Category Archives: – storia

Donne a Cuba: la Rivoluzione emancipatrice (Ip)

Salim Lamrani http://espanol.almayadeen.net

miliciana1Dal 1959 le nuove autorità guidate da Fidel Castro hanno posto i diseredati, in particolare le donne e le persone di colore, principali vittime delle discriminazioni inerenti a una società patriarcale e segregazionista, al centro del progetto riformatore. La Rivoluzione “degli umili, dagli umili e per gli umili” [1] doveva porre le basi di una nuova era egualitaria, libera dalle angustie delle ingiustizie legate alla storia e alle strutture sociali del paese.   Continue reading “Donne a Cuba: la Rivoluzione emancipatrice (Ip)” »

Share Button

Un impegno di luce

fidel-chavezIl Comandante in Capo Fidel Castro fu l’invitato speciale del presidente venezuelano Hugo Chávez alla trasmissione 231 del programma Alò Presidente, in onda dal municipio Sandino di Pinar del Rio.

Continue reading “Un impegno di luce” »

Share Button

Non epoca di cambiamenti ma cambiamento d’epoca

Ida Garberi corrispondente di Cubainformacion a Cuba

http://albainformazione.com

«Nella storia degli uomini ogni atto di distruzione trova la sua risposta, presto o tardi, in un atto di creazione».

(Eduardo Galeano)

derecha-latinoamericana-usaLa famosa frase del titolo, enunciato del presidente ecuadoriano Rafael Correa, oggigiorno, non è oramai qualcosa di profetico, bensì una realtà invariabile.

Continue reading “Non epoca di cambiamenti ma cambiamento d’epoca” »

Share Button

Unite, in quella parola: cubane

logoFMCPresso l’auditorium della Imprenta Nacional (stampa nazionale), il 23 agosto 1960, culminarono le azioni dirette ad unire le donne cubane in una sola organizzazione rivoluzionaria.

Con la presenza di vari gruppi femminili, tra i quali: Unità Femminile Rivoluzionaria, il Congresso delle Donne Latinoamericane, Colonna Agraria, i gruppi femminili del 26 Luglio e la Fratellanza delle Madri Cubane, si fece realtà il sogno d’integrare in una sola organizzazione patriottica e rivoluzionaria i diversi movimenti di donne che erano completamente identificati con la Rivoluzione. Continue reading “Unite, in quella parola: cubane” »

Share Button

Posada Carriles: 30 anni latitante protetto dagli USA

posada-terrorista-2L’autore di diversi attentati terroristici in America Latina e nei Caraibi, Luis Posada Carriles, si trova libero a Miami dopo che la giudice Kathleeen Cardone stabilì che era “vecchio, invalido e aveva forti legami con la comunità”.

Continue reading “Posada Carriles: 30 anni latitante protetto dagli USA” »

Share Button

La lotta contro i banditi, una lezione indimenticabile

http://www.granma.cu

escambrayIl 5 luglio 1965, in La Cuchilla, zona di Los Ramones, a tre chilometri da Perea, nei pressi del rio Jatibonico, in Las Villas, forze di Lotta Contro Banditi lanciarono un’operazione militare contro l’ultima banda rimanente a livello nazionale. Nell’azione morì, insieme a uno dei suoi complici, il capobanda Juan Alberto Martinez Andrade, autore di nove omicidi. Tra agosto e ottobre dello stesso anno furono catturati i tre banditi che erano riusciti a fuggire da tale operazione, e altri che erano sparsi in Oriente, ma senza alcuna belligeranza.

Continue reading “La lotta contro i banditi, una lezione indimenticabile” »

Share Button

Il primo Partito Comunista di Cuba

P. A. Garcia – http://www.granma.cu

logo PCCErano una manciata di rivoluzionari. Riuniti il 16 agosto 1925 in una vecchia casa della strada Calzada, nel Vedado, poi demolita e dove oggi si erige la sala Hubert de Blanck, avevano come loro principale missione quella di creare il primo Partito Comunista di Cuba e di affiliarlo alla Terza Internazionale fondato da Lenin nel 1919.

Continue reading “Il primo Partito Comunista di Cuba” »

Share Button

Potsdamer Platz

H. Cardenas Lema  https://eltoque.com/blog/potsdamer-platz

ddr

Arriva un momento in cui tutto il progetto di paese sceglie tra due strade: costruire muri o porte. Questa è la storia di un errore, di una piazza e un progetto politico troncato … inestimabile per la memoria storica.

Continue reading “Potsdamer Platz” »

Share Button

Operazione Patty (II)

I.V. Rodriguez https://elblogdeisraelvaldes.wordpress.com

link alla I parte

raul ovenCome evidente prova della diretta partecipazione delle autorità USA in questa Operazione segnaliamo, che il capitano Cael F. Schenweis, che fu capo della Base Navale Yankee fino a poco prima di questi eventi,  fu uno dei più attivi organizzatori delle aggressioni progettate nell’Operazione, sino al punto di rendersi evidenti alcune contraddizioni tra gli elementi della CIA e del Pentagono, sulle procedure da seguire. Si ipotizza che ciò motivò la sostituzione di questo ufficiale col contrammiraglio Joseph Odonell, ex direttore dell’Ufficio dell’Estremo Oriente.

Continue reading “Operazione Patty (II)” »

Share Button

50 verità sulla dittatura di Fulgencio Batista (II)

Salim Lamrani – http://operamundi.uol.com.br (link alla I parte)

batista_altares24726. Fidel Castro, che firmò un’alleanza con il Direttorio Rivoluzionario nella lotta contro Batista, era in disaccordo con l’assassinio politico: “Eravamo contro Batista ma non abbiamo mai cercato di organizzare un attacco contro di lui e avremmo potuto farlo. Era vulnerabile. Era  molto più difficile combattere contro il suo esercito nelle montagne o provare a prendere una fortezza che era difesa da un reggimento. Quanti c’erano nella caserma Moncada, quel 26 luglio 1953? Quasi un migliaio di uomini, forse di più. Preparare un attacco contro Batista ed eliminarlo  era dieci o venti volte più facile, ma non l’abbiamo mai fatto. Forse il tirannicidio  è servito qualche  volta nella storia per fare la rivoluzione? Nulla cambia nelle condizioni oggettive che generano una tirannia […] Non abbiamo mai creduto nell’omicidio dei leader […], non credevamo che si annullava o si liquidava  un sistema,  eliminando i suoi leader. Combattevamo le idee  reazionarie, non gli uomini”.

Continue reading “50 verità sulla dittatura di Fulgencio Batista (II)” »

Share Button

50 verità sulla dittatura di Fulgencio Batista (I)

Salim Lamrani – http://operamundi.uol.com.br

Batista25355a_crop4La dittatura di Fulgencio Batista dal 1952 al 1958 rese più rapido l’avvento della Rivoluzione cubana. Alcuni miti, attentamente alimentati dai sostenitori del vecchio regime, esiliati a Miami, e dai detrattori di Fidel Castro, ancora persistono.

1. Il colpo di stato del 10 marzo 1952 organizzato da Fulgencio Batista, ex presidente della Repubblica dal 1940 al 1944, pose fine dell’ordine costituzionale e rovesciò il governo democraticamente eletto di Carlos Prio Socarràs, pochi mesi prima delle elezioni presidenziali del giugno 1952.

Continue reading “50 verità sulla dittatura di Fulgencio Batista (I)” »

Share Button

Operazione Patty (I)

I.Valdes Rodriguez https://elblogdeisraelvaldes.wordpress.com

3.prensacubanaL’11 agosto, 1961 Cuba denuncia un vasto piano di auto-aggressione dalla Base Navale di Guantánamo, strutturato dalla CIA con il nome di operazione Patty, che comprendeva l’assassinio di Fidel e Raul all’Avana e Santiago de Cuba. Ecco i dettagli del caso. Continue reading “Operazione Patty (I)” »

Share Button

Sequestro di aerei: terrorismo promosso dagli USA

I.V.Rodriguez https://elblogdeisraelvaldes.wordpress.com

sequestro aereo cubaIl 9 agosto 1961, alle 3.45 del pomeriggio, il C-46  della Compagnia Aerovias Q decolla dall’aeroporto José Martì dell’Avana, in direzione Nuova Gerona. Porta come scorta il combattente Silvino Rómulo Sánchez Almaguer.

Continue reading “Sequestro di aerei: terrorismo promosso dagli USA” »

Share Button

La crisi dei balseros e la Legge di Aggiustamento Cubano

I.V, Rodriguez*   https://elblogdeisraelvaldes.wordpress.com

balsaDurante i mesi di luglio ed agosto 1994 a l’Avana si verificarono alcuni fatti di natura criminale, in modo concatenato e che, evidentemente, rispondevano all’attività di propaganda nemica, proveniente dagli USA e che esortavano alla sovversione interna.

Continue reading “La crisi dei balseros e la Legge di Aggiustamento Cubano” »

Share Button

Cuba: nazionalizzazione in difesa di economia e sovranità

E.Suárez Pérez-A.Caner Román http://www.granma.cu 

Traduzione per ALBAinformazione di A. Cipolletta

Come parte della sua aggressione economica del popolo cubano, nel 1960 il governo di Dwight D. Eisenhower approvò la riduzione della quota di zucchero corrispondente a Cuba nel mercato statunitense. Su questo tema, il 6 luglio, il quotidiano Granma ha pubblicato l’articolo “Senza quota ma senza padrone”, nel quale si raccolgono alcuni momenti del processo e la presa di posizione del Governo Rivoluzionario per l’adozione di una legge che conferiva poteri al presidente nordamericano di mettere in atto i tagli della nostra quota di zucchero come strumento di coercizione e di rappresaglia.

Continue reading “Cuba: nazionalizzazione in difesa di economia e sovranità” »

Share Button