiglio Politico, è stata approvata  una Dichiarazione Finale nella quale hanno espresso le loro preoccupazioni per la scalata contro Nuestra America, le azioni contro la pace e la sicurezza regionali e soprattutto le minacce dell’uso della forza contro la  Repubblica Bolivariana del Venezuela.

Continue reading “ALBA-TCP” »

Share Button

Aznar e Almagro … concordano

José María Aznar, presidente del governo spagnolo tra il 1996 ed il 2004, si è recato a Washington, in questi giorni, ed in un incontro con Luis Almagro, segretario generale dell’OSA, ha fatto riferimento alla “necessità di intervento in Venezuela a sostegno del dirigente oppositore Juan Guaidó »

Elson Concepción Pérez  www.granma.cu

Continue reading “Aznar e Almagro … concordano” »

Share Button

La denuncia di Cuba di fronte alla guerra che ci viene fatta

Quando viene presentata di fronte a Cuba l’attivazione della legge Helms-Burton come una presunta giustizia di fronte alle legittime nazionalizzazioni di proprietà di cittadini USA all’inizio della Rivoluzione non si deve dimenticare il lungo saldo di perdite umane e materiali avvenute in questi 60 anni a causa delle azioni del governo USA

Mauricio Escuela www.granma.cu

Continue reading “La denuncia di Cuba di fronte alla guerra che ci viene fatta” »

Share Button

Trump, emulo di Hitler

I fatti di questi ultimi giorni in Venezuela, corroborano, per l’ennesima volta, anche se questa volta con assoluta sfrontatezza, l’intenzione di Washington di appropriarsi di questo Paese, stabilendo un protettorato neo coloniale a qualsiasi prezzo.

La conferenza stampa di John Bolton del 30 aprile è la prova affidabile di ciò che diciamo. Bugiardo seriale, ha agito e parlato in totale disprezzo della Carta delle Nazioni Unite, che stabilisce chiaramente il principio di autodeterminazione delle nazioni e condanna tutti i tentativi di sottomettere una di loro alla volontà di un’altra.

Continue reading “Trump, emulo di Hitler” »

Share Button

Perché il Venezuela si ritira dall’OSA?

Mision Verdadhttp://aurorasito.altervista.org

Il ritiro del Venezuela dall’Organizzazione degli Stati americani (OSA) è un fatto senza precedenti.

Cuba è l’unica nazione del continente che non fa parte di quell’organizzazione a causa dell’espulsione nel 1962, come punizione per la rivoluzione guidata da Fidel Castro.

Continue reading “Perché il Venezuela si ritira dall’OSA?” »

Share Button

Venezuela lascia l’OSA

Il governo venezuelano annuncia e ratifica alla comunità internazionale il suo ritiro ufficiale dall’OSA.

Il governo della Repubblica Bolivariana del Venezuela, fedele ai suoi principi repubblicani e democratici e in conformità con la propria Costituzione nazionale e il diritto internazionale, annuncia alla comunità internazionale e ai popoli del mondo, la rottura delle catene che la legavano alla dittatura imposta dagli Stati Uniti nell’Organizzazione degli Stati americani (OSA).

Continue reading “Venezuela lascia l’OSA” »

Share Button

Amnesty International sul Nicaragua: falsa, cinica, incompetente

S. Sefton,Internationalist 360° –  http://aurorasito.altervista.org

Come quasi tutte le grandi ONG occidentali, Amnesty International da tempi è il braccio della guerra psicologica per promuovere l’agenda estera degli Stati Uniti e loro governi alleati. I suoi rapporti sono morbidi sugli alleati degli Stati Uniti ma estremamente aggressivi contro i loro obiettivi.

Continue reading “Amnesty International sul Nicaragua: falsa, cinica, incompetente” »

Share Button

Venezuela, piazze “griffate” contro le lavoratrici/tori

di Geraldina Colotti

“Armati o no, andremo in piazza questo primo Maggio a lottare contro l’usurpazione”. Così, nella seduta del 23 aprile, si sono espressi i deputati dell’Assemblea Nazionale (AN), il Parlamento venezuelano. Il secondo potere dello Stato (sui cinque di cui si compone l’istituito), dalle elezioni legislative del 2015 è governato dalle destre, è incorso in numerose violazioni dell’ordine costituito, ed è stato considerato illegale dal massimo organo di controllo, il Tribunal Supremo de Justicia, deputato a mantenere l’equilibrio dei cinque poteri.

Continue reading “Venezuela, piazze “griffate” contro le lavoratrici/tori” »

Share Button

Quando la destra rimane senza carte

Marco Teruggi www.cubadebate.cu

Gli USA hanno convocato, per la terza volta da gennaio, una riunione del Consiglio di Sicurezza ONU per affrontare la questione Venezuela. Il loro obiettivo, questa volta, era ottenere che Juan Guaidó fosse riconosciuto come presidente ad interim del paese. L’obiettivo è stato posto dal vicepresidente USA Mike Pence, come primo governo a prendere la parola: “è giunto il momento che le Nazioni Unite riconoscano Guaidó come legittimo presidente del Venezuela, e sieda il suo rappresentante in questo organo”.

Continue reading “Quando la destra rimane senza carte” »

Share Button