44esima Assemblea Generale dell’OSA: gli USA sempre più soli nel loro tentativo di isolare Cuba

44

Sergio Alejandro Gómez http://www.granma.cu

La recente 44esima Assemblea Generale dell’Organizzazione degli Stati Americani (OSA) tenutosi ad Asuncion, capitale del Paraguay, ha dimostrato che gli Stati Uniti sono sempre più soli nella loro politica di isolare Cuba dal resto del mondo, ciò che è tentato dal gennaio 1959.

Anche se la questione non era nell’agenda ufficiale, il dibattito sulla partecipazione della Maggiore delle Antille al prossimo Vertice delle Americhe – che si terrà il prossimo anno a Panama – ha concentrato gran parte della manifestazione, che é durata dal 3 al 5 giugno. Continue reading “44esima Assemblea Generale dell’OSA: gli USA sempre più soli nel loro tentativo di isolare Cuba” »

Share Button

Manifestazione davanti alla Casa Bianca

Share Button

Senza rayadillos in Washington D.C.

Personalità di diverse parti del mondo chiedono che si liberino gli eredi di Ignacio Agramonte e Julio Sanguily dall’ingiusto carcere in cui i  rayadillos di oggi li vogliono mantenere

Iroel Sanchez pubblicato in Cubahora

10438805_10204042600530182_920938512_nL’8 giugno è il Giorno del Giurista a Cuba. In questa data si laureò come avvocato, Ignacio Agramonte, un eroe della prima guerra per l’indipendenza di Cuba dalla Spagna. Laureato in Giurisprudenza presso l’Università di L’Avana, Agramonte lasciò il comfort di una professione cittadina per battersi sul campo ed affrontare l’esercito spagnolo, appena scoppiò la prima guerra cubana, per svincolarsi del dominio coloniale.

Adorato dai suoi subordinati, Ignacio Agramonte morì giovane ma ebbe il tempo per fissare nei suoi uomini un alto senso della disciplina e lealtà. In soli cinque anni di vita militare creò un gruppo leggendario, la cavalleria camagüeyana. Con essa effettuò una prodezza che i bambini cubani imparano, molto presto, nelle loro scuole: il salvataggio del Brigadiere Julio Sanguily. Continue reading “Senza rayadillos in Washington D.C.” »

Share Button

Messaggio di Fernando

Share Button

Hillary Clinton: La fine del blocco e i cambiamenti a Cuba

  H. M. Lagarde http://cambiosencuba.blogspot.it/


1397823133000-HARD-CHOICESUn dispaccio di AP informa che, in un libro che sarà pubblicato la prossima settimana, l’ex segretaria di Stato, Hillary Rodham Clinton, ha chiesto al presidente Barack Obama di eliminare o alleggerire il “embargo” contro Cuba, perché non era più conveniente per gli Stati Uniti né incoraggiava il cambio nell’isola comunista.

Così, l’ex Segretaria di Stato dell’amministrazione Obama e possibile candidata alla presidenza degli Stati Uniti del Partito Democratico, si pone a capo della lista di ex funzionari che nelle ultime settimane hanno chiesto, all’attuale presidente, il miglioramento delle relazioni con Cuba. Clinton, per inciso, rivela quali possono essere le vere ragioni alla base di questa tendenza. Non si tratta di una reale preoccupazione per le sofferenze che il blocco propina al popolo cubano ma, di fronte al fallimento del cosiddetto “embargo”, trovare un altro modo, una sorta di piano B, per rovesciare la Rivoluzione cubana. Continue reading “Hillary Clinton: La fine del blocco e i cambiamenti a Cuba” »

Share Button

I cambiamenti che vogliono per Cuba

 Arthur Gonzalez http://heraldocubano.wordpress.com

carta-a-obamaDa che si è pubblicata “La lettera aperta al presidente Barack Obama, un sostegno alla Società Civile a Cuba”, firmata da un folto gruppo di personalità della vita politica USA, è stata immediatamente attaccata dai settori più recalcitranti di quel paese a cui si sono aggiunti i membri della mafia anti-cubana e i cosiddetti “dissidenti” interni, pagati dai 20 milioni di $ all’anno approvati dalla Casa Bianca. Per questi signori, qualsiasi cambiamento nella politica fallimentare degli Stati Uniti nei confronti di Cuba fallita dovrebbe andare preceduto dalla resa del Governo cubano e la sua sottomissione agli yankee.

Continue reading “I cambiamenti che vogliono per Cuba” »

Share Button

Cindy Sheehan è indignata per la prolungata ingiustizia contro i Cinque

http://it.cubadebate.cu

452La pacifista statunitense Cindy Sheehan è indignata perché da quasi 16 anni dall’arresto a Miami dei Cinque cubani, il governo del suo paese continua ancora oggi senza dare una soluzione umanitaria a questo caso.

“Amo i Cinque e le loro famiglie, e mi fa molto male l’ingiustizia che hanno dovuto soffrire durante più di 15 anni”, ha affermato Sheehan in una conversazione via elettronica con Prensa Latina, poco prima di viaggiare a Washington, dove questo venerdì parteciperà alla III Giornata Cinque giorni per i Cinque. Continue reading “Cindy Sheehan è indignata per la prolungata ingiustizia contro i Cinque” »

Share Button

ZunZuneo: sovversione focalizzata sulla gioventù cubana

Dai Liem Lafà Armenteros argenpress

zunAli di pura sovversione ha  dispiegato ZunZuneo, un’operazione segreta contro Cuba – finanziata e diretta dall’Agenzia degli Stati Uniti per l’Aiuto allo Sviluppo (USAID) – destinata a minare il governo attraverso il cyberspazio e focalizzata sulla gioventù per la sua preferenza, interesse ed accesso alle nuove tecnologie dell’informazione e della comunicazione.

Continue reading “ZunZuneo: sovversione focalizzata sulla gioventù cubana” »

Share Button

America Latina e Caraibi reiterano l’appoggio a Cuba nell’Assemblea OSA

cumbre-6junio

 Jesús Adonis Martínez

America Latina e Caraibi hanno reiterato il loro appoggio a Cuba nell’Assemblea Ordinaria della OSA ed hanno isolato gli Stati Uniti nel tentativo d’impedire che l’Isola sia invitata al prossimo Vertice delle Americhe.

Un elenco quasi interminabile di interventi dei rappresentanti degli Stati della regione ha rifiutato le proposte della delegazione nordamericana per evitare o condizionare la presenza al Vertice dell’Isola cubana, nell’aprile del 2015 a Panama. Dopo aver letto rapidamente le sue obiezioni, la rappresentante permanente di Washington nella OSA, Carmen Lomellín,  appoggiata solo timidamente dal Canada, ha dovuto sopportare la reazione contraria della grande maggioranza delle missioni presenti. Continue reading “America Latina e Caraibi reiterano l’appoggio a Cuba nell’Assemblea OSA” »

Share Button

Soldi e menzogne vanno di pari passo

 Arthur Gonzalez http://heraldocubano.wordpress.com

$(KGrHqJHJ!4FBPo+)gpmBQWJZsdWyg~~60_57Senza il minimo pudore o paura di peccare davanti a Dio, Elizardo Sanchez-Santacruz Pacheco, il più antico salariato degli Stati Uniti a L’Avana, é recentemente tornato da un viaggio all’estero dove ha ricevuto nuove istruzioni su come gestire le sue campagne mediatiche contro la Rivoluzione cubana, cariche di falsità e mendaci dichiarazioni; ragioni per le quali ha potuto vivere senza lavorare per 40 anni, grazie ai finanziamenti ricevuti da Miami. Nel suo ultimo rapporto su Cuba, Elizardo in nome del piccolo gruppo controrivoluzionario che ha creato, negli anni ’80, e composto da lui, la sua concubina e qualche altro complice per guadagnare un pò di dollari, offre una situazione “spaventosa” di Cuba, quando assicura che,  nel mese di maggio, sono avvenuti 1200 arresti di dipendenti di Miami.

Questa notizia non è casuale, ovviamente cerca di demonizzare la Rivoluzione cubana nei media USA, in un momento in cui vi è un movimento  a favore del cambiamento della politica della Casa Bianca nei confronti di Cuba. Continue reading “Soldi e menzogne vanno di pari passo” »

Share Button

Menchù e Esquivel inviano un messaggio alla giornata per i Cinque a Washington

10438805_10204042600530182_920938512_n

http://it.cubadebate.cu

esquivel-menchúI premi Nobel Rigoberta Menchù, guatemalteca, ed Adolfo Perez Esquivel, argentino, hanno inviato il loro messaggio di appoggio ad una giornata che si celebra a Washington a beneficio di tre dei Cinque cubani incarcerati negli Stati Uniti.

Questi testi, come quello del teologo brasiliano Frei Betto, sono stati letti oggi poco prima dell’inizio della conferenza Nuova Era nelle Relazioni Stati Uniti-Cuba che si svolgerà tra il 5 ed il 6 giugno, dentro il programma della III Giornata Cinque giorni per i Cinque a Washington D.C. Continue reading “Menchù e Esquivel inviano un messaggio alla giornata per i Cinque a Washington” »

Share Button

Ileana Ros-Lehtinen: dietro ad ogni nuovo piano golpista contro il Venezuela

 

ileana ros terrorista y fascista

Jean-Guy Allard  http://islamiacu.blogspot.it

La mafia “cubana” di Miami – un meccanismo della CIA articolato già più di mezzo secolo fa per attaccare Cuba – dà, come non mai, la massima priorità al piano statunitense per destabilizzare il governo del Venezuela e ha consacrato la congressista Ileana Ros Lehtinen come promotrice di ogni nuova iniziativa interventista.

Ultima di queste assurdità, sostenute dalla congressista, é una “Federazione Cuba Venezuela”, presieduta dalla cubana Betania Rodriguez, rappresentante della Città di Doral; e della cui presidenza fa parte Jessica Armada studentessa venezuelana che preferisce le guarimbas  (azioni di disturbo e protesta ndt) ai banchi della facoltà. Consigliare della “Federazione Cuba Venezuela” saranno i noti membri del MRR Saturnino Labaut e Rolando Martinez ed anche Angel Cuadras dell’Ex Club, tutti terroristi che hanno storicamente agito sotto il manto protettore di Ileana Ros. Continue reading “Ileana Ros-Lehtinen: dietro ad ogni nuovo piano golpista contro il Venezuela” »

Share Button

Prove della sovversione yankee contro il Venezuela

venezuela

Ángel Guerra Cabrera http://lapupilainsomne.wordpress.com

Gli Stati Uniti non possono continuare ad occultare la loro attiva partecipazione alla cospirazione ed alle azioni destabilizzanti che si attuano dal 12 febbraio in Venezuela, sono ormai quattro mesi, e che includono l’assassinio del presidente Nicolas Maduro e di altri alti funzionari.

Maduro ha annunciato, questa settimana, che il suo governo ha le prove sul piano del golpe e dell’assassinio ottenuti attraverso un’indagine, che grazie ad intercettazioni disposte dal giudice, ha monitorato le telefonate e centinaia di messaggi di posta elettronica scambiati tra i leader dell’opposizione Maria Corina Machado, Henrique Salas Römer e Diego Arria e tra questi e persone all’estero, tra cui niente meno che funzionari del Dipartimento di Stato di Washington dai loro account ufficiali. L’indagine, di cui è stato dato un anticipo il 28 maggio, identifica come elementi importanti della trama cospirativa l’ambasciatore USA in Colombia, Kevin Whitaker, e come uno dei suoi finanziatori Eligio Cedeño, banchiere latitante dalla giustizia venezuelana rifugiato negli Stati USA.  […] Continue reading “Prove della sovversione yankee contro il Venezuela” »

Share Button

Camila Vallejo chiede ad Obama la libertà degli antiterroristi cubani

10438805_10204042600530182_920938512_n

http://lapupilainsomne.wordpress.com

Santiago, 5 maggio 2014

SR. BARACK OBAMA
PRESIDENTE DEGLI STATI UNITI

727Signor Presidente :

Attraverso questa lettera, voglio unirmi al clamore espresso da un gran numero di esseri umani in tutto il mondo, tra cui artisti, intellettuali, parlamentari, giuristi e persone di buona volontà, che si aspettano da Lei una decisione di elementare giustizia, in particolare tenendo conto della sua qualità di Premio Nobel per la Pace.

Si tratta dell’indulto a 3 cittadini cubani, ingiustamente detenuti nelle carceri del suo paese  solo per cercare di proteggere Cuba da atti terroristici pianificati nel territorio degli Stati Uniti. Continue reading “Camila Vallejo chiede ad Obama la libertà degli antiterroristi cubani” »

Share Button

Gerardo oggi compie 49 anni

gerardo-4junio

Dalla difesa  presentata da Gerardo Hernandez Nordelo nell’udienza del 12.12.2001 

[…] il PM ritiene, e così l’ha richiesto, che io devo passare il resto della mia vita in carcere. Confido che se non in questo, in un altro livello del sistema, la ragione e la giustizia prevarranno sui preconcetti politici e sui desideri di vendetta e si comprenderà che non abbiamo arrecato alcun danno a questo paese per meritare una simile condanna. Tuttavia, se così non fosse, mi permetterei di ripetere le parole di uno dei più grandi patrioti di questa nazione, Nathan Hale quando disse: “Lamento solo di avere una sola vita da offrire alla mia patria”. […]

Share Button

informare x vincere