Tag Archives: AMLO

Non stiamo vivendo un mero cambio di governo, ma un cambio di regime

Nove mesi dopo la sua elezione alla presidenza del Messico, Andrés Manuel López Obrador (AMLO), ha presentato il 1 settembre la sua prima Relazione di Governo nel Palazzo Nazionale. A differenza dei suoi predecessori, non ha colmato di cifre il suo discorso, ma in questa occasione ha ratificato l’agenda politica della sua amministrazione.

Continue reading “Non stiamo vivendo un mero cambio di governo, ma un cambio di regime” »

Share Button

Il mondo di sotto cresce in silenzio

Raúl Zibechi* – https://nostramerica.wordpress.com

C’è vita (e lotta) oltre le elezioni. Nei nostri paesi (Argentina e Uruguay), dagli spot mediatici fino alle discussioni fra militanti dei movimenti sociali, sono tutti centrati e concentrati sulle prossime tornate elettorali, con la speranza che, adesso sì, ci saranno cambiamenti. Anche se sappiamo che questi cambiamenti non vengono dall’alto e che quelli veri sono quelli che sapremo costruire dal basso e per il basso, ci facciamo trascinare spesso dai fuochi artificiali delle elezioni. Continuiamo a diluire il nostro potere del fare dal basso delegando il Potere verso l’alto…

Continue reading “Il mondo di sotto cresce in silenzio” »

Share Button

Trump: calci da annegato

Ángel Guerra Cabrera https://lapupilainsomne.wordpress.com

Dopo innumerevoli tentativi falliti di un colpo di stato contro il presidente del Venezuela, Nicolás Maduro, il governo di Trump agisce alla disperata nella lunga guerra contro la patria di Bolivar. Washington ha distorto, di nuovo, i principi fondamentali del diritto internazionale, della Carta dell’OSA e le norme interne di quello screditato organismo per far sedere un rappresentante del super burattino Juan Guaidó sulla sedia del Venezuela.

Continue reading “Trump: calci da annegato” »

Share Button

Cubainformacion: saccheggi(atori) di ieri e di oggi


Perché infastidisce il genocidio d’America alla stampa spagnola?

 

Manuel Lopez Obrador, presidente del Messico, ha inviato una lettera al re di Spagna ed al Papa. In essa gli propone di chiedere perdono per il più grande genocidio della storia dell’umanità: la cosiddetta “conquista” dell’America.

Continue reading “Cubainformacion: saccheggi(atori) di ieri e di oggi” »

Share Button

Obrador: «Dichiariamo formalmente la fine del neoliberismo»

di Fabrizio Verde www.lantidiplomatico.it

Il Messico è un paese devastato dal neoliberismo. Adesso il paese con la presidenza di Andrés Manuel López Obrador ha finalmente voltato pagina. «Restano abolite due cose, il modello neoliberista e la sua politica di saccheggio, antipopolare e servile», ha dichiarato il nuovo presidente durante la cerimonia di chiusura dell’assemblea per definire il Piano Nazionale di Sviluppo 2019-2024.

Continue reading “Obrador: «Dichiariamo formalmente la fine del neoliberismo»” »

Share Button

Washington escalation di pressioni contro la Rivoluzione bolivariana

Nikolái Pátrushev, segretario del Consiglio di Sicurezza della Russia, ha denunciato in un’intervista concessa al quotidiano russo Argumenty i Fakty, che Washington prepara un intervento militare in Venezuela.

Continue reading “Washington escalation di pressioni contro la Rivoluzione bolivariana” »

Share Button

Il Messico respinge il golpe in Venezuela

diventa baluardo contro l’imperialismo USA

 

La notte prima che il capo dell’opposizione venezuelana Juan Guaidó si autoproclamasse presidente ad interim, il vicepresidente degli Stati Uniti Mike Pence lo chiamò promettendogli il sostegno del governo degli Stati Uniti nel tentativo di prendere il potere. Abbastanza sicuro, il 23 gennaio, davanti a una grande manifestazione dell’opposizione, Guaidó si dichiarava presidente ad interim del Paese sudamericano avviando un complotto in gestazione da settimane.

Continue reading “Il Messico respinge il golpe in Venezuela” »

Share Button

Nicolás Maduro

https://nostramerica.wordpress.com

Ieri, Nicolás Maduro ha preso possesso per il suo nuovo mandato presidenziale a Caracas, nel suo Venezuela.

Oggi, El País, uno dei maggiori quotidiani di lingua spagnola, ha intitolato, velenosamente: Maduro sfida l’Occidente aggrappato alla Cina e alla Russia e cerca l’appoggio del Messico.

Continue reading “Nicolás Maduro” »

Share Button

Vzla. L’ordine arriva da fuori: “Maduro non deve governare”

Geraldina Colotti www.farodiroma.it

Lo stesso titolo su tutti i grandi media internazionali “Maduro non deve governare”. Perché? Perché lo dice il Gruppo di Lima e lo ripete Almagro, megafono degli Stati Uniti alla direzione dell’OSA. Un megafono delegittimato e espulso dal suo stesso partito – quel Frente Amplio a cui appartiene l’ex presidente e tupamaro Pepe Mujica – per aver calpestato i principi che lo avrebbero dovuto guidare.

Continue reading “Vzla. L’ordine arriva da fuori: “Maduro non deve governare”” »

Share Button

La battaglia per l’America Latina nel 2018

Non risulta facile, per la prima potenza mondiale, sia economicamente che militarmente, piegare, nella loro totalità, i paesi che per 20 anni hanno plasmato un modello politico di nuovo tipo …

L. Valenzuela  www.cubahora.cu

Continue reading “La battaglia per l’America Latina nel 2018” »

Share Button

Cuba, vera democrazia

Ángel Guerra Cabrera https://lapupilainsomne.wordpress.com

Cuba celebra il 60esimo anniversario del trionfo della Rivoluzione proprio al culmine di un processo di democrazia partecipativa, molto probabilmente senza pari nel mondo. Il dibattito popolare per circa 9 milioni di cubani, dal 13 agosto a novembre, del testo della nuova Costituzione cubana in 133mila assemblee di base, ha portato all’inclusione di oltre il 50% delle proposte provenienti da tale istanza, generatrici di circa 760 modifiche, che hanno comportato la modifica di circa il 60% degli articoli.

Continue reading “Cuba, vera democrazia” »

Share Button

2018: L’anno che abbiamo vissuto pericolosamente

Katu Arkonada  www.cubadebate.cu

Si chiude un 2018 intenso in emozioni ed eventi politici. Un anno in cui nei due più grandi paesi dell’America Latina hanno guadagnato poli opposti che, a volta, sono due facce della stessa moneta, tinta di ossimoro: la crisi della democrazia neoliberale o del neoliberalismo democratico.

Continue reading “2018: L’anno che abbiamo vissuto pericolosamente” »

Share Button

Quattro assi (e successi) della politica estera venezuelana nel 2018

http://misionverdad.com

La modalità della guerra non convenzionale che si sta sviluppando contro il Venezuela ha convertito lo scenario internazionale in un campo di battaglia strategico.

Nel corso del 2018, il Governo venezuelano ha lavorato ad una riconfigurazione della mappa dei rapporti internazionali che è stato fondamentale per contenere l’esplicita minaccia alla sovranità del paese da parte USA, dei suoi paesi e corporazioni alleate. Gli sforzi più importanti in questo senso possono essere analizzati da quattro assi.

Continue reading “Quattro assi (e successi) della politica estera venezuelana nel 2018” »

Share Button

Maduro verso il 10 gennaio, in barba alle oligarchie

di Geraldina Colotti  www.lantidiplomatico.it

Possono le urla isteriche di due deputati soffocare la voce di migliaia di persone? Possono se a fornire il microfono sono i media mainstream, al soldo di chi vuole convincere il mondo a schierarsi dal lato dell’oppressore: dalla parte di quel ristrettissimo numero di famiglie che detiene la ricchezza del pianeta, sottraendo ai popoli le loro risorse naturali e sfruttandone al massimo la forza lavoro.

Continue reading “Maduro verso il 10 gennaio, in barba alle oligarchie” »

Share Button

Addio al neoliberismo in Messico

Angel Guerra Caprera – https://nostramerica.wordpress.com

L’insediamento di López Obrador come presidente ha confermato la volontà vulcanica di cambiamento di regime espressa il I luglio da più di 30 milioni di messicani. La travolgente manifestazione popolare nella capitale e in altre città, le lacrime di commozione di molte persone, i coraggiosi e corposi discorsi di AMLO nel Congresso e nel Zócalo, molte delle promesse della campagna elettorale già trasformate in leggi. Non c’è dubbio, il Messico sta entrando nel quarto grado della sua traiettoria di enormi cambiamenti politici e sociali, avviata da Hidalgo e Morelos, continuata da Juárez, dai Flores Magón, da Madero e Carranza, da Zapata, da Villa e dal generale Lázaro Cárdenas.

Continue reading “Addio al neoliberismo in Messico” »

Share Button