Category Archives: – diritti umani

La SIP accusa l’Avana

Arthur Gonzalez http://heraldocubano.wordpress.com

murato1Seguendo gli orientamenti di coloro che la pagano, a Washington, l’Inter American Press Association (SIP), ha accusato Cuba di “censurare”, al momento del lancio,  l’accesso al nuovo libello della blogger ufficiale  Yoani Sánchez Cordero.

14ymedio é il nome del giornale online, made in USA, e, come è normale, la SIP a tutta velocità si é lanciata per pronunciarsi contro il governo cubano.

Assume atteggiamento opposto quando le notizie provengono dall’isola; per le censure imposte dal governo degli Stati Uniti non c’è lo stesso trattamento. Continue reading “La SIP accusa l’Avana” »

Share Button

Guantanamo: alimentazione forzata e assassinii presentati come suicidi

 gua

www.cubainformacion.tv

Una giudice statunitense ha approvato l’applicazione forzata dell’alimentazione di un detenuto in sciopero della fame nel carcere di Guantanamo.

Abu Wa Dhiab, siriano detenuto dal 2002, si rifiuta di ingerire cibo e acqua. Si tratta di uno dei prigionieri della base navale che ha deciso di portare la loro protesta sino al martirio.

L’amministrazione Obama ha riconosciuto, nel 2009, che non vi era alcuna ragione giuridica per detenere questo prigioniero. Ma, quattro anni dopo, la sua situazione – come quella della maggior parte dei 155 prigionieri del carcere – prosegue nello stesso limbo giuridico. Continue reading “Guantanamo: alimentazione forzata e assassinii presentati come suicidi” »

Share Button

Cuba: la cura dei bambini leucemici

cura“Quasi l’80 per cento dei bambini con la  leucemia in Cuba, sono stati curati da questa malattia frequente nell’infanzia in tutto il mondo”, ha detto il dottor Sergio Machín, specialista di II Grado in Ematologia e a  capo della  clinica pediatrica dell’Istituto di Ematologia e Immunologia (IHI), che ha spiegato che questo successo è il risultato della portata del sistema nazionale di salute, che permette risultati come quelli dei paesi più sviluppati. Continue reading “Cuba: la cura dei bambini leucemici” »

Share Button

Stiamo parlando di libertà di stampa?

Telesur,  vietato negli Stati Uniti e bloccato dai cablo privati in America Latina

http://razonesdecuba.cubadebate.cu/

telesurGli stessi media mainstream che ogni giorno ci ripetono che non c’è libertà di stampa a Cuba o in Venezuela , tacciono aspetti importanti su questo tema.

Ad esempio che Telesur  il canale pubblico a cui partecipano Argentina, Bolivia, Cuba, Ecuador, Nicaragua, Uruguay e Venezuela, è bloccato in molte regioni e paesi del mondo: perché le società cablo private hanno semplicemente deciso di non includere il segnale di Telesur nella loro offerta.

Il presidente del canale televisivo venezuelano Vive TV, Mauricio Rodriguez ha denunciato, recentemente, che negli Stati Uniti Telesur è, in pratica, proibito per questo motivo. Continue reading “Stiamo parlando di libertà di stampa?” »

Share Button

La Camera bassa USA respinge progetto chiusura Guantánamo

guantacloseLa Camera dei Rappresentanti statunitensi ha respinto con  247 voti a 177 un progetto che  autorizzava il presidente Barack Obama a chiudere il carcere nella base navale di Guantánamo, nell’est di Cuba.

Dal 2002 la Casa Bianca mantiene questo centro di detenzione nell’installazione navale che si trova in territorio cubano contro la volontà del Governo e del popolo dell’Isola.

L’iniziativa presentata dai democratici come parte del bilancio di difesa nazionale per l’anno fiscale 2015, voleva cancellare la proibizione di trasferimento dei detenuti in territorio continentale nordamericano e la chiusura della prigione a partire dal 2017.

Nel suo discorso sullo stato dell’Unione nel gennaio scorso, Obama aveva detto che il 2014 doveva essere l’anno in cui il Congresso doveva eliminare le restrizioni per il trasferimento dei detenuti e la chiusura definitiva del carcere, dove sono rinchiusi 154 prigionieri.

Con il suo primo incarico nel 2009, il capo della Casa Bianca aveva firmato un ordine esecutivo per chiudere la prigione in meno di un anno.

Un rapporto recente del Pentagono ha riconosciuto che la prigione costa circa 1000 milioni di dollari annualmente e l’ammontare totale supererà i 5000 milioni per la fine dell’anno fiscale 2014

Esistono numerose denunce sull’utilizzo di tecniche crudeli in questa prigione, come la privazione del sonno, la chiusura dei prigionieri nudi in celle gelide e gli interrogatori estenuanti.

Share Button

Snowden alla NBC, prima intervista ad un mezzo di comunicazione degli USA

Diritti-umaniL’ex agente della CIA, Edward Snowden, ha offerto un’intervista ad un mezzo di comunicazione del suo paese.

Il colloquio concesso al giornalista Brian Williams, sarà presentato il prossimo mercoledì 28 maggio in orario notturno, attraverso il programma Nightly News, che trasmette la catena NBC negli Stati Uniti.

Così l’ha confermato questo giovedì il mezzo di comunicazione che non ha anticipato maggiori dettagli sull’intervista a colui che si è trasformato in notizia a livello mondiale, per avere rivelato i piani di spionaggio che promuovevano gli Stati Uniti contro vari paesi e governi del mondo.

Nel suo passaggio per Mosca, il professionista della comunicazione ha intervistato il giornalista e scrittore Glenn Greenwald, conosciuto per essere la prima persona a chi Snowden ha consegnato i documenti classificati di spionaggio affinché fossero pubblicati a scala mondiale.

Attualmente, Edward Snowden rimane rifugiato in Russia dopo essere stato espulso dal suo paese per avere rivelato le azioni di spionaggio del Governo degli Stati Uniti a varie nazioni ed a capi di Stati del mondo.

D’accordo col suo avvocato, Jesselyn Radack, il suo asilo politico in Russia culminerà alla fine di giugno, e “si aspetta sia rinnovato prima che scada questa estate, abbiamo buone aspettative”, ha sottolineato il professionista del diritto.

da Telesur tradzione di Ida Garberi

Share Button