Un cubano racconta … della caduta del muro di Berlino

Grande intervista di István Ojeda Bello, dal suo blog “Cubaizquierda” (vedi il testo originale). La grande storia vista dall’interno di Cuba…

muroberl

Anche se lo nega, molto di questo Antonio Medina che conosco probabilmente era già presente in quel giovane di 19 anni che se ne andò al tecnologico industriale dell’allora Repubblica Democratica Tedesca; oltre ai capelli lunghi, l’intelligenza e la determinazione di non lasciarsi schiacciare da nessuno. Non ammette nemmeno di saper bene il tedesco, ma rievocando quest’epoca varie volte l’ha fatto con parole e frasi complete in quella lingua. Continue reading “Un cubano racconta … della caduta del muro di Berlino” »

Share Button

Alarcon: NYT rompe il silenzio mediatico

http://www.cubadebate.cu

alarconNel mio articolo che appare attualmente sulla ‘Nueva Réplica’ in circolazione, ho rimproverato al New York Times di non aver parlato del caso di Gerardo, Ramón ed Antonio nel suo editoriale dell’ottobre scorso nel quale si è pronunciato per l’eliminazione del blocco nordamericano contro Cuba.

Continue reading “Alarcon: NYT rompe il silenzio mediatico” »

Share Button

Quello che le inchieste non dicono

Argyle /http://cubaonline.wordpress.com

Medicos-cubanos-en-BrasilRecentemente il giornale on-line ‘Martínoticias’, con sede a Miami, ha diffuso informazioni sui dissensi di gruppi brasiliani per la presenza di medici cubani nel gigante sudamericano.

Continue reading “Quello che le inchieste non dicono” »

Share Button

Molto denaro in gioco

Arthur Gonzalez http://heraldocubano.wordpress.com

farinadineroSe gli USA normalizzassero le relazioni con Cuba, migliaia di loro impresari guadagnerebbero milioni di dollari per vendite ed importazioni di prodotti necessari ad ambo i paesi. Milioni di nordamericani potrebbero assaporare il delizioso rum cubano, fumarsi un sigaro fatto con il miglior tabacco del mondo abbronzarsi sulle sue spiagge pulite e belle, inoltre evitare l’amputazioni del cosiddetto “piede diabetico”, grazie ad un nuovo farmaco prodotto sull’isola, così come impiegare vaccini contro il cancro al seno, alla cervice, alla prostata ed altri; farmaci creati da scienziati cubani.

Continue reading “Molto denaro in gioco” »

Share Button

L’USAID non ha niente di buono

Arthur Gonzalez http://heraldocubano.wordpress.com

usaidrevolverCome dice il vecchio proverbio popolare “La scimmia anche se vestita di seta scimmia rimane” e così è con l’Agenzia Internazionale per lo Sviluppo degli Stati Uniti, conosciuta con il suo acronimo in inglese USAID. Sono note e pubbliche le sue azioni per destabilizzare i governi con cui gli USA non hanno buoni rapporti, per non essere di suo gradimento.

Continue reading “L’USAID non ha niente di buono” »

Share Button

Cubainformacion: show ed disinformazione

Showman argentino, Jorge Lanata, fa passare per blogger perseguitato a Cuba un impiegato della Casa Bianca
 
Joseph Manzaneda coordinatore di Cubainformación

cubainformacionIl noto giornalista e showman argentino, Jorge Lanata, ha invitato al suo programma radiofonico Yusnaby Pérez (1) un presunto “blogger indipendente” cubano che riconosceva apertamente chi paga le sue cronache contro il Governo del suo paese (2). “Lavori? – gli chiede Lanata -. Sì, lavoro per un media di Miami chiamato Cubanet – risponde Perez -, io lì scrivo come giornalista. E vivi con tale denaro? Sì” È interessante notare che, né il presentatore né gli altri tre intervistatori del programma hanno chiesto  all’ospite cosa è Cubanet, un dato che sarebbe stato importante per il pubblico. Perché Cubanet è un progetto creato dal Governo USA e finanziato, dal 1994, con assegnazioni annuali delle agenzie statunitensi USAID e NED (3). Yusnaby Perez, dunque, non è un “blogger indipendente” ma un salariato altamente ‘dipendente’ della Casa Bianca.

Continue reading “Cubainformacion: show ed disinformazione” »

Share Button

Buenos Aires va alla guerra (finanziaria) senza Cristina

Alessia Lai http://megachip.globalist.it

argeCristina Kirchner è fuori gioco, ricoverata per una grave infezione. Qualcuno, a noi italiani molto noto, disse tempo fa che a pensar male si fa peccato ma ci si azzecca quasi sempre. E il pensiero maligno che in questo caso non smette di fare capolino è che la Presidenta, già sopravvissuta a un cancro alla tiroide, versi in condizioni di salute sempre più cagionevoli e che queste vadano di pari passo con gli attacchi politici e speculativi contro l’Argentina.

Continue reading “Buenos Aires va alla guerra (finanziaria) senza Cristina” »

Share Button

L’importanza del processo di appello

di Andrés Gómez http://www.cubadebate.cu

3e5Il processo di appello straordinario di Gerardo Hernández, Ramón Labañino e Antonio Guerrero, tre dei Cinque cubani che il governo USA mantiene arbitrariamente e ingiustamente in prigione, è di importanza fondamentale nello sviluppo della campagna per ottenere la loro libertà.

Continue reading “L’importanza del processo di appello” »

Share Button

Leader religiosi USA contro il blocco e x i 5

leadrÈ necessaria più velocità e progresso nel dialogo tra gli USA e Cuba per riuscire la rapida normalizzazione delle relazioni, ha detto oggi in questa capitale, il presidente del Servizio Mondiale delle Chiese, il reverendo John McCullough.

Continue reading “Leader religiosi USA contro il blocco e x i 5” »

Share Button

La Zona Speciale di Sviluppo di Mariel

http://www.granma.cu

mariel-7Almeno 36 paesi hanno mostrato interesse per investire nella Zona Speciale di Sviluppo di Mariel (ZEDM), il progetto più importante del governo del presidente Raúl Castro, per rilanciare l’economia di Cuba, ha segnalato una fonte ufficiale.

Continue reading “La Zona Speciale di Sviluppo di Mariel” »

Share Button

The New Yorker: nessun altro come Cuba nella lotta contro l’Ebola

http://www.newyorker.com

the-new-yorker-ebola-cuba

“In un certo senso, tutti i paesi stanno seguendo l’esempio di Cuba”, ha assicurato il giornalista Jon Lee Anderson, in un esteso articolo pubblicato questo martedì dalla prestigiosa rivista nordamericana The New Yorker ed intitolato “La diplomazia cubana dell’Ebola”, nel quale abborda la collaborazione cubana nella lotta contro l’epidemia.   Continue reading “The New Yorker: nessun altro come Cuba nella lotta contro l’Ebola” »

Share Button

L’ingiustizia trema

Arthur Gonzalez  http://heraldocubano.wordpress.com

LIT logoSenza dubbio, la mafia terrorista anticubana di Miami è sul punto di avere un infarto, a causa della corrente anti- blocco che  si è incrementata, negli Stati Uniti, nel corso delle ultime settimane. Quanto sopra lo si può comprovare nelle dichiarazioni dei principali attori di questo gruppo mafioso che è riuscito a sviluppare una succosa carriera politica attraverso permanenti manifestazioni contro la Rivoluzione cubana che gli ha permesso raccogliere un sacco di soldi provenienti da varie fonti, con il pretesto di lottare per il rovesciamento del governo dei Castro.

Continue reading “L’ingiustizia trema” »

Share Button

René: ‘le reti un campo da non cedere all’avversario’

Iroel Sánchez – http://lapupilainsomne.wordpress.com

espiaCon il nome di “Sono una spia, dicono”, René González, uno dei Cinque cubani condannati in un discusso processo che ha avuto luogo a Miami, ha aperto un blog per lottare per la libertà dei suoi tre compagni che sono ancora in prigione.

Continue reading “René: ‘le reti un campo da non cedere all’avversario’” »

Share Button

Cubainformacion: censura e tortura

Share Button

Cubainformacion: tortura e censura

Censurato: USA finanzia la tortura su larga scala, come giustifica il suo blocco a Cuba?

Censurato

Leggiamo nel cosiddetto “Project Censored”, che raccoglie le 25 notizie più censurate dai grandi media nell’ultimo anno: i dieci paesi con il maggior aiuto economico dal governo USA praticano tutte le forme di tortura e sono responsabili di grandi abusi contro i diritti umani. Menzioniamo i primi della lista: Israele, Afghanistan, Egitto, Pakistan, Nigeria, Giordania e Iraq.

Continue reading “Cubainformacion: tortura e censura” »

Share Button

informare x vincere