Tag Archives: Alexander Abreu

Il macchinario della comunicazione mediatica e del terrore contro Cuba

Arthur González https://heraldocubano.wordpress.com

Dai primi anni della Rivoluzione cubana, gli specialisti yankee in guerra psicologica iniziarono azioni per demonizzarla, intimidire gli incauti e diffondere il panico sull’isola.

Un esempio della loro mancanza di scrupoli si rese manifesto quando, nel dicembre 1960, la CIA diede inizio alla inumana Operazione Peter Pan, attraverso un messaggio dell’allora Radio Swan, inaugurata come risultato del 1° Programma di Azioni Segrete, approvato dal presidente Eisenhower, che diceva: “Madre cubana, la prossima legge del governo sarà quella di portarti via i tuoi figli, dall’età di 5 anni, e restituirteli a 18 trasformati in mostri del materialismo! Vai in chiesa e segui le orientazioni del clero!”.

Continue reading “Il macchinario della comunicazione mediatica e del terrore contro Cuba” »

Share Button

L’etichetta di filogovernativo ed il terrorismo contro la cultura cubana

Javier Gómez Sánchez www.cubadebate.cu

Gli insulti politici e razzisti, insieme alle minacce ricevute, da Miami, dal musicista Alexander Abreu, direttore della popolare orchestra Havana D´ Primera, non solo hanno spinto innumerevoli cubani ad alzare la propria voce nelle reti sociali, da dentro e fuori Cuba, per abbracciare la dignità di un artista cubano bensì ha esposto, come non mai prima, una situazione dalla quale, ora, persone ed istituzioni non possono continuare a restare ai margini.

Continue reading “L’etichetta di filogovernativo ed il terrorismo contro la cultura cubana” »

Share Button

La cultura è nel mirino

Yasel Toledo Garnache  www.cubadebate.cu

Internet è sempre più una specie di campo di battaglia. Qualche tempo fa si era soliti mascherare le pallottole e bombe, si tentava di sedurre per minare le basi ideologiche. Ora si privilegia il chiasso, le offese e persino le minacce di morte come se si trattasse di una lotta con fucili e spade. Le burla, le canzoni, gli show audiovisivi ed i montaggi sono proiettili sempre più usati, mescolati con odio e grossolanità.

Continue reading “La cultura è nel mirino” »

Share Button

Appoggio assoluto a chi condivide degnamente il destino di Cuba

Con il proposito di sostenere il caro musicista  Alexander Abreu, leader di Havana D’ Primera, che martedì scorso ha ricevuto insulti e accuse meschine per mezzo di messaggi offensivi, in una volgare campagna orchestrata dagli USA, la presidenza della UNEAC ha emesso il 17 settembre una dichiarazione nella quale condanna l’ignominia di coloro che riversano i loro odio contro colleghi d’impeccabile comportamento che hanno deciso di condividere il  destino del nostro popolo, partendo da attacchi realizzati attraverso le reti sociali.

Continue reading “Appoggio assoluto a chi condivide degnamente il destino di Cuba” »

Share Button

Di musica, reti e dei loro razzismi selettivi

Il ministro della Cultura, Alpidio Alonso, ha denunciato, sul suo account Twitter, la campagna mediatica di manipolazione ed odio contro intellettuali ed artisti cubani, ideata, diretta e molto ben pagata dagli USA. “Facciamo che prevalgano la verità e l’amore”, ha detto, nel messaggio in cui ha mostrato il suo sostegno al grande musicista Alexander Abreu, ora vittima di quella macchina dell’odio

Oni Acosta Llerena  www.granma.cu

Continue reading “Di musica, reti e dei loro razzismi selettivi” »

Share Button

Un concerto por Cuba, un ponte d’amore contro l’odio

Dall’esplosione ritmica insaporita da arie cubane della  Chicago Jazz Philharmonic Orchestra diretta da Orbert Davis, all’invito a ballare di Alexander Abreu, le musiche dei due lati si sono unite per fare da testimoni dei molti e fecondi punti di contatto tra le culture dei popoli vicini.

Share Button

Il diavolo, USA, ed il blocco contro Cuba

Patricio Montesinos – http://www.cubadebate.cu

Nel luglio 2014 scrissi un articolo dal titolo: ‘Solo il diavolo manca di chiedere che si elimini il blocco USA a Cuba’. Pochi mesi dopo, nel dicembre dello stesso anno, l’ex inquilino della Casa Bianca, Barack Obama, sembrò aver scelto il cammino verso la fine di quella ingiusta guerra imposta alla più grande delle Antille da più di 55 anni.

Continue reading “Il diavolo, USA, ed il blocco contro Cuba” »

Share Button

Un “chiaro monumento” … all’intolleranza e alla viltà

Iroel Sánchez https://lapupilainsomne.wordpress.com

miami2Nel suo discorso al Gran Teatro de La Habana “Alicia Alonso” il presidente Barack Obama affermò che “negli USA abbiamo un chiaro monumento di quello che possono costruire i cubani: si chiama Miami” e avendo davanti la ​​ballerina, con riconoscimento universale, che dà nome allo scenario dove parlava preferì ometterla per citare come esempi viventi della cultura cubana Gloria Estefan ed il cantante di reggaeton Pitbull.

Continue reading “Un “chiaro monumento” … all’intolleranza e alla viltà” »

Share Button