Tag Archives: Che Guevara

Il Che ed il Partito

Julio César Sánchez Guerra Traduzione : G. Federico Jauch

Tra le ultime lettere del Che, ce ne sono alcune che spiccano per il loro valore testimoniale e per la profondità del suo pensiero su vari temi della Rivoluzione, il socialismo, l’uomo nuovo, il Partito. La lettera d’addio letta da Fidel nell’ottobre 1965, il giorno della formazione del Comitato Centrale del Partito, è nota a tutti. Importanti commenti sono stati fatti anche su “El socialismo y el hombre en Cuba”, corrispondenza indirizzata a Carlos Quijano, direttore del settimanale uruguaiano Marcha

Continue reading “Il Che ed il Partito” »

Share Button

Cosa dev’essere un giovane comunista

L’Unione dei Giovani  Comunisti si deve definire con una sola parola: avanguardia • Voi compagni dovete essere l’avanguardia di tutti i movimenti • I primi ad essere disposti ai sacrifici che domanda la Rivoluzione, qualsiasi sia l’indole di questi sacrifici • I primi nel lavoro, i primi nello studio, i primi nella difesa del paese

Share Button

Cuba e la nascita di tre grandi simboli della Rivoluzione

In due giorni nacquero tre simboli rilevanti del processo rivoluzionario: l’esplosione del piroscafo francese La Coubre, la proclamazione di Fidel della frase “Patria o Morte” e l’impressionante immagine scattata dal fotografo Korda di Che Guevara …

Luis Fidel Acosta Machado  www.cubahora.cu

Continue reading “Cuba e la nascita di tre grandi simboli della Rivoluzione” »

Share Button

Il Che come cittadino cubano e planetario

Sorpreso nelle più profonde fibre della sua profonda modestia, il comandante Ernesto Che Guevara, davanti al primo Consiglio dei Ministri del Governo Rivoluzionario, riunito al completo, ascoltò le ragioni della sua presenza nel Palazzo Presidenziale: la decisione legale di essere stato dichiarato cittadino cubano per nascita, in base alla Legge Fondamentale della Repubblica in vigore in quel momento (1940).

Continue reading “Il Che come cittadino cubano e planetario” »

Share Button

Cubainformacion: Bolivia, la seconda riparazione al Che

Hanno realizzato un colpo di stato a Evo Morales, preceduto da un’enorme campagna diffamatoria sui media e reti sociali della Bolivia.

Quasi un anno dopo, il regime de facto omaggiava i militari che, 53 anni prima, avevano assassinato Che Guevara in quel paese, uno dei grandi riferimenti politici ed etici dello stesso Evo Morales.

Continue reading “Cubainformacion: Bolivia, la seconda riparazione al Che” »

Share Button

L’audacia aveva due nomi: Camilo ed il Che

Nel caratterizzare due dei suoi migliori capi, Ernesto Che Guevara e Camilo Cienfuegos, entrambi membri della spedizione Granma, Fidel Castro ha spiegato: “Camilo, meno intellettuale del Che, ma anche molto coraggioso, un capo eminente, molto audace, molto umano. I due si rispettavano e si amavano molto. Camilo si era fatto notare, era nella truppa del Che, faceva incursioni in pianura, cominciava a creare una leggenda in situazioni di combattimento molto difficili”.

Continue reading “L’audacia aveva due nomi: Camilo ed il Che” »

Share Button

Il ‘Che’ come guardia del corpo

A costo dei suoi giorni, continua a proteggere voi e me, uomini isolati e interi villaggi, compresi alcuni che hanno creduto alla menzogna che uccidendolo lo stavano uccidendo.

Si scrive perché, a volte, le dita fanno pugni che colpiscono, con i tasti, la menzogna; perché ha imparato con le prime luci della vita che non può lasciarsi macchiare dai simboli, né si lascia macchiare dai simboli; o semplicemente perché porta installata, tra mente e cuore, una certa molla automatica contro l’impudenza e l’ingiustizia. Questo è l’unico motivo per cui sollevo questi paragrafi nella piana di ottobre; in fondo, Che Guevara non ha bisogno di essere difeso.

Continue reading “Il ‘Che’ come guardia del corpo” »

Share Button

La lettera di un guerrigliero

È il 3 ottobre del 1965 e si costituisce il Comitato Centrale del Partito Comunista di Cuba. La guida di Fidel ha reso possibile l’unità delle diverse forze politiche che hanno affrontato il regime di Batista.

Nella presentazione c’è un assente che riunisce tutti i meriti. E allora Fidel legge la lettera di commiato del Che.

È una delle lettere più commoventi della storia di Cuba.

Continue reading “La lettera di un guerrigliero” »

Share Button

Piccolo soldato boliviano con un fucile nordamericano

Rosa Miriam Elizalde  www.cubadebate.cu

L’impresentabile “presidentessa” della Bolivia ha celebrato la morte di Ernesto Che Guevara rendendo omaggio l’8 ottobre a coloro che, il 9 ottobre 1967, lo assassinarono per decisione della Centrale di Intelligence USA.

L’intervento della CIA in Bolivia è un fatto ed il monitoraggio interessato che Lyndon Johnson fece ai guerriglieri anche. Il presidente USA riceveva, regolarmente, informazioni sulle tracce del Che da quando, nel 1965, smise di essere visto pubblicamente a Cuba. Uno dei 29 documenti declassificati, datati 22 aprile 1967, pubblicato la scorsa settimana dal National Security Archive della George Washington University, registra che il dittatore boliviano René Barrientos informò il generale USA, William Tope, sulla situazione della guerriglia. nel paese.

Continue reading “Piccolo soldato boliviano con un fucile nordamericano” »

Share Button

La presenza!

di Yeilén Delgado Calvo

Guevara abbaglia perché fa rabbrividire e, soprattutto, sfida con la sua capacità di demolire i sensi comuni accomodanti. Non ha chiesto di fare nulla che non fosse in grado di fare e lo ha fatto. Sconfigge così il tempo e allerta gli ignari, rinascendo fino alla vittoria, sempre.

Continue reading “La presenza!” »

Share Button

Patria e amore

“Non c’è mai un fine. Ci sono solo sempre degli inizi. Come diceva il Che: ci sono persone che hanno ‘il loro al di là’ nel popolo e che nascono, che nascono sempre …”

L’8 ottobre 1997 è iniziato il V Congresso del Partito Comunista di Cuba. Per tre giorni l’avanguardia rivoluzionaria del nostro paese ha dibattuto e serrato i ranghi per continuare unita la via del socialismo. In quel Congresso la presenza del Che era diversa: i suoi resti mortali erano stati ritrovati e si trovavano nella sua patria delle Antille.

Continue reading “Patria e amore” »

Share Button

Che Guevara, il faro dell’esempio

www.lantidiplomatico.it

Il 9 ottobre del 1967, il comandante Ernesto Che Guevara, uno degli artefici della Rivoluzione cubana, fu fucilato in una scuola a la Higuera, in Bolivia, dopo essere stato catturato da un reparto delle forze speciali assistite da agenti della CIA.

La vita del Che era sostenuta dalla coerenza tra il suo pensiero e le sue azioni. Questa è la più grande eredità e l’eterno impegno di ciascuna delle generazioni che vedono nella sua figura il paradigma del rivoluzionario.

Continue reading “Che Guevara, il faro dell’esempio” »

Share Button

Che Guevara

Share Button

Il Che ai suoi figli

Le ultime lettere scritte dal Che Guevara contengono gli ultimi messaggi di un uomo che abbraccia i suoi cari con fervore rivoluzionario; non costituiscono un addio, in ogni caso, un “Hasta La Victoria Siempre!”.

Continue reading “Il Che ai suoi figli” »

Share Button

Che Guevara a Fidel

Il 3 ottobre 1965, durante la presentazione del primo Comitato Centrale del Partito Comunista di Cuba (PCC), Fidel ha letto la lettera di addio del Che Guevara.

Continue reading “Che Guevara a Fidel” »

Share Button