Tag Archives: colombia

Venezuela: i compiti immediati

Atilio A. Boron  https://lapupilainsomne.wordpress.com

L’opposizione venezuelana ha sperperato, questa domenica, una possibilità unica di misurare le forze con il governo di Nicolás Maduro. Se, come dicono i suoi portavoce, dentro e fuori il Venezuela, gli oppositori contano sul favore della stragrande maggioranza della popolazione, perché non hanno presentato una candidatura unica che, forse, avrebbe potuto aprirgli la porta del Palacio de Miraflores e raggiungere, con mezzi istituzionali, la tanta anelata “uscita” del presidente Maduro?

Continue reading “Venezuela: i compiti immediati” »

Share Button

Colombia: fosse comuni x 9000 vittime dei gruppi paramilitari

teleSUR  – https://www.lantidiplomatico.it

I corpi di almeno 9000 vittime di forze paramilitari sono stati riesumati da fosse comuni in Colombia dal 2006, secondo le autorità nazionali.

Continue reading “Colombia: fosse comuni x 9000 vittime dei gruppi paramilitari” »

Share Button

Cubano arrestato in Colombia

Un cubano arrestato in Colombia ha confessato oggi che aveva come obbiettivo attentare contro il massimo leader dell’ex guerriglia delle FARC, Rodrigo Londoño, e l’aspirante di sinistra alla presidenza Gustavo Petro, proposito che è fallito all’essere internato in un carcere.

Continue reading “Cubano arrestato in Colombia” »

Share Button

Il Nuovo Progressismo latinoamericano

Alfredo Serrano Mancilla http://www.cubadebate.cu

Al di là che vincano o perdano nelle loro prossime elezioni, possiamo oramai affermare che è sorta un’altra ondata progressista nella regione. Questo nuovo blocco è composto da: MORENA, in Messico, con a capo Andrés Manuel López Obrador; Gustavo Petro, di Colombia Humana; Veronika Mendoza con Nuevo Perù; ed il giovani Gabriel Boric e Giorgio Jackson del Frente Amplio, in Cile. Nessuno di loro è un nuovo personaggio in politica, ma sì lo sono le loro formazioni politiche. Ognuna ha le proprie particolarità, tipiche del contesto storico di ogni paese. E, tuttavia, tutte queste alternative hanno tratti caratteristici in comune:

Continue reading “Il Nuovo Progressismo latinoamericano” »

Share Button

L’emigrazione, vecchia arma sovversiva USA

Arthur González

Utilizzata inizialmente contro l’Europa socialista, l’emigrazione è usata come arma sovversiva per far credere al mondo che la gente fugga dal comunismo, riprendendola con più forza al trionfare della Rivoluzione cubana nel 1959.

Continue reading “L’emigrazione, vecchia arma sovversiva USA” »

Share Button

Così rompiamo il cappio mediatico

e combattiamo il nuovo Piano Condor

di Geraldina Colotti

Dall’Europa all’America Latina, un’agenda comune contro la guerra mediatica e la censura. Questo il proposito del “Foro itinerante por la comunición y el dialogo intercultural entre UE y América Latina” che ha preso avvio presso il Parlamento Europeo a Bruxelles, è proseguito poi verso Londra, Stoccolma, Berlino ed è arrivato nella città di Cremona, prima di far tappa a Milano e concludere il giro a Parigi.

Continue reading “Così rompiamo il cappio mediatico” »

Share Button

L’America Latina e i trenta denari

di Geraldina Colotti

I colpi più duri, arrivano sempre dai traditori. Constatarlo non deve, però, costituire una scusante per svicolare dai propri errori. I tradimenti aumentano in tempi di crisi e alle crisi, fermo restando i dati di contesto, si arriva anche per un susseguirsi di scelte sbagliate o per non aver saputo interpretare i tempi in modo adeguato. I rivoluzionari di tutto il mondo lo sanno, ma sanno anche che la realtà si presenta sempre più complessa del previsto, e che lanciare giudizi continuando a restare alla finestra è invece l’esercizio più facile e più inutile del mondo.

Continue reading “L’America Latina e i trenta denari” »

Share Button

Cubainformacion: doppio standard e culto dell’odio


Culto dell’odio nel giornalismo ultranazionalista spagnolo: impunità e doppio standard

José Manzaneda, coordinatore di Cubainformacion

Pochi giorni fa, la giustizia tedesca poneva in libertà l’ex presidente, in esilio, della Catalogna, Carles Puigdemont (1). Immediatamente si scatenavano le reazioni ultranazionaliste, come quella del locutore spagnolo Federico Jimenez Losantos: “l’unica cosa che è compresa nella politica estera di fronte ad un atto di forza contro la legge, è un altro atto di forza”, diceva nel suo programma radio (2). “Se non c’è certezza del diritto per gli spagnoli in Europa, non ci può essere per i tedeschi in Spagna”. E chiedeva “un’azione, naturalmente (…) nelle Baleari ci sono 200000 tedeschi in ostaggio. In Baviera possono iniziare a saltare in aria birrerie “(3). Mentre tweeter e musicisti -di sinistra naturalmente- sono stati condannati al carcere da tribunali spagnoli a causa del presunto “contenuto violento” dei loro testi, l’incitamento all’odio dell’utradestra Jimenez Losantos è rimasto assolutamente impunito (4).

Continue reading “Cubainformacion: doppio standard e culto dell’odio” »

Share Button

Vertice di Lima, la forza dei popoli contro la “voce del padrone”

di Geraldina Colotti

Quis custodiet custodes? Chi sorveglierà i sorveglianti? Impossibile non ricordare Giovenale a proposito del Vertice di Lima, che si è chiuso il 14 aprile. Il tema centrale del confronto fra i 34 capi di stati e di governo invitati all’ottavo appuntamento di questo tipo (che si celebra dal 1994), è stato infatti “governabilità democratica di fronte alla corruzione”. Peccato che in Perù, paese anfitrione, il presidente Pedro Pablo Kuczynski sia stato deposto per il grande scandalo di corruzione legato all’impresa Odebrecht. Accuse da cui, in precedenza, è passato per il rotto della cuffia anche il vicepresidente Martin Vizcarra, che ora ha preso il suo posto.

Continue reading “Vertice di Lima, la forza dei popoli contro la “voce del padrone”” »

Share Button

Gruppo di Lima: la via non democratica

Alfredo Serrano Mancilla http://www.cubadebate.cu

L’America Latina continua nella disputa geopolitica. Il Gruppo di Lima è il risultato di questo. La formazione di questo blocco di 12 paesi americani (Argentina, Brasile, Canada, Cile, Colombia, Costarica, Guatemala, Honduras, Messico, Panama, Paraguay e Perù) ha avuto luogo l’8 agosto 2017. La ragion d’essere di questo nuovo gruppo è il tentativo di porre termine ad altri due spazi nella regione: UNASUR e CELAC. Di fronte ad un’agonizzante OSA e ad un’Alleanza del Pacifico che non riesce a decollare, il Gruppo di Lima è la formula scelta come istanza politica regionale per ripristinare l’ordine conservatore.

Continue reading “Gruppo di Lima: la via non democratica” »

Share Button

In Guyana i visti per emigrare negli USA

A partire dal 1.º aprile la nazione del nord comincerà a realizzare le documentazioni dei visti di immigranti  per i cubani nella sua ambasciata  a  Georgetown, in Guyana, in accordo con un comunicato emesso giovedì  29 marzo dal Dipartimento di Stato.

Continue reading “In Guyana i visti per emigrare negli USA” »

Share Button

L’insopportabile sopravvivenza del Governo Bolivariano

di Atilio Boron

Per una comprensione approfondita di ciò che è accaduto in Venezuela negli ultimi anni è importante leggere, come introduzione, queste poche righe:

“Coloro che si trovano a Miami dicevano … che per ricostruire il paese, bisognava prima buttarlo giù: l’economia doveva essere affondata, la disoccupazione doveva essere massiccia, il governo doveva essere eliminato e doveva essere messo al potere un “buon” funzionario per avviare una pulizia completa uccidendo trecento, quattrocento o cinquemila persone. … Chi sono questi pazzi e come si comportano? … I più importanti sono sei (imprenditori) immensamente ricchi … che tramano, organizzano costantemente incontri e danno istruzioni a XX”.

Continue reading “L’insopportabile sopravvivenza del Governo Bolivariano” »

Share Button

Cubainformacion: elezioni comprate…in Colombia


Cuba e Colombia hanno tenuto elezioni: dove c’è stato acquisto di voti?

 

José Manzaneda, coordinatore di Cubainformacion

Video registrati in Colombia, durante le elezioni dello scorso 11 marzo, che mostrano un’operazione di acquisto di voti, non hanno interessato i media internazionali (1). Ma potete immaginare quanto spazio avrebbero dato a quelle immagini se fossero state registrate durante le elezioni che si sono state celebrate lo stesso giorno … a Cuba (2)?

Continue reading “Cubainformacion: elezioni comprate…in Colombia” »

Share Button

Pastrana e Quiroga: marionette di un teatro senza pubblico

Chi sono, in realtà, gli ex presidenti Andrés Pastrana e Jorge Quiroga, che sono stati protagonisti di un’altra provocazione contro Cuba, e qual è la loro eredità nei loro paesi di origine?

Gabriela Ávila Gómez http://www.granma.cu

Gli ex presidenti della Colombia, Andrés Pastrana, e della Bolivia, Jorge (Tuto) Quiroga, si sono convertiti, la scorsa settimana, in protagonisti di una nuova provocazione contro Cuba orchestrata a Washington.

Continue reading “Pastrana e Quiroga: marionette di un teatro senza pubblico” »

Share Button

Elezioni in Colombia inquinate da irregolarità e brogli

teleSUR – http://www.lantidiplomatico.it

Le elezioni legislative e le primarie interpartitiche della Colombia hanno suscitato scalpore nella nazione sudamericana, dopo che importanti irregolarità sono state segnalate da ONG, candidati e utenti dei social media.

Continue reading “Elezioni in Colombia inquinate da irregolarità e brogli” »

Share Button