Tag Archives: Vzla

Allerta in Venezuela prima della nuova aggressione statunitense

Aram Aharonian, CLAE – http://aurorasito.altervista.org

Le autorità venezuelane dubitano delle pretese di Washington e promosse dai mass media di attenuare l’aggressione e i piani di interferenza degli Stati Uniti nel Paese, una nuova “road map” che descrivono come “intorpidimento” in modo che abbassino il guardia. Nel frattempo, Caracas pone le condizioni per un eventuale dialogo coll’opposizione, per superare la crisi.

Continue reading “Allerta in Venezuela prima della nuova aggressione statunitense” »

Share Button

Venezuela, resta un unico presidente

Emir Sader – https://ilmanifesto.it

Tutto era stato programmato per riuscire. Sarebbe stata la consacrazione dell’auto proclamato presidente del Venezuela. Lo accudivano il vicepresidente degli Stati uniti, parlamentari statunitensi, aerei da guerra degli Stati uniti con carichi di aiuti umanitari, tre presidenti latinoamericani.

Continue reading “Venezuela, resta un unico presidente” »

Share Button

Aiuti umanitari? No, grazie

Share Button

Venezuela, fallisce miseramente la farsa degli aiuti umanitari

di Fabio Marcelli www.lantidiplomatico.it

Alla fine il cerchio mediatico allestito con grande dispendio di mezzi e denaro alla frontiera tra Colombia e Venezuela ha fatto flop. Unico evento di un certo rilievo, un episodio ancora in parte oscuro: una camionetta della guardia nazionale bolivariana che sarebbe stata dirottata da tre disertori che hanno forzato il blocco in direzione della Colombia facendo, su territorio colombiano, alcuni feriti, tra i quali una fotografa cilena e distruggendo alcuni camion di aiuti attribuendone la responsabilità al governo venezuelano, in netta contraddizione con testimonianze e filmati disponibili.

Continue reading “Venezuela, fallisce miseramente la farsa degli aiuti umanitari” »

Share Button

La correlazione di forze il giorno dopo

http://misionverdad.com

Il 23 febbraio è trascorso come uno dei giorni più pericolosi trattandosi di un alto rischio di assalto alla Repubblica Bolivariana attraverso l’aperta dichiarazione di minare l’integrità territoriale del Venezuela nelle zone frontaliere del Venezuela con Colombia e Brasile.

Continue reading “La correlazione di forze il giorno dopo” »

Share Button

Miseramente fallita l’operazione ’23 Febbraio’

la figuraccia dell’Impero in Venezuela’

di Fabrizio Casari – altrenotizie

E’ miseramente fallita l’operazione “23 Febbraio”, ovvero il tentativo di violare le frontiere venezuelane con tir e camion contenenti “aiuti umanitari”. Di umanitario non c’era niente e gli aiuti erano destinati all’opposizione di ultradestra: infatti i camion servivano a trasportare in territorio venezuelano armi, munizioni e sabotatori, cioè personaggi e materiali utili allo scatenamento della guerra civile sullo schema già visto in diversi altri paesi, tra i più noti Ucraina e Siria.

Continue reading “Miseramente fallita l’operazione ’23 Febbraio’” »

Share Button

Venezuela: opzione militare?

Dopo il fallimento, USA, gruppo di Lima e opposizione venezuelana optano per la soluzione militare

Álvaro Verzi Rangel, CLAE, – http://aurorasito.altervista.org

L’ingresso fallito del cavallo di Troia degli “aiuti umanitari”, il piano interventista di Stati Uniti ed opposizione venezuelana cercherò di tenere ora, sotto l’ombrello dell’Organizzazione degli Stati americani (in realtà il cosiddetto Gruppo di Lima), di formerebbe una forza combinata che entri in Venezuela, come fatto ad Haiti nel 2004. Sotto l’egida del vicepresidente statunitense Mike Pence sicuramente il gruppo allineato a Washington accetterà altre sanzioni contro il Venezuela per chiudere ulteriormente l’assedio finanziario, col “falso positivo” su ogni violenza o reazione delle Forze Armate Nazionale Bolivariane (FANB).

Continue reading “Venezuela: opzione militare?” »

Share Button

Cifre e Dati che smontano la “Crisi Umanitaria” in Venezuela

da lantidiplomatico.it – Mision Verdad

L’annuncio dell’ingresso  di “aiuti umanitari” da parte degli Stati Uniti attraverso i confini della Colombia e del Brasile – valutato 20 milioni di dollari e totalmente irrisorio in contrasto con il danno prodotto dall’assedio finanziario quantificato in 30 miliardi di dollari – non riesce ad egemonizzare l’opinione pubblica, in particolare per le minacce di intervento militare che sono filtrate dalla Casa bianca, ma anche perché i dati reali sulla situazione politica ed economica del Venezuela non sono in sintonia con quelli delle nazioni che vivono una profonda devastazione sociale.

Continue reading “Cifre e Dati che smontano la “Crisi Umanitaria” in Venezuela” »

Share Button

Giornata antivenezuelana in Messico

Ángel Guerra Cabrera https://lapupilainsomne.wordpress.com

L’attacco contro la Rivoluzione Bolivariana è al suo punto più alto e più minaccioso da che Hugo Chavez, promosso da una formidabile onda popolare giungesse alla presidenza nel 1999. Più minaccioso, perché il popolo e l’alto comando militare venezuelani hanno serrato le file con il presidente Nicolás Maduro ed impedito, con esso, il colpo di Stato. Quindi a Trump non resta altra alternativa che un costosissimo intervento militare o il dialogo con Maduro, il presidente legittimo e costituzionale.

Continue reading “Giornata antivenezuelana in Messico” »

Share Button

HispanTV: intervista a Maduro

Il presidente del Venezuela, Nicolás Maduro, ha concesso un’intervista esclusiva ad HispanTV in cui affronta la situazione del paese di fronte dell’arroganza degli Stati Uniti.

Continue reading “HispanTV: intervista a Maduro” »

Share Button

Trump pianifica un intervento militare contro il Venezuela dal 2017

La minaccia di un intervento armato contro il Venezuela è concreta. Questa sarebbe addirittura pianificata dal 2017 secondo quanto rivelato da Andrew McCabe, ex direttore del Federal Bureau of Investigation (FBI) nel suo libro ‘The Threat: How the FBI Protects America in the Age of Terror and Trump’.

Continue reading “Trump pianifica un intervento militare contro il Venezuela dal 2017” »

Share Button

Venezuela. Lo show di Trump contro il popolo della pace

di Geraldina Colotti

“Uno show a buon mercato”. Così il presidente del Venezuela, Nicolas Maduro, ha definito “l’aiuto umanitario” che Trump e i suoi tirapiedi vorrebbero allestire alla frontiera. Uno show neanche troppo a buon mercato, visto i costi per assistere al concerto organizzato dall’opposizione venezuelana. Il teatro si situa al confine tra la Colombia e il Venezuela, da sempre snodo dei traffici che hanno cercato di mettere in ginocchio la Repubblica bolivariana. Per quella via potrebbero entrare i paramilitari colombiani, creando l’incidente tanto desiderato dai falchi del Pentagono, che da mesi ne preparano le condizioni.

Continue reading “Venezuela. Lo show di Trump contro il popolo della pace” »

Share Button

Venezuela: una guerra di V generazione sulla via del fallimento?

Álvaro Verzi Rangel, CLAE – http://aurorasito.altervista.org

In Venezuela siamo nel bel pieno di una guerra di quinta generazione (G5G), in cui viene verificato l’assassinio della verità e il tentativo di sostituirla con una realtà virtuale che serve a minare, spezzare i popoli, assassinare idee laddove armi e strumenti vecchi non sono più utili. “La verità è la prima vittima della guerra”, disse Esquilo, 2500 anni fa.

Continue reading “Venezuela: una guerra di V generazione sulla via del fallimento?” »

Share Button

La demagogia di Trump si spegne

Finian Cunningham, SCF – http://aurorasito.altervista.org

Può sembrare ossimorico, ma il presidente Trump è la prova vivente che i matti possono pensare in grande. Non contento del “solo” minaccioso cambio di regime in Venezuela, il capo nordamericano espanda la missione per liberare l’emisfero occidentale dal socialismo, con Cuba e Nicaragua in fila per la “salvezza” degli Stati Uniti. In un discorso particolarmente sconvolto lo scorso fine settimana a Miami, in Florida, Trump dichiarava il Presidente Nicolas Madura un “burattino cubano” e “dittatore fallito”.

Continue reading “La demagogia di Trump si spegne” »

Share Button

Haiti – Venezuela: due pesi, due misure

Share Button