Tag Archives: Barack Obama

È il sistema, stupido

Iroel Sánchez  https://lapupilainsomne.wordpress.com

“Protestare in nome della morale contro “eccessi” o “abusi” è un errore che suggerisce complicità attiva. Non ci sono “abusi” o “eccessi” qui, semplicemente, un sistema che comprende tutto”.

                                                                                              Simone de Beauveoir

C’è una scena del documentario ‘I am not your negro’ (Raoul Peck, 2017) in cui lo scrittore afroamericano James Baldwin viene intervistato in televisione, negli anni settanta del XX secolo, ed il conduttore del programma gli chiede perché i neri, negli USA, non sono ottimisti “… se ci sono neri che sono governatori, ci sono neri in politica, altri in tutti gli sport, sono stati persino premiati dando loro opportunità negli spot televisivi…”. Preceduta da un sorriso sarcastico, la risposta di Baldwin, che vide i suoi amici Medgar Evers, Malcolm X e Martin Luther King assassinati dal sistema, fu “non è una questione di cosa succede ai neri qui…la vera domanda è cosa accadrà al paese”.

Continue reading “È il sistema, stupido” »

Share Button

Una controrivoluzione preferibile?

Javier Gómez Sánchez  www.cubadebate.cu

Per chiunque abbia osservato lo sviluppo in Internet della guerra mediatica che gli USA finanziano contro Cuba, con l’uso di un sistema, sempre più articolato, di media digitali, sono evidenti diversi evoluzioni.

Continue reading “Una controrivoluzione preferibile?” »

Share Button

Gli yankee ordinano e i loro lacchè eseguono

Arthur González https://heraldocubano.wordpress.com

Dal 1959 il governo USA e la CIA iniziarono una guerra psicologica contro la nascente Rivoluzione cubana, guidata da Fidel Castro che, il presidente D.Eisenhower ed il direttore della CIA, Allen Dulles, non volevano dirigesse Cuba, come espressero nella riunione del Consiglio di Sicurezza, tenutasi il 23 dicembre 1958: “Dobbiamo evitare la vittoria di Castro”.

Continue reading “Gli yankee ordinano e i loro lacchè eseguono” »

Share Button

Clandestina: il blocco è reale

http://cubasi.cu

Ogni volta che qualcuno mi parla di “blocco interno”, mi viene da pensare che, se il blocco USA non esistesse, nessuno penserebbe chiamare in tal modo i problemi a Cuba. Si dovrebbe presumere che il giorno in cui cesserà di esistere il blocco, i nostri problemi interni non avranno più nome, una buona parte di essi sarebbe più facile da risolvere e quelli che restano sarebbero chiamati semplicemente come vengono chiamati in qualsiasi altro paese: ¨problemi¨.

Continue reading “Clandestina: il blocco è reale” »

Share Button

Gli USA e la loro poca immaginazione

Arthur González https://heraldocubano.wordpress.com

Gli yankee hanno inventato così tante menzogne ​​contro la Rivoluzione cubana, dal 1959, che non hanno più immaginazione creativa per costruire altre falsità ​​per accusare Cuba.

Dagli omicidi, torture, false leggi per privare i genitori della patria potestà dei loro figli, inventate violazioni dei diritti umani, fabbricazione di oppositori che risultarono essere degli approfittatori del denaro che gli assegnano per le loro provocazioni ed alla fine cercano solo i modi per ottenere un visto come rifugiati politici ed essere mantenuti dal governo USA.

Continue reading “Gli USA e la loro poca immaginazione” »

Share Button

L’ansia d’uccidere e lo stimolo Trump

È morto a Miami un ex assessore di Barack Obama, che aveva promosso le relazioni normali tra gl USA e Cuba, e invece di condoglianze o solidarietà con la famiglia d’origine cubana, si è scatenata un’ondata di commenti fondamentalisti alla notizia pubblicata nel quotidiano  –decisamente ultra conservatore– El Nuevo Herald, fabbricante di menzogne e tristemente celebre come piattaforma di sbirri profughi della giustizia, mafie e terroristi.

Continue reading “L’ansia d’uccidere e lo stimolo Trump” »

Share Button

Ritorno alla politica dello scontro

Salim Lamrani  www.cubadebate.cu

Nel 2014 l’amministrazione Obama ha adottato misure senza precedenti a favore di una normalizzazione delle relazioni tra USA e Cuba e così ha risposto alla unanime richiesta della comunità internazionale, che ha sempre sostenuto una soluzione pacifica al conflitto asimmetrico che oppone Washington all’Avana da circa sei decenni. Nel marzo 2016, il presidente democratico ha persino realizzato un viaggio storico a Cuba, per la prima volta dalla visita di Calvin Coolidge nel 1928, suggellando così la volontà ufficiale della Casa Bianca di trovare un’uscita positiva.

Continue reading “Ritorno alla politica dello scontro” »

Share Button

Cuba, Venezuela ed i limiti della dottrina del potere intelligente

Jesús Arboleya Cervera  www.cubadebate.cu

Davanti al fallimento della politica contro Cuba, Barack Obama decise di provare “altri metodi” e confidare che la “seduzione dello stile di vita USA” avrebbe condotto allo crollo del socialismo cubano.

Si iniziava un momento in cui la diplomazia si imponeva sullo scontro, di modo che il blocco economico e altre misure volte ad esacerbare le tensioni tra le due parti risultavano disfunzionali a questa politica.

Continue reading “Cuba, Venezuela ed i limiti della dottrina del potere intelligente” »

Share Button

La naturale alleanza del potere imperiale

Il “Progetto per un Nuovo Secolo Americano”, progettato per estendere l’impero USA al resto del mondo, esiste, il vero potere lo mette in pratica, non importa quali delle sue facciate sia al governo

Raúl Antonio Capote  www.granma.cu

Continue reading “La naturale alleanza del potere imperiale” »

Share Button

Gli USA dal Soft Power allo Sharp Power

Arthur González

L’attuale politica che sviluppano gli USA verso Cuba è passata bruscamente dal Soft Power -Potere Morbido o Intelligente-, applicato dal presidente Barack Obama, al Sharp Power -Potere Acuto o Penetrante- che viene attuata dall’attuale presidente Donald Trump.

Continue reading “Gli USA dal Soft Power allo Sharp Power” »

Share Button

Cuba e la “geografia maledetta”

Ricardo Ronquillo   www.cubadebate.cu

Sarà molto difficile, per la nazione cubana, sbarazzarsi del segno perenne -magari maledizione- del cosiddetto fatalismo geografico. La storia dell’arcipelago è immancabilmente quella dell’indipendenza contro l’annessione o la sottomissione.

Non avendo nulla a cui fare appello contro una così dura certezza, la grande domanda che ci attende è come innalzare un paese, oltre che libero, prospero -come si è ripromessa la maggioranza nel recente consenso popolare-, contro le malsane acrobazie politiche dei Governi USA.

Continue reading “Cuba e la “geografia maledetta”” »

Share Button

Cuba inizia a dire addio a Donald Trump

Iroel Sánchez

Intervistati dal sito Economic Eye On Cuba, due “alti funzionari” dell’amministrazione Trump sottolineavano, l’8 aprile di quest’anno, che “a causa delle nostre sanzioni dirette contro il Venezuela e le sanzioni dirette ed indirette a Cuba, crediamo che almeno un risultato saranno cambi nell’economia cubana a causa di ciò che l’amministrazione di [Juan] Guaidó sta facendo riguardo alle esportazioni di petrolio a Cuba, e stiamo aiutando il presidente ad interim Guaidó a raggiungere il suo obiettivo di non sovvenzionare più il regime cubano. Cuba dovrà adattarsi alla perdita del 30% o più delle sue importazioni di petrolio fortemente sovvenzionate e ciò significa consentire un’economia più basata sul mercato. A loro non piacerà, ma la sua capacità di farla andare a rotoli si sta muovendo in maniera più rapida al di là del suo controllo.”

Continue reading “Cuba inizia a dire addio a Donald Trump” »

Share Button

Perché incolpare Cuba dei fallimenti USA in Venezuela?

Iroel Sanchez http://espanol.almayadeen.net

Durante la Guerra Fredda, il governo USA brandì la minaccia sovietica per giustificare il suo interventismo in America Latina, e una qualche logica aveva poiché, nonostante gli interventi USA a sud dei suoi confini siano molto anteriori all’esistenza dell’URSS. In risorse energetiche, territorio, popolazione e potere militare l’Unione Sovietica era un rivale la cui grandezze facilitavano il compito di convertirla nel “grande nemico della democrazia nelle Americhe”.

Continue reading “Perché incolpare Cuba dei fallimenti USA in Venezuela?” »

Share Button

Cosa tiene in piedi il Chavismo?

Augusto Marquez, Mision Verdad – http://aurorasito.altervista.org

Le minacce aperte d’intervento militare contro il Venezuela e la nomina di un “governo parallelo” implicano la continuazione del decreto di Obama e i (falliti) colpi di Stato del 2014 e del 2017, sfruttati con la “rivoluzione colorata” o “golpe morbido”.

Continue reading “Cosa tiene in piedi il Chavismo?” »

Share Button

Il Venezuela e il suo ruolo geopolitico: le ragioni dell’assedio

Mision Verdad  http://aurorasito.altervista.org

Il Venezuela è stato formalmente ammesso nell’”asse del male” o gruppo di Paesi obiettivo di Washington dopo il decreto di Barack Obama che criminalizzò la nazione nel 2015, dichiarando la Repubblica Bolivariana “insolita e straordinaria minaccia” per la sicurezza degli Stati Uniti.

Continue reading “Il Venezuela e il suo ruolo geopolitico: le ragioni dell’assedio” »

Share Button