Tag Archives: argentina

L. Obrador, A. Fernández, integrazione regionale e comunione di idee

Gerardo Villagrán del Corral, CLAE,

Traduzione di Alessandro Lattanzio

Poco più di un mese dopo essersi divenuto presidente dell’Argentina, Alberto Fernández compiva il primo viaggio all’estero in Messico, per incontrarsi per tre ore con colui sarà un alleato, il presidente messicano Andrés Manuel López Obrador, per parlare di complementazione commerciale, investimenti, politica estera e in particolare integrazione regionale. “Un incontro più che formidabile; un ottimo punto di partenza, coll’idea che abbiamo molte cose in comune”, con López Obrador, con cui affermava di avere

Continue reading “L. Obrador, A. Fernández, integrazione regionale e comunione di idee” »

Share Button

Agonia e morte del neoliberismo in America Latina

Atilio Boron, Internationalist 360°

Traduzione di Alessandro Lattanzio

Nelle ultime settimane, il neoliberismo ha affrontato una serie di sconfitte che ne accelerano l’agonia portandone la morte tra sconvolgimenti grandi e violenti.

Continue reading “Agonia e morte del neoliberismo in America Latina” »

Share Button

Alberto Fernández è il nuovo presidente dell’Argentina

Il candidato del partito Frente de Todos, Alberto Fernández, è già il presidente dell’Argentina, dato che ha superato l’attuale  mandatario del paese sudamericano, Mauricio Macri. Con più del 96,2 % dei seggi scrutinati, Fernández e la sua compagna  di formula, Cristina Fernández de Kirchner, hanno ottenuto il  48,03 % dei  voti contro  il 40,44 del macrismo, ha informato il sito web della Camera Nazionale Elettorale dell’ Argentina.

Continue reading “Alberto Fernández è il nuovo presidente dell’Argentina” »

Share Button

Perché non bruciano il Venezuela, la Bolivia

ma il Cile, l’Argentina e simili neoliberal?

di Pino Arlacchi www.lantidiplomatico.it

Non è autunno caldo globale. E non è una generica richiesta di partecipazione via hashtag, come tentano di far credere i media dell’ establishment neoliberal. E’ vero che i milioni di individui scesi in piazza in questi giorni sono sparsi in molti paesi, ma per capire cosa succede le assenze contano quanto le presenze.

Continue reading “Perché non bruciano il Venezuela, la Bolivia” »

Share Button

America Latina: un nuovo modello di controinsurrezione per la regione?

Mision Verdad   www.lantidiplomatico.it

L’ambiguità è stato il segno politico del governo di Lenín Moreno da quando è entrato in carica, affrontando allo stesso tempo il non riconoscimento, la protesta e il fallito tentativo di destabilizzare i partiti e i settori oligarchici (media, finanze) che lo avevano attaccato quando era stato eletto e che ora sono la base politica che lo sostiene.

Continue reading “America Latina: un nuovo modello di controinsurrezione per la regione?” »

Share Button

Tra i carri armati di Sebastián Piñera e i voti per Evo Morales

Gennaro Carotenuto –  https://nostramerica.wordpress.com

New York – Solo il Cile riesce ad accendere uno spot informativo sull’America latina nuovamente in fiamme, felicemente restituita al suo destino di essere governata dalle destre, col bastone e senza carota, rispetto all’anomalia dei governi di centro-sinistra definiti da Donald Rumsfeld “l’asse del male latinoamericano da colpire”. E colpita, non con le bombe, ma con un uragano di propaganda.

Continue reading “Tra i carri armati di Sebastián Piñera e i voti per Evo Morales” »

Share Button

Trump e il suo cortile in profonda crisi

controrivoluzione, ciclo breve e pericoloso

Clodovaldo Hernández, Laiguana TVHistoire et Societé,

Trump, Ecuador, Argentina, Perù e l’opposizione venezuelana soffrono di crisi simultanee: un momento di grande pericolo

 

Continue reading “Trump e il suo cortile in profonda crisi” »

Share Button

La ripetitiva storia delle ricette del FMI (che non funzionano) in America Latina

I precedenti del FMI nella regione mostrano le gravi conseguenze sociali e politiche nei paesi che ricorrono ai suoi prestiti e interventi.

Share Button

Argentina, otto punti chiave della politica estera di Alberto Fernández

Martín Granovsky – Pagina|12

Sembrava rilassato. Il tono era molto simile a quello che usa nelle sue lezioni di diritto penale. Non ha urlato giovedì 5 settembre, Alberto Fernández, al Congresso dei deputati spagnoli, che può essere considerata la sua prima uscita pubblica incentrata sulla politica estera. Ha evitato tutti gli slogan tranne uno. Ma lo ha ripetuto tre volte: “Lula libre, Lula libre, Lula libre”.

Continue reading “Argentina, otto punti chiave della politica estera di Alberto Fernández” »

Share Button

La cattura dello Stato

Adoración Guamán*, David Villamar*

Due studiosi di politica analizzano le caratteristiche del ritorno delle destre in America Latina soffermandosi in particolare sull’Ecuador, modello perfetto di uno Stato “catturato” dagli interessi delle élites. Si parla di America Latina, ma sono molti gli spunti di riflessione per noi europei e italiani.

Continue reading “La cattura dello Stato” »

Share Button

Il mondo di sotto cresce in silenzio

Raúl Zibechi* – https://nostramerica.wordpress.com

C’è vita (e lotta) oltre le elezioni. Nei nostri paesi (Argentina e Uruguay), dagli spot mediatici fino alle discussioni fra militanti dei movimenti sociali, sono tutti centrati e concentrati sulle prossime tornate elettorali, con la speranza che, adesso sì, ci saranno cambiamenti. Anche se sappiamo che questi cambiamenti non vengono dall’alto e che quelli veri sono quelli che sapremo costruire dal basso e per il basso, ci facciamo trascinare spesso dai fuochi artificiali delle elezioni. Continuiamo a diluire il nostro potere del fare dal basso delegando il Potere verso l’alto…

Continue reading “Il mondo di sotto cresce in silenzio” »

Share Button

Il ciclo progressista non era morto, faceva baldoria

Katu Arkonada www.cubadebate.cu

Lo vollero dare per morto. La sconfitta del kirchnerismo al secondo turno delle elezioni generali (novembre 2015), insieme alla sconfitta del chavismo in Venezuela alle elezioni legislative (dicembre 2015) e la perdita del referendum per la ricandidatura di Evo Morales (febbraio 2016) condussero molti analisti di destra, ma anche di alcuni settori della sinistra progressista ed accademica, a decretare la fine del ciclo progressista avviato da Chávez, Lula e Néstor Kirchner in Venezuela, Brasile ed Argentina negli ultimi anni del XX secolo e nei primi del XXI.

Continue reading “Il ciclo progressista non era morto, faceva baldoria” »

Share Button

Argentina, terremoto continentale

Angel Guerra Cabrera  www.cubadebate.cu

La schiacciante vittoria di Alberto Fernández, candidato alla presidenza del Frente de Todos (FT), nelle elezioni primarie, aperte, simultanee ed obbligatorie d’Argentina (PASO) è un fatto non solo di grande significato politico nazionale, ma regionale e mondiale.

Continue reading “Argentina, terremoto continentale” »

Share Button

Macri, sconfitto e senza rotta con un’Argentina in fiamme

Caduta dei salari, una svalutazione enorme, negozi chiusi nell’attesa di un dollaro stabile, il presidente argentino Mauricio Macri affronta oggi una delle sue peggiori tappe, a quattro mesi dalla fine della sua gestione.

Continue reading “Macri, sconfitto e senza rotta con un’Argentina in fiamme” »

Share Button

Il risveglio dell’Argentina

Fabrizio Casari – altrenotizie

Alberto Fernandez e Cristina Kirchner, candidati della sinistra peronista, hanno sconfitto il Presidente Macrì alle primarie per le elezioni presidenziali del prossimo autunno: 47 contro il 32% il durissimo verdetto. Quindici punti di differenza che possono trasformarsi in distanza incolmabile. E’ stata una di quelle batoste che il presidente argentino di origini italiane, dai modi gentili e dalle idee rozze, con amicizie discutibili e politiche devastatrici, difficilmente dimenticherà. La relazione tra fallimento economico del governo e crisi di consensi pare ineludibile.

Continue reading “Il risveglio dell’Argentina” »

Share Button