Tag Archives: Juan Guaidò

Venezuela, il burattino ed il burattinaio

Luis Hernández Navarro  www.cubadebate.cu

La scenografia

Una parola riassume il tentativo di golpe contro il presidente Nicolás Maduro del 30 maggio: fallimento. Bluffando, l’opposizione venezuelana ha puntato a rovesciare il presidente. Ha perso. Dopo alcune scaramucce, il suo appello si è rapidamente sgonfiato.

Continue reading “Venezuela, il burattino ed il burattinaio” »

Share Button

Le 3 mosse con cui Maduro ha sconfitto il golpe in Venezuela

Ancora un golpe tentato dalla destra in Venezuela. Ancora una sonora sconfitta per quella forze violente e reazionarie che nei fatti hanno mostrato di godere su uno scarso sostegno popolare. Al contrario della Rivoluzione Bolivariana.

Ma come ha fatto il governo venezuelano a fermare questo ennesimo tentativo di colpo di Stato ordito dall’opposizione telecomandata da Washington?

Sostanzialmente con tre mosse.

Continue reading “Le 3 mosse con cui Maduro ha sconfitto il golpe in Venezuela” »

Share Button

Venezuela: appunti precipitosi

Prima del 2, inevitabilmente, c’è sempre l’1. Esistono, per questo motivo, fattori sufficienti per imparentare il tentativo golpista in Venezuela con l’ansietà della dirigenza statunitense, il paramilitarismo colombiano ed i rivali interni che stanno captando mercenari privati.

Continue reading “Venezuela: appunti precipitosi” »

Share Button

Venezuela, golpisti da operetta

Fabrizio Casari – www.altrenotizie.org

L’ennesimo tentativo di colpo di stato in Venezuela è fallito e non poteva essere altrimenti. Nella fervida fantasia della Casa Bianca doveva essere l’insurrezione finale contro l’usurpatore, la rivolta del popolo venezuelano contro il governo, il sollevamento delle forze armate contro la dittatura. E’ stato invece un fiasco ridicolo. Un’avventura da cartoni animati.

Continue reading “Venezuela, golpisti da operetta” »

Share Button

Un golpe nato morto, senza supporto militare e ancor meno popolare

Aram Aharonian, CLAE – http://aurorasito.altervista.org

Calma, calma tesa a Caracas ed in Venezuela, dopo il tentativo pubblicitario di colpo di Stato in Venezuela, dove i settori radicali dell’opposizione non ottenevano né il sostegno delle Forze Armate né il popolo scendeva in strada per sostenere il tentativo golpista del presidente autoproclamato Juan Guaidó e del latitante Leopoldo López.

La gente scese in strada recandosi progressivamente a Palazzo Miraflores per sostenere il governo costituzionale di Nicolás Maduro.

Continue reading “Un golpe nato morto, senza supporto militare e ancor meno popolare” »

Share Button

Come il 13 aprile 2002

il popolo venezuelano e la FANB hanno fatto fallire la rivolta golpista

Carlos Aznárez  www.cubadebate.cu

Volevano che fosse un golpe per rovesciare il governo legittimo di Nicolás Maduro e sono finiti in una piccola rivolta. Ancora una volta hanno fallito perché non hanno un popolo, tanto meno raggiungono l’obiettivo di massima che si propongono: la rottura delle Forze Armate Nazionali Bolivariane.

Continue reading “Come il 13 aprile 2002” »

Share Button

I volti dietro il fallito golpe contro il Venezuela

Sembra che Juan Guaidó pretendesse gemellarsi con Lopez, in quella che ha definito la fase finale dell’Operazione Libertà per cui -così sfacciatamente e senza pensare al popolo- in prima mattinata ha incitato alla violenza attraverso la rete sociale Twitter

Ana Laura Palomino García – www.granma.cu

Continue reading “I volti dietro il fallito golpe contro il Venezuela” »

Share Button

Tentato golpe in Venezuela

Mision Verdadhttp://aurorasito.altervista.org

Nelle prime ore del 30 aprile, un gruppetto di soldati si recava nella stazione di servizio di Altamira, sull’autostrada Francisco Fajardo, Caracas, insieme al deputato Juan Guaidó e Leopoldo López (rilasciato dai sorveglianti traditori) annunciando ai loro seguaci di scendere nelle strade di Caracas, per iniziare un nuovo tentativo di colpo di Stato in Venezuela.

Continue reading “Tentato golpe in Venezuela” »

Share Button

Lopez e Guaidó inscenano il golpe 2.0. Massima allerta in Venezuela

Geraldina Colotti, Caracas

Al Secondo Foro internazionale sulla Gran Mision Vivienda Venezuela (GMVV) – il gigantesco piano di case popolari che ha già consegnato oltre 2.600.000 alloggi ammobiliati – gli ospiti si scambiano le informazioni. All’alba, la destra ha provato a mettere in pratica quel che veniva annunciando da giorni: un tentativo di golpe che mira a provocare un’invasione armata del proprio paese. La sfida della borghesia al Primo Maggio, festa dei lavoratori e delle lavoratrici, che si preparano a marciare in difesa del presidente Maduro, ex sindacalista del metro che li rappresenta anche simbolicamente.

Share Button

Perché il Venezuela si ritira dall’OSA?

Mision Verdadhttp://aurorasito.altervista.org

Il ritiro del Venezuela dall’Organizzazione degli Stati americani (OSA) è un fatto senza precedenti.

Cuba è l’unica nazione del continente che non fa parte di quell’organizzazione a causa dell’espulsione nel 1962, come punizione per la rivoluzione guidata da Fidel Castro.

Continue reading “Perché il Venezuela si ritira dall’OSA?” »

Share Button

Spiegazione del blocco economico al Venezuela

Franco Vielma, Mision Verdad http://aurorasito.altervista.org

L’amministrazione Trump agiva con costante aggressività nella politica di sanzioni e blocco applicato sistematicamente contro il Venezuela, raggiungendo lo zenit nel 2019, dall’avvento, per ordine della Casa Bianca, della presidenza parallela di Juan Guaidó e la strutturazione dell’assedio a spettro completo contro il nuovo mandato presidenziale di Nicolás Maduro.

Continue reading “Spiegazione del blocco economico al Venezuela” »

Share Button

Venezuela, piazze “griffate” contro le lavoratrici/tori

di Geraldina Colotti

“Armati o no, andremo in piazza questo primo Maggio a lottare contro l’usurpazione”. Così, nella seduta del 23 aprile, si sono espressi i deputati dell’Assemblea Nazionale (AN), il Parlamento venezuelano. Il secondo potere dello Stato (sui cinque di cui si compone l’istituito), dalle elezioni legislative del 2015 è governato dalle destre, è incorso in numerose violazioni dell’ordine costituito, ed è stato considerato illegale dal massimo organo di controllo, il Tribunal Supremo de Justicia, deputato a mantenere l’equilibrio dei cinque poteri.

Continue reading “Venezuela, piazze “griffate” contro le lavoratrici/tori” »

Share Button

Situazione in Venezuela

Trump scommette solo sulla guerra

Álvaro Verzi Rangel, CLAEhttp://aurorasito.altervista.org

Una breve analisi della situazione chiarisce che mentre gli Stati Uniti strangolavano finanziariamente il Venezuela, mentre Russia e Cina annunciano che interverranno presso la compagnia petrolifera statale PDVSA per riorganizzarla e recuperare la produzione di petrolio, una situazione che irritava Washington, che continua a considerare America Latina e Caraibi come suo cortile.

Continue reading “Situazione in Venezuela” »

Share Button

La “crisi” in Venezuela incrementa il mercato immobiliare in Europa

Geraldina Colotti  www.farodiroma.it

In tutta Italia si stanno svolgendo dibattiti e iniziative di sostegno al Venezuela bolivariano, nel mirino dell’imperialismo nordamericano e dei suoi vassalli. Durante uno di questi incontri, organizzato a Trieste dall’Associazione di amicizia Italia Cuba il 17 aprile, passiamo davanti a un espositore di giornali gratuiti, rivolti agli immigrati e pubblicati in diverse lingue. Giornaletti di grande diffusione nazionale, attenti alle notizie che riguardano il mondo degli immigrati in Italia.

Continue reading “La “crisi” in Venezuela incrementa il mercato immobiliare in Europa” »

Share Button

Guaidò perde la battaglia dell’”intervento umanitario”

Mision Verdadhttp://aurorasito.altervista.org

Il 24 febbraio, le copertine dei giornali del mondo urlavano dell’incendio degli “aiuti umanitari” che cercavano di far entrare colla forza da Cúcuta. Immediatamente il governo venezuelano fu reso responsabile. “La comunità internazionale potrebbe vedere, con i propri occhi, come il regime usurpatore ha violato il protocollo di Ginevra, dove si dice chiaramente che distruggere aiuti umanitari è un crimine contro l’umanità”, aveva detto Juan Guaidó il giorno prima circondato dal presidente colombiano Iván Duque e dal segretario generale dell’OSA Luis Almagro.

Continue reading “Guaidò perde la battaglia dell’”intervento umanitario”” »

Share Button