Discorso pronunciato da Raúl Castro Ruz alla manifestazione di massa in occasione del Vertice del Gruppo dei 77 più Cina

untitled

f0011072Caro compagno Evo:

Cari Presidenti:

Fratelli boliviani:

Ho il privilegio di conoscere il cuore del Sud America, la nazione fondata dal Libertador Simon Bolivar, da cui prende il nome.

Da tempo dobbiamo questa visita alla Bolivia. Noi cubani ammiriamo la storia centenaria della lotta del popolo boliviano, per vivere bene, in armonia con la Madre Terra, la Pachamama.

Conosciamo la giusta ribellione dei boliviani che mai si sottomisero agli invasori né si rassegnarono a che svuotassero le loro montagne per estrarre i minerali, come fecero con la famosa collina di Potosi.

Siamo venuti a unirci a voi in questo Vertice del Gruppo dei 77 più Cina.

Continue reading “Discorso pronunciato da Raúl Castro Ruz alla manifestazione di massa in occasione del Vertice del Gruppo dei 77 più Cina” »

Share Button

Discorso pronunciato da Raúl Castro Ruz in occasione del Vertice del Gruppo dei 77 più Cina

untitled

15 Giugno 2014


Compagno Evo Morales Ayma, Presidente dello Stato Plurinazionale della Bolivia e Presidente del Gruppo dei 77 più Cina:

Eccellenze

Ringrazio il compagno Evo Morales Ayma, Presidente e rappresentante di spicco dei popoli originari della nostra regione, per la convocazione di questo importante Vertice.

Alla fine della prima Conferenza delle Nazioni Unite sul Commercio e lo Sviluppo, nel giugno 1964, un gruppo di paesi in via di sviluppo, consapevoli delle enormi sfide che avrebbero dovuto superare, decise marciare insieme per far fronte ad un sistema economico mondiale che già da allora si manifestava diseguale ed ingiusto. Continue reading “Discorso pronunciato da Raúl Castro Ruz in occasione del Vertice del Gruppo dei 77 più Cina” »

Share Button

Continuano i viaggi di Yoani

yoani-assange-usa

Arthur Gonzalez http://heraldocubano.wordpress.com


Sono tante le ore di volo che non sono facili da contabilizzare nei viaggi effettuati dalla blogger ufficiale di Washington, in appena un anno e mezzo. Lo stesso vale per i suoi premi. Yoani Sánchez Cordero, mutante da filologa a blogger al servizio degli yankee, ha ricevuto più premi che medaglie assegnate, da parte di Mosca, agli eroi della seconda guerra mondiale all’epoca di Iósiv Vissarionovich Dzhugachvili, meglio conosciuto come Stalin.

Continue reading “Continuano i viaggi di Yoani” »

Share Button

A Cuba uno dei modelli d’istruzione migliore del mondo

50Nel 1959 la Rivoluzione cubana si trovò ad affrontare più di quattro secoli di disuguaglianze e discriminazioni anche nel campo dell’educazione e della cultura. Negli anni 50 si contavano un milione di analfabeti, mezzo milione di semi analfabeti e più di mezzo milione di ragazzi non scolarizzati in una popolazione che non arrivava a sette milioni di abitanti. Tradotto in percentuale: il 23,6 della popolazione non sapeva ne leggere ne scrivere; diecimila maestri erano disoccupati, le aule non erano sufficienti, solo la metà dei ragazzi in età scolare era iscritta alla scuola elementare e solo la decima parte della popolazione giovanile frequentava la secondaria.

Continue reading “A Cuba uno dei modelli d’istruzione migliore del mondo” »

Share Button

La mancanza di serietà dei premi negli USA e Maria Corina Machado

  Percy Alvarado Gody http://www.cubasi.cu

dinero-americano5-300x233Consegnare premi a quei controrivoluzionari e fascisti, accentandoli come presunti lottatori per la libertà, è diventata, negli USA, una spudorata abitudine.

La ‘multi premiata’ Yoani Sánchez è una prova diretta di tale forma d’agire da parte di coloro che sostengono, finanziano e organizzano la più grossolana guerra  mediatica contro Cuba ed altre nazioni come il Venezuela. Anche altri mercenari hanno ricevuto questi dubbi benefici, spesso supportati con una mazzetta d’ immeritato e sporco denaro. Poiché questa routine ha dato un certo successo ai suoi promotori e beneficiari al fine di ottenere il sovradimensionamento mediatico di figure di meschine e  scarso impatto sociale nei loro paesi di origine, gli Stati Uniti hanno compiuto un nuovo passo in questa direzione a rendere pubblica l’assegnazione di un premio alla fascista e rivoltosa venezuelana Maria Corina Machado. Continue reading “La mancanza di serietà dei premi negli USA e Maria Corina Machado” »

Share Button

Cuba-USA: La luce alla fine del tunnel

Néstor García Iturbe http://lapupilainsomne.wordpress.com

cuba_usa_67Quando si può vedere una luce alla fine del tunnel, c’è sempre la speranza che, ad un certo punto, si uscirà da quell’oscuro orefizio e tutto il nostro intorno sarà illuminato. Prima la luce si proietta come un piccolo punto luminoso, e nella misura in cui avanziamo nella sua direzione vediamo come, lo stesso, vada crescendo, ciò deve dar l’animo sufficiente per avanzare oltre.

Se ciò che abbiamo detto lo applichiamo alla situazione tra Cuba e gli Stati Uniti dobbiamo riconoscere che una piccola luce sta brillando alla fine del tunnel. Ora la volontà politica e la comprensione tra i due paesi possono far sì che la luce, almeno, cresca un pò di più. Continue reading “Cuba-USA: La luce alla fine del tunnel” »

Share Button

Cubainformacion: in Venezuela pacifici studenti o terroristi?

Share Button

Il tentativo demagogico di denigrare, con argomenti discutibili, il Mondiale di calcio brasiliano

brasile-2014

http://www.giannimina-latinoamerica.it

Questa interessantissima analisi del professor Gennaro Carotenuto sull’accortezza di organizzare un Mondiale di calcio in Brasile è emblematica del pregiudizio del mondo occidentale verso l’America Latina, piena di contraddizioni, ma anche capace di riscattare se stessa in un mondo dove, invece, i lavoratori in occidente stanno perdendo, uno per volta, tutti i diritti guadagnati con le lotte sindacali e sociali, un vero trionfo dell’ipocrisia che il professor Carotenuto denuncia e condanna con indiscutibile chiarezza.
L’unica critica che mi viene da fare è al titolo, che può confondere la chiarezza di interpretazione del lettore.
[Gianni Minà] Continue reading “Il tentativo demagogico di denigrare, con argomenti discutibili, il Mondiale di calcio brasiliano” »

Share Button

Cubainformacion: due Lopez…due misure

Share Button

I complici del silenzio

Pedro Pablo Gómez  http://lapupilainsomne.wordpress.com


cubacensuraUno dei principi proclamati nelle società capitaliste è quello del rispetto della libertà di espressione, ipoteticamente la sua stampa riflette ciò che accade nel mondo senza togliere nulla di quello che deve essere riferito per la conoscenza del pubblico in generale. Naturalmente, questo sarà sempre rispettato se i padroni di questi media non pensano che i loro interessi potrebbero essere danneggiati o si metta in dubbio la “bontà” del loro sistema  politico ed economico, ed i governi che li rappresenta. Continue reading “I complici del silenzio” »

Share Button

Perché fuggono i ballerini cubani?

20071228161720-trafico-cubaUna mezza dozzina di componenti del Balletto Nazionale non sono rientrati al loro paese dopo una visita a Portorico, secondo la stampa di Miami. Tuttavia nessuno spiega perché fugge una persona che potrebbe liberamente uscire dall’isola

F. Ravsberg  http://www.publico.es

Una mezza dozzina di ballerini del Balletto Nazionale di Cuba “sono fuggiti” approfittando di un tour a Portorico, ha informato la stampa di Miami ed altri media hanno fatto eco. Ma nessuno spiega perché fugge una persona che potrebbe uscire liberamente dal proprio paese. Dal gennaio 2013 la riforma migratoria ha aperto le porte dell’isola ai cubani che, da quel momento, hanno potuto viaggiare all’estero col solo mostrare il passaporto, il biglietto e un visto, come gli altri cittadini del resto del mondo. Continue reading “Perché fuggono i ballerini cubani?” »

Share Button

Cubainformacion: media e blocco

Share Button

Dall’Ucraina al Venezuela: mercenari e golpisti

Higinio Polo, docente di Storia Contemporanea dell’Università di Barcellona, saggista e scrittore. lahaine.org;   http://ciptagarelli.jimdo.com (traduzione di Daniela Trollio Centro di Iniziativa Proletaria “G.Tagarelli”)

577224_472922269414361_242181950_nUno dei tratti che appare con frequenza in diversi paesi è la nascita di movimenti di protesta che, a differenza di quelli di cui storicamente era protagonista la sinistra, esigono ora, insieme a confusi reclami di libertà e di onorabilità delle istituzioni e nella vita pubblica, un avvicinamento all’Unione Europea o all’ “Occidente”, identificato oscuramente con gli Stati Uniti. Queste peculiari ribellioni coesistono con altre che rispondono al tradizionale atteggiamento dei movimenti popoplari, benchè il suo carattere sia cambiato come anche molti dei suoi protagonisti.  Continue reading “Dall’Ucraina al Venezuela: mercenari e golpisti” »

Share Button

Nuovi strumenti per la Guerra Non Convenzionale

David Ignacio Martí    http://www.cubadefensa.cu/

È improbabile che in tempi brevi, gli Stati Uniti  ripetino un altro Iraq e Afghanistan …
Robert Gates, ex segretario della Difesa USA, dicembre 2010.

herramientasLe migliori definizioni di ogni epoca potrebbero essere i suoi libri. Da quanto creato dall’uomo dalla letteratura è possibile conoscere e capire come si pensava in un particolare momento storico.

Così avviene non solo con quanto ereditato da filosofi, poeti, re, cronisti, politici e cantori ma anche da generali e strateghi che hanno lasciato in eredità ai posteri le loro mappe, giornali, circolari, ordini ed altri documenti dottrinali, normativi o di guerra. Continue reading “Nuovi strumenti per la Guerra Non Convenzionale” »

Share Button

Libertà per Oscar López Rivera

http://www.granma.cu

untitledMigliaia di portoricani si sono uniti, domenica 8, in una sfilata per le strade di New York, chiedendo la liberazione del prigioniero politico di Puerto Rico, Oscar López Rivera, detenuto da 33 anni nelle carceri federali.

La domanda è stata realizzata in occasione della sfilata nazionale di Porto Rico, il cui slogan è “Un popolo molte voci”, che ha carattere annuale e al quale partecipano più di due milioni di persone informano i media. Continue reading “Libertà per Oscar López Rivera” »

Share Button

informare x vincere