Tag Archives: Alessandra Riccio

L’articolo 68

Carlos Luque Zayas Bazán – https://nostramerica.wordpress.com

L’articolo 68 del Progetto di Costituzione di Cuba, che definisce il matrimonio come una “unione legale fra due persone”, si sta rivelando come uno dei punti più spinosi della discussione che si svolge a livello popolare in tutta l’isola. A gettare il sasso nello stagno è stata la parlamentare Mariela Castro Espín, presidente del Cenesex, l’istituto statale per l’educazione sessuale, figlia di colei che ha diretto e tutelato per anni la Federazione delle Donne Cubane (FMC) e dell’ex presidente Raúl Castro. Il polemico articolo 68 mette in rilievo il radicamento del tabù nella società ma anche l’importanza, anche politica, di sradicarlo. (A.R.)

Continue reading “L’articolo 68” »

Share Button

Marielle e Lula

Alessandra Riccio – https://nostramerica.wordpress.com

La sinistra brasiliana non ha dubbi: l’esecuzione di Marielle Franco e il carcere per Lula sono parte di una svolta autoritaria in Brasile. Lula rappresenta ancora la più importante guida politica popolare del paese e Marielle era già un punto di riferimento per quella nuova generazione politica che aveva potuto emergere proprio in conseguenza delle politiche volute dalle Presidenze popolari di Lula e Dilma Roussef.

Continue reading “Marielle e Lula” »

Share Button

Chi ha vinto e chi ha perso in Nicaragua?

Quando si tratta del Nicaragua di Ortega e Murillo, vado sempre con i piedi di piombo e con un dolore nostalgico per quella Nicaragua, tan violentamente dulce degli anni Ottanta. L’articolo di Marcelo Colussi, che ho tradotto, mette ben in chiaro i punti della questione. (a.r.)

Continue reading “Chi ha vinto e chi ha perso in Nicaragua?” »

Share Button

L’umanesimo rivoluzionario

https://nostramerica.wordpress.com

Il breve e travolgente passaggio di Hugo Chávez in America Latina e in Venezuela ha lasciato un’importante eredità di idee sociali e politiche pensate in primo luogo per la sua patria ma strettamente intrecciate al mondo che ruota intrno. Il giornalista Ignacio Ramonet, che lo ha conosciuto bene, ci invita ad osservare e verificare il coacervo del suo pensiero rivoluzionario dove trovano spazio Marx e Cristo, la Patria e il mondo, la libertà e l’uguaglianza. Una lettura attenta e spregiudicata, libera da preconcetti, potrebbe essere utile anche al nostro mondo eurocentrico che sembra aver esaurito la capacità di pensare. L’invito è a riflettere anche su quegli aspetti che a noi sembrano obsoleti e a ricordare che il richiamo alla teologia della liberazione e il suo proliferare sono carne e sangue dell’America Latina. (a.r.)

Continue reading “L’umanesimo rivoluzionario” »

Share Button

Berta Cáceres, la dura verità edulcorata

Alessandra Riccio – https://nostramerica.wordpress.com

Il giudice Diego García-Sayán che è stato anche Presidente della Corte Interamericana per i diritti umani, su El País del 3 novembre (Edizione America), dà una lezione su come annacquare una notizia terribile e disperderla in un ragionamento sofistico che parte da una casuccia dell’Honduras dove, nottetempo, qualcuno ha ucciso una donna e ferito un ospite, ed arriva ai massimi sistemi e alla domanda da mille pistole: c’è democrazia in America Latina?

Continue reading “Berta Cáceres, la dura verità edulcorata” »

Share Button

A proposito della rinuncia di Sendic figlio

Gonzalo Abella* – https://nostramerica.wordpress.com

Il cammino dei governi progressisti in America Latina è arduo e pieno di trappole di ogni genere, interne ed esterne. In Uruguay il Vicepresidente Raúl Sendic, figlio del leggendario fondatore del movimento tupamaro, per anni nelle carceri del suo paese, è accusato di malversazione e si è dimesso. Fra le tante trappole, la corruzione di personaggi con una storia come quella del Vicepresidente, è una delle più deprimenti.

Continue reading “A proposito della rinuncia di Sendic figlio” »

Share Button

Fernando senza fronzoli

Alessandra Riccio https://nostramerica.wordpress.com

La morte recente di Miguel D’Escoto, prete sandinista, ministro, stimato presidente d’Assemblea delle Nazioni Unite; quella di François Houtart, teologo belga votato all’America Latina, morto a Quito dove apprezzava e studiava la Revolución Ciudadana di Correa; ma soprattutto la morte improvvisa e prematura di Fernando Martínez Heredia, intellettuale marxista finissimo, studioso di Gramsci, del Che e di Fidel, voce libera impegnata nel processo rivoluzionario di Cuba; queste morti, dicevo, hanno prodotto in me un grande sconforto.

Continue reading “Fernando senza fronzoli” »

Share Button

Saviano straparla

Alessandra Riccio – https://nostramerica.wordpress.com

ansa - abbiati - RAI: SAVIANO, LA 'NDRANGHETA AL NORD SI APPOGGIA SULLA LEGANon è la prima volta che osservo che Roberto Saviano ne sa poco o nulla dell’America Latina. Sospetto che per lui sia solo l’altra sponda del narcotraffico di cui è specialista. Conosce alcuni aspetti malavitosi ma ignora la realtà di quei paesi. Almeno questa è la mia impressione quando, a proposito del (discutibilissimo) Premio Nobel per la pace al Presidente Santos, Saviano ci spiega come e perché ormai si fosse arrivati alla necessità di liquidare l’annoso e fastidioso problema della lotta armata: ormai è il Messico ad avere il monopolio di quell’odioso traffico e dunque le Farc (Forze Armate Rivoluzionarie della Colombia) non possono più arricchirsi come facevano da più di cinquanta anni a un costo enorme di morti, di feriti e di sacrifici inauditi.

Continue reading “Saviano straparla” »

Share Button

Fidel nella storia

Alessandra Riccio https://nostramerica.wordpress.com

fidelFifo …, el caballo …, quien tú sabes … sono solo alcuni dei tanti nomi con cui i cubani alludono al lider máximo della loro Rivoluzione, eppure, su tutti ha sempre prevalso il semplice, familiare, amichevole Fidel, quel Fidel che adesso compie novant’anni, che da una decina ha abbandonato la vita pubblica, vive ritirato, esce poco anche se la sua casa è meta continua di visite di importanti personalità del mondo della politica, della religione, di massimi organismi internazionali, dei movimenti, ma anche di vecchi e nuovi amici. Certo, quelli ancora in vita, quelli ancora attivi, i sopravvissuti.

Continue reading “Fidel nella storia” »

Share Button

Per lo meno non l’hanno desaparecida

L. Hernández Mack – https://nostramerica.wordpress.com

316x202_2016-07-27T11-00-15.536Z_imageIl Governo di Jimmy Morales, un divo della televisione guatemalteca assurto ai fasti di Presidente della Repubblica da qualche mese, ha nominato ministra della Salute una donna nata nel 1973, medico-chirurgo, specialista in analisi politiche del sistema di salute del suo paese, membro dell’Organizzazione Panamericana della Salute e dell’Organizzazione Mondiale della Salute.

Continue reading “Per lo meno non l’hanno desaparecida” »

Share Button

Hugo Chávez: la chiave della partecipazione

Augusto Márquez – https://nostramerica.wordpress.com

69b6cbf355ec5a132d85705499b95c41Se un cancro fulminante non lo avesse ucciso nel pieno delle sue energie, oggi Hugo Chávez compirebbe sessantacinque anni. Da tre anni il governo democraticamente eletto di Nicolás Maduro resiste agli attacchi dei nemici interni ed esterni che tentano con ogni mezzo di cacciarlo via. Augusto Márquez, in un appassionato e intelligente articolo ragiona sull’eredità politica di Chávez e sull’importanza della partecipazione popolare per pensare a un socialismo non ideologico. (A.R.)

Continue reading “Hugo Chávez: la chiave della partecipazione” »

Share Button

La vita richiede coraggio

A. Riccio https://nostramerica.wordpress.com

golpe-dilmaLa storia ci dirà come andrà a finire la vicenda della prima presidente donna eletta in Brasile, sospesa dalle sua funzioni il 12 maggio 2016 vittima di un empeachment assai ardito, preparato nei corridoi del Congresso, congegnato da nemici ma anche da amici convinti che l’unico modo per salvarsi dalle indagini dell’inchiesta Lava Jato (Autolavaggio) e dalla lotta alla corruzione intrapresa da Dilma Rousseff fosse proprio quello di togliersela di torno.

Continue reading “La vita richiede coraggio” »

Share Button

Messico invisibile

L’introduzione di Alessandra Riccio https://nostramerica.wordpress.com

bandiera-messicoIl Messico è un grande paese dell’America del Nord che, secondo un detto popolare, è troppo lontano da Dio e troppo vicino agli Stati Uniti. Come spesso succede, la saggezza popolare scaturisce da profonde verità: il lunghissimo confine che separa il Messico dagli USA –la frontera– è stato sempre un luogo di conflitto, di guerre lunghe e sanguinose che hanno spostato il limite sempre più a sud con la perdita di circa un terzo dei territori della ex colonia spagnola a favore della giovane, aggressiva e indipendente Confederazione di Stati del Nord. California, Texas, Arizona, Colorado, Nuovo Messico, come indicano i loro nomi, erano gioielli del Viceregno de la Nueva España prima che, nelle alterne, drammatiche e discontinue vicende dell’ indipendenza messicana, andassero ad aumentare il numero delle stelle nel vessillo della Confederazione.

Continue reading “Messico invisibile” »

Share Button

José Martí e la ballerina spagnola

Alessandra Riccio –  https://nostramerica.wordpress.com

trasferimentoMaestro per Rubén Darío, José Martí respira l’avvento della modernità precocemente e ne avverte le possibilità, offerte al continente americano, di dar forma a nuove tendenze, non solo estetiche, che proprio nel Mondo Nuovo stanno avendo origine.

Continue reading “José Martí e la ballerina spagnola” »

Share Button

S.O.S. Non è il Venezuela, è il Messico

Ilka Oliva Corado https://nostramerica.wordpress.com

trasferimentoDa anni il governo di Peña Nieto sta cercando di far passare una Reforma Educativa, e cioè una riforma della scuola che in Messico è pubblica, gratuita e laica, tendente ad abbassare il livello scolastico e ad imporre precarietà ai docenti, il tutto a favore della scuola privata.

Continue reading “S.O.S. Non è il Venezuela, è il Messico” »

Share Button