Category Archives: – prigionieri

Senza rayadillos in Washington D.C.

Personalità di diverse parti del mondo chiedono che si liberino gli eredi di Ignacio Agramonte e Julio Sanguily dall’ingiusto carcere in cui i  rayadillos di oggi li vogliono mantenere

Iroel Sanchez pubblicato in Cubahora

10438805_10204042600530182_920938512_nL’8 giugno è il Giorno del Giurista a Cuba. In questa data si laureò come avvocato, Ignacio Agramonte, un eroe della prima guerra per l’indipendenza di Cuba dalla Spagna. Laureato in Giurisprudenza presso l’Università di L’Avana, Agramonte lasciò il comfort di una professione cittadina per battersi sul campo ed affrontare l’esercito spagnolo, appena scoppiò la prima guerra cubana, per svincolarsi del dominio coloniale.

Adorato dai suoi subordinati, Ignacio Agramonte morì giovane ma ebbe il tempo per fissare nei suoi uomini un alto senso della disciplina e lealtà. In soli cinque anni di vita militare creò un gruppo leggendario, la cavalleria camagüeyana. Con essa effettuò una prodezza che i bambini cubani imparano, molto presto, nelle loro scuole: il salvataggio del Brigadiere Julio Sanguily. Continue reading “Senza rayadillos in Washington D.C.” »

Share Button

Messaggio di Fernando

Share Button

Cindy Sheehan è indignata per la prolungata ingiustizia contro i Cinque

http://it.cubadebate.cu

452La pacifista statunitense Cindy Sheehan è indignata perché da quasi 16 anni dall’arresto a Miami dei Cinque cubani, il governo del suo paese continua ancora oggi senza dare una soluzione umanitaria a questo caso.

“Amo i Cinque e le loro famiglie, e mi fa molto male l’ingiustizia che hanno dovuto soffrire durante più di 15 anni”, ha affermato Sheehan in una conversazione via elettronica con Prensa Latina, poco prima di viaggiare a Washington, dove questo venerdì parteciperà alla III Giornata Cinque giorni per i Cinque. Continue reading “Cindy Sheehan è indignata per la prolungata ingiustizia contro i Cinque” »

Share Button

Menchù e Esquivel inviano un messaggio alla giornata per i Cinque a Washington

10438805_10204042600530182_920938512_n

http://it.cubadebate.cu

esquivel-menchúI premi Nobel Rigoberta Menchù, guatemalteca, ed Adolfo Perez Esquivel, argentino, hanno inviato il loro messaggio di appoggio ad una giornata che si celebra a Washington a beneficio di tre dei Cinque cubani incarcerati negli Stati Uniti.

Questi testi, come quello del teologo brasiliano Frei Betto, sono stati letti oggi poco prima dell’inizio della conferenza Nuova Era nelle Relazioni Stati Uniti-Cuba che si svolgerà tra il 5 ed il 6 giugno, dentro il programma della III Giornata Cinque giorni per i Cinque a Washington D.C. Continue reading “Menchù e Esquivel inviano un messaggio alla giornata per i Cinque a Washington” »

Share Button

Camila Vallejo chiede ad Obama la libertà degli antiterroristi cubani

10438805_10204042600530182_920938512_n

http://lapupilainsomne.wordpress.com

Santiago, 5 maggio 2014

SR. BARACK OBAMA
PRESIDENTE DEGLI STATI UNITI

727Signor Presidente :

Attraverso questa lettera, voglio unirmi al clamore espresso da un gran numero di esseri umani in tutto il mondo, tra cui artisti, intellettuali, parlamentari, giuristi e persone di buona volontà, che si aspettano da Lei una decisione di elementare giustizia, in particolare tenendo conto della sua qualità di Premio Nobel per la Pace.

Si tratta dell’indulto a 3 cittadini cubani, ingiustamente detenuti nelle carceri del suo paese  solo per cercare di proteggere Cuba da atti terroristici pianificati nel territorio degli Stati Uniti. Continue reading “Camila Vallejo chiede ad Obama la libertà degli antiterroristi cubani” »

Share Button

Gerardo oggi compie 49 anni

gerardo-4junio

Dalla difesa  presentata da Gerardo Hernandez Nordelo nell’udienza del 12.12.2001 

[…] il PM ritiene, e così l’ha richiesto, che io devo passare il resto della mia vita in carcere. Confido che se non in questo, in un altro livello del sistema, la ragione e la giustizia prevarranno sui preconcetti politici e sui desideri di vendetta e si comprenderà che non abbiamo arrecato alcun danno a questo paese per meritare una simile condanna. Tuttavia, se così non fosse, mi permetterei di ripetere le parole di uno dei più grandi patrioti di questa nazione, Nathan Hale quando disse: “Lamento solo di avere una sola vita da offrire alla mia patria”. […]

Share Button

Inizia la Giornata Internazionale Cinque giorni per i Cinque a Washington

Azioni in 40 paesi in appoggio alla Giornata per i Cinque negli USA Numerose azioni  simultanee sono state confermate in circa 40 paesi in appoggio alla 3ª Giornata di Denuncia e Solidarietà Cinque Giorni per i Cinque, che comincia oggi a Washington DC, capitale degli Stati Uniti.

10438805_10204042600530182_920938512_n

Deisy Francis Mexidor

L’incontro che durerà sino all’11 giugno vuole aumentare la pressione politica internazionale a favore di una definitiva soluzione al caso dei Cinque antiterroristi cubani, tre dei quali, Gerardo Hernández, Ramón Labañino e Antonio Guerrero, sono sempre reclusi.

Secondo il programma è prevista una conferenza tra il 5 e il 6 detta “La nuova era delle relazioni tra gli USA e Cuba” accettando il crescente clamore che giunge da differenti settori per il ristabilimento di questi vincoli, rotti unilateralmente da Washington nel 1961. Continue reading “Inizia la Giornata Internazionale Cinque giorni per i Cinque a Washington” »

Share Button

La SIP accusa l’Avana

Arthur Gonzalez http://heraldocubano.wordpress.com

murato1Seguendo gli orientamenti di coloro che la pagano, a Washington, l’Inter American Press Association (SIP), ha accusato Cuba di “censurare”, al momento del lancio,  l’accesso al nuovo libello della blogger ufficiale  Yoani Sánchez Cordero.

14ymedio é il nome del giornale online, made in USA, e, come è normale, la SIP a tutta velocità si é lanciata per pronunciarsi contro il governo cubano.

Assume atteggiamento opposto quando le notizie provengono dall’isola; per le censure imposte dal governo degli Stati Uniti non c’è lo stesso trattamento. Continue reading “La SIP accusa l’Avana” »

Share Button

Obama ascolta solo i talebani…dell’Afghanistan o di Miami

cinco-gross

di Iroel Sanchez http://lapupilainsomne.wordpress.com

Tutti i mezzi di comunicazione del mondo parlano del fatto che il governo del presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, ha concordato con i talebani il rilascio di cinque prigionieri detenuti nel carcere illegale di Guantanamo illegale in cambio di un soldato USA imprigionato da tale organizzazione in Afghanistan.

Tuttavia, il richiesto accordo umanitario per scambiare un “contractor” USA, condannato a Cuba per crimini contro la sicurezza dello Stato, mentre lavorava per il governo degli Stati Uniti per tre dei Cinque prigionieri cubani che monitoravano le attività dei gruppi terroristici nel sud della Florida è ancora in attesa della valutazione della Casa Bianca su sfidare l’estrema destra di Miami. I due antiterroristi cubani rimessi in libertà sono usciti solo dopo aver scontato integralmente la condanna. Continue reading “Obama ascolta solo i talebani…dell’Afghanistan o di Miami” »

Share Button

Guantanamo: alimentazione forzata e assassinii presentati come suicidi

 gua

www.cubainformacion.tv

Una giudice statunitense ha approvato l’applicazione forzata dell’alimentazione di un detenuto in sciopero della fame nel carcere di Guantanamo.

Abu Wa Dhiab, siriano detenuto dal 2002, si rifiuta di ingerire cibo e acqua. Si tratta di uno dei prigionieri della base navale che ha deciso di portare la loro protesta sino al martirio.

L’amministrazione Obama ha riconosciuto, nel 2009, che non vi era alcuna ragione giuridica per detenere questo prigioniero. Ma, quattro anni dopo, la sua situazione – come quella della maggior parte dei 155 prigionieri del carcere – prosegue nello stesso limbo giuridico. Continue reading “Guantanamo: alimentazione forzata e assassinii presentati come suicidi” »

Share Button

Parlamento del Nicaragua x la liberazione dei 5

J cartelL’Assemblea Nazionale del Nicaragua ha reiterato ieri martedì 27, la sua richiesta al presidente nordamericano, Barack Obama, di utilizzare  misure immediate per liberare i tre antiterroristi cubani che sono ingiustamente reclusi  negli Stati Uniti.

In una dichiarazione approvata ieri, il Parlamento ha riferito che in questo modo si rimedierebbe all’ingiustizia commessa contro  Gerardo Hernández, Antonio Guerrero e Ramón Labañino, ch potrebbero tornare con le loro famiglie e riunirsi con  René González e Fernando González,  che sono tornati a Cuba dopo aver scontato le loro arbitrarie condanne.

Continue reading “Parlamento del Nicaragua x la liberazione dei 5” »

Share Button

Noam Chomsky alla Giornata di solidarietà con i Cinque a Washington

Radio Habana Cuba – Traduzione GM – Granma Internacionalcinqueobama

L’accademico Noam Chomsky assieme  a  giuristi, religiosi, scrittori, intellettuali, leaders sindacali e attivisti sociali, tre le molte personalità del mondo, parteciperà alla  III Giornata Cinque giorni per i Cinque Cubani, dal 4 all’11 giugno,  a Washington, per esigere la libertà degli antiterroristi ancora reclusi negli Stati Uniti.

“È un caso incredibile. Cuba offerse la sua cooperazione agli Stati Uniti nella lotta contro il terrorismo e di fatto il FBI inviò il suo personale  nell’Isola per informarsi.

Quello che è accaduto dopo è stato l’arresto dei cubani che si erano infiltrati nei gruppi di terroristi di Miami. È realmente ripugnante.  E credete che l’opinione pubblica è stata informata?

Nessuno sa niente di tutto questo.  Questi cubani s’infiltrarono nelle organizzazioni di terroristi radicate negli Stati Uniti, che violano le leggi del paese e che cos’è accaduto?  Hanno arrestato gli infiltrati e non i terroristi. È una cosa incredibile. Gli USA non hanno cooperato con Cuba nella lotta contro il terrorismo perchè questo conduce direttamente ai gruppi di terroristi radicati nello stesso territorio statunitense.

Si terranno conferenze di prestigiosi esperti del caso dei Cinque e le relazioni Stati Uniti -Cuba, e una manifestazione di fronte alla Casa Bianca per domandare la libertà di quei combattenti e la fine del blocco contro l’Isola.

Al reclamo per il ritorno degli antiterroristi Gerardo Hernández, Antonio Guerrero e Ramón Labañino, per farli tornare in Patria  si sommeranno inoltre l’attore  Danny Glover, l’attivista Angela Davis, lo scrittore Ignacio Ramonet, il teologo Frei Betto e molte altre personalità.

Gerardo, Antonio e Ramón fanno parte del gruppo dei Cinque, con René González e Fernando González, già tornati a Cuba dopo aver scontato tutta la loro ingiusta  condanna.

Share Button

Libertà per i 5: la lettera di Tony Guerrero per il compleanno di sua madre

TonyMirtaMaruchi

“È mia madre che guardo sempre come il più sublime esempio d’amore che mi ha dato la vita”, scrive Tony nella sua lettera in occasione del compleanno di sua madre, Mirta Rodríguez.

 

Cari amici.

Qui hanno appena aperto le porte, sono le sei. E qui io sto davanti a questo piccolo schermo pensando: Oggi la mia adorata madre compie 82 anni.

Poche settimane fa abbiamo avito la sorte di rivederci fisicamente, perchè noi ci stiamo vedendo ogni giorno attraverso gli occhi del cuore, quelli che guardano al di là dei muri e delle frontiere.

Mia madre è bella, è sempre stata bella, ma oggi lo è di più. Continue reading “Libertà per i 5: la lettera di Tony Guerrero per il compleanno di sua madre” »

Share Button