Category Archives: – storia

Giorno del Contadino

«La prima Legge di Riforma Agraria fu un fatto trascendentale nel destino della Rivoluzione  Cubana», hanno coinciso i funzionari del Ministero dell’Agricoltura (MINAG) durante un mattutino speciale realizzato nella capitale, dedicato al Giorno del Contadino cubano, e che si celebrerà  oggi, 17 maggio.

Continue reading “Giorno del Contadino” »

Share Button

Violenze e morte in Venezuela: parlano le vittime

Fiorangela Altamura http://megachip.globalist.it

Era il 2014 e le manifestazioni dell’opposizione venezuelana, che voleva usurpare il potere attraverso la violenza e ignorando il processo democratico, causavano 43 morti e oltre 800 feriti. A capo della fazione più estrema dell’opposizione venezuelana – che chiamava ai disordini per provocare un’insurrezione armata contro il legittimo governo o un intervento esterno – c’era Leopoldo Lopez, poi condannato a 13 anni di carcere per diverse fattispecie di reati e ritenuto prigioniero politico da parte della politica internazionale direttamente influenzata dalle potenze occidentali.

Continue reading “Violenze e morte in Venezuela: parlano le vittime” »

Share Button

Venezuela: forse sono teneri i gorilla?

Iroel Sánchez https://lapupilainsomne.wordpress.com

In mezzo al costante flusso di commenti che si possono leggere sulla stampa internazionale sulla situazione in Venezuela è cominciata a comparire, sempre più spesso, una parola: Cuba.

Continue reading “Venezuela: forse sono teneri i gorilla?” »

Share Button

Omaggio a Mariana Grajales e alle madri cubane

Mariana Grajales Cuello, madre dei  Maceo, ha ricevuto ieri l’omaggio del popolo cubano nel Giorno della Madre, che è diventato un ossequio a tutte le cubane che hanno perso il loro figli nelle nostre lotte di liberazione.

Continue reading “Omaggio a Mariana Grajales e alle madri cubane” »

Share Button

L’assassinio di Kennedy e la famiglia di Ted Cruz

Fabián Escalante https://lapupilainsomne.wordpress.com

Durante la scorsa campagna elettorale, negli USA, l’attuale presidente Donald Trump ha accusato uno dei suoi avversari repubblicani, Ted Cruz, di essere un discendente di un soggetto -di origine cubana- Rafael Cruz, partecipante all’assassinio del presidente Kennedy.

Continue reading “L’assassinio di Kennedy e la famiglia di Ted Cruz” »

Share Button

Antonio Guiteras, un fondatore del comunismo cubano

F. Martínez Heredia  https://lapupilainsomne.wordpress.com

Due volte scelse, il sistema esistente di dominio esistente a Cuba, avere una grande crescita economica con grande sfruttamento sociale, e senza rivoluzione. La prima volta fu nel primo quarto del XIX secolo: convertirsi nel primo esportatore di zucchero del mondo, e continuare a rimanere colonia della Spagna, mentre l’America iberica si rendeva indipendente. L’opzione fu molto criminale e durò abbastanza, ma non poté evitare che nell’ultimo terzo del secolo avvenissero due rivoluzioni, che conquistarono l’identità nazionale e lo Stato ed una cultura nazionale.

Continue reading “Antonio Guiteras, un fondatore del comunismo cubano” »

Share Button

I giorni del Che a La Cabaña

Il 3 gennaio del 1959, dopo due soli giorni dal trionfo della Rivoluzione e seguendo gli ordini di Fidel, giunge a La Cabaña la Colonna 8 Ciro Redondo e s’impadronisce della fortezza San Carlos de La Cabaña. Sei giorni dopo, il 9 gennaio, giunge il Che.

Continue reading “I giorni del Che a La Cabaña” »

Share Button

Venezuela: dove non cercare la verità

Ernesto Pérez Castillo https://lapupilainsomne.wordpress.com

Per cominciare dall’inizio, dobbiamo stabilire per primo che il fatto che il Venezuela bolivariano sia notizia non è una notizia. Non dovrebbe esserlo.

Quando tanti media -leggasi: agenzie di disinformazione- ci schiacciano minuto per minuto con le marce e le contro marce, le proteste e la repressione, almeno dovrebbe accettarsi, che c’è un interesse molto forte, di gente molto potente, affinché noi vediamo questo, noi crediamo in questo e accettiamo questo.

Continue reading “Venezuela: dove non cercare la verità” »

Share Button

La memoria in una casa e «le sue donne»

Il carattere de Maritza sembra forgiato a mano con scapoli d’emozioni.  Racconta ogni storia come la vivesse mentre parla e piange se allora piangeva o ride se allora rideva,  le vengono i brividi e i suoi occhi si perdono così come avvenne nei momenti che racconta.

Continue reading “La memoria in una casa e «le sue donne»” »

Share Button

Perchè Cuba ha vinto tutte le battaglie

A L’Avana, nella splendida piazza de Armas, tra palazzi antichi e mercatini permanenti di libri contornati da  giardini e palme spicca al centro la statua di Carlos Manuel De Cespedes che nella storia di Cuba è chiamato “Il padre della Patria”.

Continue reading “Perchè Cuba ha vinto tutte le battaglie” »

Share Button

Il costo della non solidarietà. Perché siamo internazionalisti?

Javier Gómez Sánchez https://lapupilainsomne.wordpress.com

Bisognerebbe fermarsi sulla tastiera, quando si parla del ‘costo della solidarietà’ e pensare al costo che avrebbe avuto non essere stati solidari. Soprattutto quando a non essere esistita tale solidarietà cubana molte cause progressiste e movimenti rivoluzionari, nel mondo, non avrebbero trionfato.

Continue reading “Il costo della non solidarietà. Perché siamo internazionalisti?” »

Share Button

Diario della Bolivia: aprile

A 50 anni da quando la guerriglia  del Che entrò nella selva della Bolivia con un sogno di liberazione, non c’è miglior testimone storico del diario di un uomo che ha impresso un senso nuovo alla parola internazionalismo.

Continue reading “Diario della Bolivia: aprile” »

Share Button

Il costo della non solidarietà: perché siamo internazionalisti?

Javier Gómez Sánchez

Nei giorni scorsi ci sono stati scritti, in rete, che prospettano una visione critica della solidarietà e dell’internazionalismo cubano, facendo enfasi sui ‘costi’ sociali e familiari che questi significano.

Continue reading “Il costo della non solidarietà: perché siamo internazionalisti?” »

Share Button

1 maggio 2017 a l’Avana

Discorso di Ulises Guilarte de Nacimiento, membro del Burò Politico del Comitato Centrale del Partito e Segretario Generale della Centrale dei Lavoratori di Cuba, nella manifestazione per il Giorno Internazionale dei Lavoratori.

Continue reading “1 maggio 2017 a l’Avana” »

Share Button

Alla rovescia

Pasqualina Curcio https://lapupilainsomne.wordpress.com

1. Il Venezuela è uno dei pochi paesi, se non l’unico, con un regime “dittatoriale” il cui “dittatore” esercita la tirannia dopo aver lasciato l’incarico. Di più: essendo dittatore, organizza un auto-golpe: nel gennaio 2017, l’Assemblea Nazionale, con il voto maggioritario della rappresentanza dell’opposizione al governo nazionale (la maggioranza del Parlamento è in mano all’opposizione dopo le ultime elezioni parlamentarie, ndr) ha deciso che il presidente Nicolás Maduro aveva abbandonato l’incarico di Presidente; un mese più tardi, gli stessi rappresentanti deputati convennero che eravamo in presenza di una dittatura guidata dal Presidente della Repubblica (lo stesso che secondo loro aveva lasciato l’incarico un mese prima). Un mese più tardi, essendo già “dittatore” in carica, secondo gli stessi rappresentanti deputati, il presidente ha fatto un colpo di stato.

Continue reading “Alla rovescia” »

Share Button