Category Archives: – media

Cubainformacion: immagina se fosse successo a Cuba (video)

Share Button

Zunzuneo-Conmotion: vecchio e moderno copione

tratto da Radio Minas 

ZUNZUNEO-usaid-guerra-no-convencionalCon l’invio di messaggi di testo a cellulari di cittadini cubani, l’Agenzia Internazionale degli Stati Uniti per lo Sviluppo (USAID),  agenzia del Dipartimento di Stato, finanziava il programma sovversivo ZunZuneo, rivelato nello scorso aprile dall’agenzia statunitense AP .

Continue reading “Zunzuneo-Conmotion: vecchio e moderno copione” »

Share Button

Rassegnazione

 Omar Perez Solomon http://lapupilainsomne.wordpress.com

Negli Stati Uniti sembrano rassegnati a consentire che i contributi che apportano alla casse del governo vengano sperperati e utilizzati nelle avventure imperiali dei centri di potere del vicino del nord, alcuni esempi lo dimostrano.

radio-y-tv-martiLa guerra in Iraq, dal 2003 alla fine dell’occupazione nel 2012, è costata ai contribuenti USA più di due milioni di milioni di dollari; ma ancora una volta, i depositari USA dovranno aiutare a finanziare i droni che ora si preparano per nuove missioni in Mesopotamia. Qualcosa di simile accade per mantenere 33000 soldati che il Pentagono ha schierato sul suolo afghano. Continue reading “Rassegnazione” »

Share Button

Dilma Rousseff perseguitata dalla destra pro yankee

Arthur Gonzalez  hhp://heraldocubano.wordpress.com

bras

È palpabile l’interesse della destra brasiliana, e naturalmente del Governo degli Stati Uniti, che il Partito dei Lavoratori del Brasile non continui a  rimanere al potere; gli eventi avvenuti in quel paese lo dimostrano. Non è un caso che alle porte del Mondiale di Calcio si verifichino tanti scioperi e proteste di piazza; è la stessa ricetta applicata in altri paesi, “i golpe morbidi” per svolgere azioni di “Lotta nonviolenta strategica” sviluppati dallo statunitense Gene Sharp, dell’Albert Einstein Institute. Continue reading “Dilma Rousseff perseguitata dalla destra pro yankee” »

Share Button

Cubainformacion: balle e ballerine (testo)

Cuba: da dove fuggono senza che gli sia impedito uscire e ottengono asilo senza che li si perseguiti

José Manzaneda Coordinatore   Cubainformación

cubainformacion(video) – L’enorme successo del Balletto Nazionale di Cuba nella sua recente performance a Portorico non è stata una notizia internazionale (1). Ma lo è stata, per decine di televisioni, radio e giornali l’abbandono di otto dei suoi membri, a cui il governo degli Stati Uniti ha concesso asilo politico (2), e che subito sono stati contrattati dal Balletto Classico Cubano di Miami, compagnia con cui hanno avuto la loro prima performance dopo soli 7 giorni! (3) Continue reading “Cubainformacion: balle e ballerine (testo)” »

Share Button

Cubainformacion: balle e ballerini (video)

Share Button

La distorsione storica del criminale blocco a Cuba

 

 intestabella

Arthur Gonzalez http://heraldocubano.wordpress.com

“Saper leggere è saper camminare, saper scrivere è saper ascendere”, ha detto l’apostolo di Cuba José Martí, nel 1877, e quanta ragione racchiudono le sue parole.

Molti in questo convulso mondo di oggi dovrebbero studiarlo a fondo, per questo lo si considera il più universale di tutti i cubani.

Il 10 giugno il libello ‘Diario di Cuba’, creato dal governo USA come parte della guerra psicologica imposta contro Cuba, ha pubblicato un articolo di Luisa Rodríguez Grillo, in cui questiona e critica ferocemente coloro che, recentemente, hanno lanciato, dagli USA, una richiesta al presidente Barack Obama di un cambiamento della politica verso Cuba, in particolare l’eliminazione dell’eufemisticamente chiamato “Embargo”. Continue reading “La distorsione storica del criminale blocco a Cuba” »

Share Button

Hillary ed il blocco (testo del video)

cubainformaciontesto del video

Hillary Clinton: il blocco è una scusa del Governo cubano per giustificare il suo ‘fallimento’. Perché allora non lo rimuovono ?

Nel suo libro di memorie, l’ex segretaria di Stato Hillary Clinton afferma che ha chiesto al presidente Barack Obama di revocare o ammorbidire il cosiddetto “embargo” contro Cuba. Continue reading “Hillary ed il blocco (testo del video)” »

Share Button

Cubainformacion: Hillary ed il blocco

Share Button

La sfida di Fidel che continua a rimanere senza risposta

  José Manzaneda Coordinatore di Cubainformación

cubainformacion“Li sfido a provarlo. E se lo provano, non c’è bisogno che preparino più piani o transizioni o sciocchezze del genere. Se provano che ho un conto all’estero di 900 milioni, un milione,  500.000 dollari, di 100.000, di 10 milioni, di un dollaro, rinuncio all’incarico e alle funzioni che sto disimpegnando. Guardate. Li sfido”(1).

Così si dirigeva Fidel Castro, nel 2006, ai proprietari della rivista statunitense Forbes, che aveva incluso il leader cubano nella sua lista di miliardari mondiali. E’ stato un vero e proprio abbaglio per la rivista che, al non poter presentare alcuna prova, fece silenzio. Sì, non ha  più incluso il leader cubano nella sua lista annuale (2).

Otto anni più tardi, lo stesso messaggio ritorna con forza in una nuova campagna diffamatoria. Pochi giorni fa, abbiamo letto in decine di giornali titoli come “La vita lussuosa di Fidel Castro a Cuba viene messa a nudo” (3) o “Fidel, una vita da Maharaja” (4), per promuovere il libro “La vita occulta di Fidel Castro”, che raccoglie le accuse di Juan Reinaldo Sanchez, ex membro del team di sicurezza di Fidel e che è stato punito nei primi anni ’90.  Continue reading “La sfida di Fidel che continua a rimanere senza risposta” »

Share Button

Cubainformacion: in Venezuela pacifici studenti o terroristi?

Share Button

Cubainformacion: due Lopez…due misure

Share Button

I complici del silenzio

Pedro Pablo Gómez  http://lapupilainsomne.wordpress.com


cubacensuraUno dei principi proclamati nelle società capitaliste è quello del rispetto della libertà di espressione, ipoteticamente la sua stampa riflette ciò che accade nel mondo senza togliere nulla di quello che deve essere riferito per la conoscenza del pubblico in generale. Naturalmente, questo sarà sempre rispettato se i padroni di questi media non pensano che i loro interessi potrebbero essere danneggiati o si metta in dubbio la “bontà” del loro sistema  politico ed economico, ed i governi che li rappresenta. Continue reading “I complici del silenzio” »

Share Button

Cubainformacion: media e blocco

Share Button

Manifestazione davanti alla Casa Bianca

Share Button