Tag Archives: osa

Le doppiezze dell’OSA

Marina Menendez http://www.cubadebate.cu

Rivedendo la storia, chiunque si chiede come l’Organizzazione degli Stati Americani (OSA) sopravvive se, moralmente e materialmente, sono stati così tanto vilipesi i suoi precetti, e dopo che l’organismo ha dimostrato, a sfare, il suo status di strumento politico, creato e gestito dagli USA per assicurare la sua egemonia nell’emisfero.

Continue reading “Le doppiezze dell’OSA” »

Share Button

Donald Trump: terminò l’outsider?

Iroel Sánchez  https://lapupilainsomne.wordpress.com/

trump america latina unidaTutto sembrava indicare che Donald Trump non arrivò alla Casa Bianca con l’America Latina tra le sue priorità.

A differenza di quello che è successo con il Medio Oriente, dove dalla campagna elettorale le sue minacce all’Iran hanno generato risposte dal governo di Teheran e aumentato le tensioni in uno scenario in cui gli USA hanno perso la leadership a partire dal ruolo della Russia nella crisi siriana, in America Latina era stato diverso.

Continue reading “Donald Trump: terminò l’outsider?” »

Share Button

Confermato, Almagro è CIA

Patricio Montesinos http://www.cubadebate.cu

almagro CIA_injerenciLe successive azioni dell’attuale segretario generale dell’Organizzazione degli Stati Americani (OSA), Luis Almagro, contro i processi progressisti in Nostra America confermano i suoi stretti vincoli con la Central Intelligence Agency (CIA) USA.

Almagro, massimo rappresentante del “ministero delle colonie di Washington”, dicasi OSA, riceve ingenti somme di denaro, della CIA, affinché, dal suo incarico, aggredisca le nazioni dell’America Latina e dei Caraibi, dove sono in scena processi rivoluzionari.

Continue reading “Confermato, Almagro è CIA” »

Share Button

Dichiarazione MINREX

minrexMezzi internazionali di stampa diffusero nelle ultime settimane l’intenzione del Segretario Generale dell’OSA, Luis Almagro Lemes, di viaggiare a L’Avana per ricevere un “premio” inventato da un piccolo gruppo illegale anti cubano che opera in collaborazione con la Fondazione per la Democrazia Panamericana, di estrema destra, creata nei giorni del VII Vertice delle Americhe del Panama, per canalizzare sforzi e risorse contro governi legittimi ed indipendenti nella “Nostra America”.

Continue reading “Dichiarazione MINREX” »

Share Button

La congiura degli ex

Iroel Sánchez https://lapupilainsomne.wordpress.com

almagro buitreI titoli si prospettavano: “Cuba non permette entrare al Segretario Generale dell’OSA,” ma nulla dice che una settimana fa uno dei più cospicui rappresentanti di coloro che desiderano ristabilire il controllo USA sull’isola, il senatore Marco Rubio, si è incontrato, a Miami, con il presidente USA Donald Trump.

Continue reading “La congiura degli ex” »

Share Button

II Dichiarazione Avana: la vera ed irrinunciabile indipendenza

Dal 22 al 31 gennaio 1962 -a Punta del Este, Uruguay- si svolse l’ VIII Riunione di Consultazione dei Ministri degli Esteri che fu convocata dal Consiglio Permanente dell’OSA con il vile scopo di promuovere nuove sanzioni economiche e politiche contro il Governo Rivoluzionario cubano.

Continue reading “II Dichiarazione Avana: la vera ed irrinunciabile indipendenza” »

Share Button

55 anni di genocidio contro Cuba

E. Ramirez Cañedo http://www.cubadebate.cu

bloqueo cuba 55 trumpIl 3 febbraio 1962, il presidente USA, John. F. Kennedy, firmò l’Ordine Esecutivo Presidenziale n°3447, attraverso il quale si ufficializzò il blocco totale del commercio con Cuba. I pretesti utilizzati nel documento e che formarono parte, per anni, del discorso dell’elite al potere negli USA, integravano la grande cospirazione dove era imprescindibile presentare l’isola aggredita come l’aggressore. Il suo grande peccato, aver fatto una vera Rivoluzione nell’emisfero occidentale, rompendo con i requisiti minimi “di sicurezza” istituiti dalla nazione del nord per l’America Latina ed i Caraibi, dopo la seconda guerra mondiale.

Continue reading “55 anni di genocidio contro Cuba” »

Share Button

Almagro, il «pompiere piromane» contro IL Venezuela

almagro osa NapoleonIl Segretario Generale dell’Organizzazione degli Stati Americano (OSA), Luis Almagro, non perde occasione per lanciare critiche – tanto ingenerose quanto infondate – nei confronti del Venezuela bolivariano. L’occasione questa volta è data dalla riunione della Delegazione dell’Assemblea Parlamentare Euro-Latinoamericana (DLAT), dove il politico uruguayano ha definito il processo di dialogo in corso in Venezuela con la mediazione del Vaticano e di alcuni ex presidenti tra cui lo spagnolo Zapatero, come «negativo» perché «la mancanza di dialogo è un segnale chiaro del fallimento democratico (…) pensiamo che il dialogo debba essere di alto livello».

Continue reading “Almagro, il «pompiere piromane» contro IL Venezuela” »

Share Button

Cuba non ritornerà mai all’OSA

Patricio Montesinos http://www.cubadebate.cu

OSA cappelloI cubani hanno un marcato orgoglio nazionale e regionale, al contempo rifiutano il minimo tentativo di dominazione straniera, ragioni per le quali mai ritorneranno all’Organizzazione degli Stati Americani (OSA), un soggetto che, dalla sua creazione, è stato finanziato da Washington e ha avuto come sede la capitale USA.

Continue reading “Cuba non ritornerà mai all’OSA” »

Share Button

Venezuela, Maduro nel mirino di Tillerson (e di Casini)

di Geraldina Colotti – Il Manifesto

fbe403b77ef000bac8f51de530be7926Cannoniere puntate contro il Venezuela, che non si piega ai poteri forti. La prima bordata arriva, ovviamente, dagli USA. La seconda, da un suo vassallo storico, l’Italia.

Continue reading “Venezuela, Maduro nel mirino di Tillerson (e di Casini)” »

Share Button

USA sul Venezuela: “transizione democratica”

TillersonAmministrazione Trump e l’America Latina, non ci siamo proprio come inizio. Ancora non ha iniziato il suo nuovo ruolo da Segretario di Stato e Tillerson dichiara già di voler raggiungere un’alleanza con il governo golpista brasiliano, quello della Colombia e l’OSA per arrivare ad una “transizione democratica” in Venezuela.

Continue reading “USA sul Venezuela: “transizione democratica”” »

Share Button

56 anni dalla rottura delle relazioni diplomatiche USA-Cuba

Elier Ramirez Cañedo http://www.granma.cu

Chiarendo i fatti

rompen-relacionesNell’aprile 1959 Fidel si reca negli USA -la sua seconda uscita all’esterno dopo il trionfo della Rivoluzione-, [1] non per chiedere soldi come erano soliti i presidenti della repubblica borghese neocoloniale, ma per spiegare i percorsi che avrebbe preso la Rivoluzione e cercare di ottenere la comprensione del governo e del popolo USA sul nuovo momento storico che si viveva a Cuba.

Continue reading “56 anni dalla rottura delle relazioni diplomatiche USA-Cuba” »

Share Button

Le 10 vittorie del presidente Maduro nel 2016

di Ignacio Ramonet – teleSUR – http://www.lantidiplomatico.it

maduroTutto si presentava molto complicato, al principio del 2016, per le autorità di Caracas.

Principalmente per tre ragioni:

1) l’opposizione neoliberista aveva vinto le elezioni legislative del dicembre 2015 e controllava l’Assemblea Nazionale:

2) i prezzi del petrolio, principale risorsa del Venezuela, erano caduti al livello più basso degli ultimi decenni;

3) il presidente statunitense Barack Obama aveva firmato un ordine esecutivo dove si dichiarava che il Venezuela rappresentava una «minaccia inusuale e straordinaria per la sicurezza nazionale e la politica estera degli Stati Uniti» [I]

Continue reading “Le 10 vittorie del presidente Maduro nel 2016” »

Share Button

Un’esperienza sulla libertà di espressione nel #IGF2016.

Iroel Sánchez https://lapupilainsomne.wordpress.com

giornalistiIl giorno prima dell’inizio dell’Internet Global Forum (IGF) che comincia a Guadalajara, Messico, si sono realizzati diversi seminari “pre-evento”. In uno di essi l’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’Educazione e la Cultura (UNESCO) ha presentato la sua relazione sulla protezione dei giornalisti e della libertà di espressione, che raccoglie l’assassinio di 84 informatori, durante il 2015, in tutto il mondo, tema in cui si centrarono gli interventi di sette relatori, lasciando solo quindici minuti per le domande da parte del pubblico, dove sono intervenute tre persone l’ultima delle quali ero io.

Continue reading “Un’esperienza sulla libertà di espressione nel #IGF2016.” »

Share Button

Maduro in Vaticano:

riprende il dialogo ma la destra vuole la guerra

Geraldina Colotti – il manifesto

170741554-594x350_1477332531«La Patria no se vende», ha detto il papa in un messaggio per il Bicentenario dell’Indipendenza argentina. «Una Patria che, nel suo anelito di fratellanza, si proietta ben oltre i limiti del Paese: fino alla Patria Grande di San Martín e Bolívar. Preghiamo – ha ripetuto – per questa Patria Grande: che il Signore la protegga, la faccia più forte, più fraterna e la difenda da ogni tipo di colonizzazione».

Continue reading “Maduro in Vaticano:” »

Share Button