Tag Archives: cia

FBI, CIA e NATO controllano i fili operativi di Twitter

https://misionverdad.com

Negli ultimi tempi, Twitter ha riempito il suo organico operativo con ex agenti del Federal Bureau of Investigation (FBI), della Central Intelligence Agency (CIA) e di altre agenzie per metterli a svolgere importanti incarichi nei settori della sicurezza, fiducia e moderazione di contenuti della società tecnologica. MintPress ha svolto alcune ricerche sul tema e ha compilato i profili di alcuni di loro:

Continue reading “FBI, CIA e NATO controllano i fili operativi di Twitter” »

Share Button

Playa Giron: cadaveri e CIA

Perché la CIA ha impiegato quasi 20 anni per reclamare il cadavere di un pilota mercenario yankee abbattuto a Playa Girón?

 

La CIA era fiduciosa che un attacco aereo potesse distruggere e mettere fuori servizio i pochi aerei della Forza Aerea Rivoluzionaria (FAR), e in questo modo intendeva impedire il supporto aereo alle sue forze di fanteria durante lo sbarco del contingente mercenario invasore.

Dolphin Xiqués Cutiño  www.granma.cu

Continue reading “Playa Giron: cadaveri e CIA” »

Share Button

Società, affari, guerre e golpismo

Una rete di fondazioni e società con sede a Washington mantiene viva la fiamma golpista degli anni di Reagan

Julian Macias

‘Non guardare in alto’ è stata una delle rivelazioni cinematografiche che hanno dato il tocco finale a questo 2021 e non è difficile spiegare il perché. Sotto un manto distopico, ci colpisce in faccia con una realtà presente giorno dopo giorno: il meteorite è il riscaldamento globale, la pandemia, la crisi finanziaria del 2009, l’esaurimento delle materie prime… Il nostro presidente Orléan sono i Trump, Bolsonaro, Ayuso… Il nostro BASH sono Cambridge Analytica, Palantir, Google, Facebook, CLS Strategies… La nostra ricchezza meteoritica è costituita da criptovalute, petrolio, gas, minerali… Il nostro Daily RIP sono le Fox News, le Ana Rosa Quintana e Susana Grisso…

Continue reading “Società, affari, guerre e golpismo” »

Share Button

Cubainformacion: i 3 Km del potere

NED, dissidenza cubana ed i tre chilometri del potere

Nei “tre chilometri di potere” intorno alla Casa Bianca si prendono le decisioni che muovono il mondo, le guerre, i colpi di stato.

Il personale qualificato passa, per le sue porte girevoli, dalle lobby alle istituzioni, e da lì ai consigli di amministrazione delle multinazionali. O viceversa.

Continue reading “Cubainformacion: i 3 Km del potere” »

Share Button

Sicurezza dello Stato, eroismo silenzioso per preservare la Rivoluzione

Dal 26 marzo 1959 ha sconfitto, uno per uno, i piani sovversivi, attentati, sabotaggi e altre azioni che gli USA hanno forgiato per rovesciare il processo rivoluzionario cubano.

Pedro Rioseco www.granma.cu

Continue reading “Sicurezza dello Stato, eroismo silenzioso per preservare la Rivoluzione” »

Share Button

La strategia USA per destabilizzare Cuba

“Milioni di dollari per diffondere fake news e fomentare rivolte”

Un articolo pubblicato sul sito USA People’s World svela i nuovi meccanismi messi in atto da Washington: dietro la nobile causa della promozione della democrazia e dei diritti umani si cela sempre l’obiettivo della caduta del regime. Due enti USA hanno finanziato oltre 50 tra associazioni, gruppi o media antisocialisti, spendendo 5 miliardi di $ nel 2020 e altri 6 miliardi nel 2021

La strategia Usa per destabilizzare Cuba_ _Milioni di dollari per diffondere fake news e fomentare rivolte_ – Il Fatto Quotidiano

www.ilfattoquotidiano.it  di Ruggero Tartulli

Continue reading “La strategia USA per destabilizzare Cuba” »

Share Button

La rotta del crack comincia nella CIA

La CIA pensava di aver seppellito una sordida storia con la morte del reporter Gary Webb del San Jose Mercury News. Webb ha passato anni a documentare il traffico del crack negli Stati Uniti e la complicità dei servizi segreti in esso, e si è tolto la vita nel 2004 dopo che la sua serie di rapporti del 1996 “Dark Alliance” è stata sottoposta a un intenso esame da parte dei pesi massimi del giornalismo statunitense come il New York Times, il Washington Post e il Los Angeles Times.

Continue reading “La rotta del crack comincia nella CIA” »

Share Button

La verità non merita orecchie sorde

Che la stessa Agenzia Centrale d’Intelligenza -CIA- riconosca ora che  «i misteriosi dolori di testa e le nausee, un fenomeno battezzato manipolandolo come “sindrome de L’Avana”, non erano bersagli di un’operazione organizzata da agenti stranieri», non ha niente da rivelare.

Continue reading “La verità non merita orecchie sorde” »

Share Button

“Sindrome dell’Avana”, la CIA non esclude che i grilli cubani siano russi

Moon of Alabama, 20 gennaio 2022

La CIA usa il suo mezzobusto, “reporter” di NBC News Ken Dilanian, per confutare la bufala che essa stessa creò sei anni fa e che costui aveva promosso a lungo: “La CIA afferma che la “Sindrome dell’Avana” non è il risultato di una campagna sostenuta da una potenza ostile. In una nuova valutazione dell’intelligence, la CIA escluse che i misteriosi sintomi noti come sindrome dell’Avana siano il risultato di una campagna globale sostenuta da una potenza ostile contro centinaia di diplomatici e spie statunitensi, dissero a NBC News sei persone informate sulla questione. In circa due dozzine di casi, l’agenzia non può escludere un coinvolgimento straniero, inclusi molti casi che ebbero origine presso l’ambasciata nordamericana all’Avana dal 2016. Un altro gruppo di casi è considerato irrisolto. Ma in centinaia di altri casi di possibili sintomi, l’agenzia trovò spiegazioni alternative plausibili, affermavano le fonti”.

Continue reading ““Sindrome dell’Avana”, la CIA non esclude che i grilli cubani siano russi” »

Share Button

La CIA smentisce che dietro “la Sindrome dell’Avana” ci sia una potenza straniera

Fabrizio Verde www.lantidiplomatico.it

I media mainstream occidentali hanno speculato molto su questo tema pur non avendo nessuna prova. La cosiddetta ‘Sindrome dell’Avana’ sarebbe riconducibile ad azioni di agenzie di intelligence straniere. Repubblica appena una settimana fa si spingeva nel complottismo più spinto con un articolo intitolato: “Sindrome dell’Avana, l’attacco invisibile delle neuro-armi che ‘pilotano il cervello’”.

Continue reading “La CIA smentisce che dietro “la Sindrome dell’Avana” ci sia una potenza straniera” »

Share Button

Cubainformacion: comunicazione nuovo campo di battaglia

Cuba 2022: cosa accadrà nel nuovo campo di battaglia della comunicazione?

 

Nel 2021 i servizi di intelligence USA hanno preso di mira Cuba, approfittando di uno scenario favorevole: la carenza generalizzata, prodotto della scomparsa del turismo e delle 200 nuove sanzioni contro la sua economia.

Continue reading “Cubainformacion: comunicazione nuovo campo di battaglia” »

Share Button

USA: il paese dove assassinare è “democrazia”

Arthur González https://heraldocubano.wordpress.com

Lo scorso 11 maggio 2021 sono trascorsi 40 anni dalla morte del cantante giamaicano Bob Marley, a soli 36 anni, e i suoi seguaci hanno ripreso l’informazione apparsa anni fa, che la CIA fu quella che pose fine alla sua vita.

Secondo quanto dichiarato in punto di morte da un vecchio ufficiale di quell’agenzia di intelligence, noto con il nome di Bill Oxley, si sarebbe dichiarato responsabile dell’esecuzione del piano per l’introduzione di cellule tumorali che, nel 1981, portò Marley alla morte; a causa di un cancro alla pelle che da allora soffrì, una malattia molto rara nelle persone di razza nera.

Continue reading “USA: il paese dove assassinare è “democrazia”” »

Share Button

Una produzione di CIA e Pentagono

Ted Snider https://misionverdad.com

Non ho visto il film ‘Top Gun’ e non mi prenderò il fastidio di vedere il tanto atteso sequel, ‘Top Gun: Maverick’. Perché dovrei farlo? Se volessi vedere un film prodotto dal Pentagono o dalla CIA, mi limiterei a vedere ‘La fattoria degli animali’.

Sul serio. Nel momento più ironico della storia della letteratura, la CIA ha realizzato una versione cinematografica animata de ‘La fattoria degli animali’. Ovviamente riscrivendo il finale di Orwell per adattarlo al messaggio. L’agente della CIA, Howard Hunt, famoso per il Watergate, avrebbe ricordato, nelle sue memorie, che “lo hanno ritoccato per migliorare il messaggio anticomunista e lo hanno distribuito in tutto il mondo nella speranza che lo vedessero sia genitori che figli”.

Continue reading “Una produzione di CIA e Pentagono” »

Share Button

Facebook o i metodi d’intervento USA in Venezuela

https://misionverdad.com

Negli anni, gli USA sono andati perfezionando i metodi di intervento e di cambi di regime nei paesi che non si sottomettono ai suoi disegni. E per questo ha contato, tra altri, con un potente apparato che include grandi corporazioni mediatiche e organizzazioni che fungono come bracci del governo USA ad altre latitudini.

Continue reading “Facebook o i metodi d’intervento USA in Venezuela” »

Share Button

L’arte della guerra mediatica

Continue reading “L’arte della guerra mediatica” »

Share Button