Cuba: la cura dei bambini leucemici

cura“Quasi l’80 per cento dei bambini con la  leucemia in Cuba, sono stati curati da questa malattia frequente nell’infanzia in tutto il mondo”, ha detto il dottor Sergio Machín, specialista di II Grado in Ematologia e a  capo della  clinica pediatrica dell’Istituto di Ematologia e Immunologia (IHI), che ha spiegato che questo successo è il risultato della portata del sistema nazionale di salute, che permette risultati come quelli dei paesi più sviluppati. Continue reading “Cuba: la cura dei bambini leucemici” »

Share Button

Venezuela: piano di assassinio e golpe

complo1L’alto comando politico della Rivoluzione venezuelana ha mostrato le prove che coinvolgono la ex deputata dell’opposizione María Machado nel piano per uccidere il presidente Nicolás Maduro e il colpo di Stato contro il suo governo.

Il portatore dell’informazione è stato uno dei suoi membri, Jorge Rodríguez, che ha offerto i dettagli di un’investigazione penale e criminale realizzata dal sistema di giustizia del paese, ha informato Prensa Latina.

In vari messaggi di posta elettronica inviati dalla Machado si evidenza la manipolazione della ex deputata con le azioni di violenza che avvengono nel paese dal principio dell’anno, che vedono coinvolte figure della politica nordamericana, come Kevin Whitaker, attuale ambasciatore degli Stati Uniti in Colombia. Continue reading “Venezuela: piano di assassinio e golpe” »

Share Button

Chi si nasconde dietro i golpe ‘morbidi’?

Elizabeth Rivas http://miradasencontradas.wordpress.com

images61R26FH0I tempi cambiano e con loro i metodi di dominazione, e anche se le ansie e gli obiettivi sono gli stessi, ora non possono essere instaurati dittatori sulla punta di fucile né scurire intere nazioni con un tenebroso Piano Condor, almeno non apertamente, almeno non contro l’opinione pubblica internazionale. Ciò lo hanno capito molto bene i nostri nemici e deve essere stato questa una delle ragioni per cui oggi i loro obiettivi sono mascherati e si sviluppano dietro strategie mediatiche che utilizzano la tecnologia dell’informazione.

Molti aggettivi per una stessa cosa, direi io, osserviamo: cosa sono i golpe morbidi, rivoluzione colorata, guerra non convenzionale, golpe dolce, guarimbas, primavera araba, guerra di quarta generazione, guerra asimmetrica o la famosa guerra psicologica? Tra questi ed altri fenomeni con il propria denominazione, a seconda del paese in cui si svolgono, non c’è alcuna differenza. Tutti hanno l’obiettivo di destabilizzare i governi, seguendo una linea che è stata perfezionata nel corso del tempo, gli esempi abbondano e non credo logico  ridondarli. Continue reading “Chi si nasconde dietro i golpe ‘morbidi’?” »

Share Button

Stiamo parlando di libertà di stampa?

Telesur,  vietato negli Stati Uniti e bloccato dai cablo privati in America Latina

http://razonesdecuba.cubadebate.cu/

telesurGli stessi media mainstream che ogni giorno ci ripetono che non c’è libertà di stampa a Cuba o in Venezuela , tacciono aspetti importanti su questo tema.

Ad esempio che Telesur  il canale pubblico a cui partecipano Argentina, Bolivia, Cuba, Ecuador, Nicaragua, Uruguay e Venezuela, è bloccato in molte regioni e paesi del mondo: perché le società cablo private hanno semplicemente deciso di non includere il segnale di Telesur nella loro offerta.

Il presidente del canale televisivo venezuelano Vive TV, Mauricio Rodriguez ha denunciato, recentemente, che negli Stati Uniti Telesur è, in pratica, proibito per questo motivo. Continue reading “Stiamo parlando di libertà di stampa?” »

Share Button

Colombia: in gioco la pace o la guerra in America Latina

 Ángel Guerra Cabrera http://lapupilainsomne.wordpress.com

paz-en-colombia


Il secondo turno delle elezioni presidenziali colombiane, il 15 giugno, avrà un’eccezionale importanza per l’America Latina e i Caraibi.

Se s’imporrà il candidato uribista Oscar Iván Zuluaga, la cui campagna di guerra sporca é stata diretta da Uribe, salterà il processo di pace, a L’Avana, tra le FARC ed il governo colombiano ed il paese precipiterà in una sanguinosa escalation  delle ostilità con questa guerriglia e quella dell’ELN.

Zuluaga ha basato la sua campagna sulla mano dura contro la guerriglia ed ha dichiarato, il giorno dopo la sua vittoria al primo turno, che sospenderà “temporaneamente” i  colloqui di pace a L’Avana fino a che le FARC, che definisce come “il più grande cartello di narcotraffico nel mondo”, accettino un cessate il fuoco unilaterale ed altre condizioni onerose. Ciò equivale a chiedere alla guerriglia di arrendersi senza condizioni, ciò che porrebbe fine al promettente processo di pace. Continue reading “Colombia: in gioco la pace o la guerra in America Latina” »

Share Button

La divertente intervista di Yoani Sánchez a Joe Biden

M. H. Lagarde       http://cambiosencuba.blogspot.it

yoani bidenNon ho scritto nulla sul tanto strombazzato giornale di Yoani Sánchez ’14ymedio’ perché il “medio” (mezzo) mi é sempre suonato come “medio umoristico”, soprattutto dopo aver letto quella battuta a mo di presentazione in cui la blogger – che alcuni anni fa visitava furtivamente la SINA ed ora viaggia come turista alla Casa Bianca – affermava che detto sito “indipendente” non avrebbe avuto alcun impegno ideologico o politico di sorta.

Continue reading “La divertente intervista di Yoani Sánchez a Joe Biden” »

Share Button

Nessuno che li capisca

 Arthur Gonzalez http://heraldocubano.wordpress.com

lavaggioJorge Mas Santos, presidente della Fondazione Nazionale Cubano Americana (FNCA), ha appena dichiarato, a Miami, che la sua organizzazione controrivoluzionaria amplierà il programma di borse di studio perché sino a 40 studenti cubani possano studiare nelle università della Florida. Il programma che sviluppa la FNCA ha attualmente 15 studenti nel Miami Dade College. Per la prossima edizione della borsa di studi però il governo degli Stati Uniti gli ha assegnato il finanziamento per espandere il progetto di lavaggio del cervello di più ragazzi cubani, con l’obiettivo di formare futuri “agenti del cambiamento”, che possano trasformare il sistema socialista a Cuba nel capitalismo al totale servizio di Washington.

Continue reading “Nessuno che li capisca” »

Share Button

Perché ‘non ha funzionato’ il blocco genocida contro Cuba?

intestabella

Bartolome Sancho Morey  giornalista delle baleari, residente a L’Avana, di nazionalità spagnola e venezuelana. Ex dirigente della UGT.  www.cubainformacion.tv

cubainformacionRecentemente un folto gruppo di personalità politiche USA di entrambi i partiti (democratici e repubblicani), tra cui vi sono John Negroponte, ex direttore dell’Intelligence Nazionale sotto il presidente George W. Bush, tre ex consiglieri di stato per l’ Emisfero Occidentale, eccetera hanno firmato una lettera-documento, in cui, visto che in 52 anni di blocco genocida contro Cuba non ha funzionato-prodotto i frutti per i quali, a suo tempo, fu creato: sconfiggere a fuoco e sangue la rivoluzione chiedono ad Obama, con il solo ed esclusivo scopo – attraverso nuove idee di rendere “flessibile la sua politica” per potere in nome della libertà, della democrazia e dei diritti umani, eccetera – penetrare nell’isola e far saltare la Rivoluzione cubana. Continue reading “Perché ‘non ha funzionato’ il blocco genocida contro Cuba?” »

Share Button

Parlamento del Nicaragua x la liberazione dei 5

J cartelL’Assemblea Nazionale del Nicaragua ha reiterato ieri martedì 27, la sua richiesta al presidente nordamericano, Barack Obama, di utilizzare  misure immediate per liberare i tre antiterroristi cubani che sono ingiustamente reclusi  negli Stati Uniti.

In una dichiarazione approvata ieri, il Parlamento ha riferito che in questo modo si rimedierebbe all’ingiustizia commessa contro  Gerardo Hernández, Antonio Guerrero e Ramón Labañino, ch potrebbero tornare con le loro famiglie e riunirsi con  René González e Fernando González,  che sono tornati a Cuba dopo aver scontato le loro arbitrarie condanne.

Continue reading “Parlamento del Nicaragua x la liberazione dei 5” »

Share Button

La visita del presidente della Camera di Commercio degli USA

visita-1-28mayoIl presidente esecutivo principale Sr. Thomas J. Donohue è giunto a L’Avana ieri martedì. Lui e la delegazione che lo accompagna sono stati ricevuti dal ministro delle Relazioni Estere, Bruno Rodríguez Parrilla e da  Rodrigo Malmierca Díaz, ministro del Commercio Estero e l’Investimento Straniero, ed hanno conversato con loro.

Nel pomeriggio di ieri, martedì 27, è giunta a L’Avana una delegazione della Camera di Commercio degli Stati Uniti guidata dal presidente esecutivo principale, il Sr. Thomas J. Donohue, che viaggia accompagnato dai signori  Steve Van Andel, presidente della Giunta dei Dirigenti della  Camera di Commercio e presidente della compagni  AMWAY, e Marcel Smits, vicepresidente esecutivo e direttore finanziario della Corporazione Cargill.

La delegazione è formata da altri dirigente e funzionari della Camera di Commercio statunitense.

Dopo l’arrivo nella capitale cubana si sono svolte conversazioni con il ministro delle Relazioni Estere  Bruno Rodríguez Parrilla e con Rodrigo Malmierca Díaz, ministro del Commercio Estero e l’Investimento Straniero.

Durante il loro soggiorno in Cuba, incontreranno altri dirigente e visiteranno luoghi d’interesse vincolati principalmente al processo di attualizzazione del modello economico cubano.

Share Button

LaCubanada , nuova azione segreta per la sovversione a Cuba

   Noel Martinez Martinez www.cubadebate.cu

Usaid

Come da più di mezzo secolo, i nemici della Rivoluzione cubana continuano ad impegnarsi per cambiare il corso dell’isola e portare, Cuba, su percorsi incerti.

Continue reading “LaCubanada , nuova azione segreta per la sovversione a Cuba” »

Share Button

Qualcosa da ricordare

Arthur Gonzalez http://heraldocubano.wordpress.com

YoaniciaL’ 11 dicembre 1959, alla vigilia della celebrazione del primo anniversario del trionfo rivoluzionario in Cuba, J.C.King capo della Divisione dell’Emisfero Occidentale della CIA, inviò un memorandum al suo direttore, Allen Dulles, in cui esponeva la sua visione rispetto agli eventi sull’isola, la tendenza di sinistra dei suoi dirigenti e una serie di raccomandazioni per evitare i progressi di questa scuola di pensiero, in un’area dominata, a partire dalla fine del secolo XIX, politicamente ed economicamente dagli Stati Uniti.

Continue reading “Qualcosa da ricordare” »

Share Button

Lodati i benefici dell’Operazione Miracolo

Prensa Latina – Foto archivio

milagro-27mayoPiù di 2 milioni 577.000 persone hanno recuperato la vista  sino ad oggi, grazie all’Operazione Miracolo, un programma cubano – venezuelano che si sviluppa in numerosi paesi e i cui benefici sono stati apprezzati dalle autorità sanitarie nella OMS, a Ginevra.

Pilar González, direttrice del Piano Nazionale di Salute Rurale dell’Uruguay, ha dichiarato a PL che nel suo paese funziona dal 2007 il Centro Oculistico José Martí, in cui sono stati realizzati più d 40.000 interventi chirurgici gratuiti. Continue reading “Lodati i benefici dell’Operazione Miracolo” »

Share Button

Dichiarazione dei ministri degli Esteri di UNASUR

Il Consiglio dei Ministri e i Ministri delle Relazioni Estere,

1. In considerazione  della realizzazione prevista del  VII  Vertice delle Americhe a Panamá nel  2015,  che durante la 44ª Assemblea Generale della OEA che si realizzerà nel  giugno del 2014 in Asunción, il Gruppo di Revisione dell’Implementazione  dei Vertici (GRIC) discuterà elementi relazionati con la qualità del prossimo Vertice delle Americhe.

2. Ricorda le dichiarazioni di tutti i nostri presidenti Latinoamericani e, in particolare sudamericani, nel VI Vertice  delle Americhe, realizzato a Cartagena de Indias, in Colombia, nell’aprile del 2012, e la loro volontà che la fraterna Repubblica di Cuba sia presente nel prossimo Vertice delle Americhe senza condizioni e su un piano di uguaglianza.

3. Esprime la sua decisione di collaborare con le gestioni necessarie per far sì che Cuba sia presente nel prossimo Vertice delle Americhe.

Santa Cruz-Galápagos,

23 maggio del 2014.

Share Button

Venezuela e la doppia morale dei media occidentali

La maggioranza dei media informativi é incapace di mostrare imparzialità quando si tratta di affrontare la complessa realtà venezuelana

Salim Lamrani (Opera Mundi) 

venezuela-usaMentre le violenze mortifere che hanno colpito il paese dal febbraio 2014 sono azioni dell’opposizione, i mezzi informativi occidentali persistono nell’accusare il Governo democratico di Nicolas Maduro.

Continue reading “Venezuela e la doppia morale dei media occidentali” »

Share Button

informare x vincere