Tag Archives: elezioni

Cubainformacion: la pazienza di Evo Morales

Un anno fa, un colpo di stato ha portato all’esilio il presidente boliviano Evo Morales.

L’opposizione e media lo hanno accusato di aver commesso una frode elettorale. Una assoluta falsità, dimostrata dalla vittoria ancora più ampia del suo partito, ripetute, ora, le elezioni.

Continue reading “Cubainformacion: la pazienza di Evo Morales” »

Share Button

Bolivia: per il popolo ciò che è del popolo!

di Danilo Della Valle – Blog di Beppe Grillo

Il popolo boliviano sconfigge multinazionali e golpisti in un sol colpo. Luis Arce, candidato con il partito MAS (Movimiento Al Socialismo), con il 52% dei voti stacca di 20 punti il rivale Mesa del “cartello delle destre” Comunidad Ciudadana, e diventa il nuovo Presidente della Bolivia, ribaltando in poco meno di un anno il golpe messo in atto da militari e reazionari ai danni dell’ex Presidente Evo Morales.

Continue reading “Bolivia: per il popolo ciò che è del popolo!” »

Share Button

Victoria del MAS en Bolivia deja en evidencia el papel de los medios en el ‘fraude’

Share Button

La rifondazione boliviana ricomincia

M. M. Quintero, Orinoco Tribune, http://aurorasito.altervista.org

La schiacciante maggioranza assoluta ottenuta dai candidati del MAS parla forte e chiaro inibendo la possibilità di un altro colpo di Stato. Anche il Movimento al Socialismo (MAS) dominava le votazioni per Camera e Senato La Bolivia si è data il voto necessario per sconfiggere il colpo di Stato e non lasciare vuoti che renderebbero possibile un’altra manipolazione: il 52,4% dei voti assegnati a Luis Arce, rispetto al 31,5% attribuito a Carlos Mesa, costituiscono una forte maggioranza assoluta in favore del MAS che demolisce tutti i sondaggi, secondo cui il Movimento al Socialismo vinceva “a stretto giro” con poco più del dieci per cento dei voti, oppure si andava definitivamente al secondo turno.

Continue reading “La rifondazione boliviana ricomincia” »

Share Button

Hugo Moldiz: «In Bolivia, i movimenti popolari tornano protagonisti»

di Geraldina Colotti

Per commentare la grande vittoria elettorale del Mas in Bolivia, abbiamo raggiunto l’ex ministro di Evo Morales Hugo Moldiz, che dal momento del golpe ha trovato asilo nell’ambasciata messicana a La Paz. Avvocato, docente, giornalista, Moldiz è autore di un recente libro intitolato Golde de Estado en Bolivia. La soledad de Evo Morales, edito da Ocean Sur.

Continue reading “Hugo Moldiz: «In Bolivia, i movimenti popolari tornano protagonisti»” »

Share Button

Bolivia: botto elettorale

Angel Guerra Cabrera www.jornada.com.mx

La netta vittoria elettorale di Luis Arce, candidato presidenziale del Movimento al Socialismo (MAS), conferma il sostegno del popolo boliviano alla Rivoluzione Democratica e Culturale ed alle sue conquiste di 14 anni.

Continue reading “Bolivia: botto elettorale” »

Share Button

Con la Bolivia, siamo MAS, siamo di più

Il popolo boliviano ha dimostrato che la ragione, la dignità e la lotta non si sono perse con il colpo militare nè con le atrocità del governo di fatto instaurato l’anno scorso.

La schiacciante vittoria del candidato del Movimento Al Socialismo (MAS),Luis Arce, che ha superato di 20 punti il più vicino concorrente ha annullato l’illusione della destra di unire le forze per vincere in una seconda tornata elettorale.

Continue reading “Con la Bolivia, siamo MAS, siamo di più” »

Share Button

Tutto il potere al popolo

di Claudia Korol (*); da: rebelion.org;

Il trionfo del popolo boliviano contro i golpisti e la destra nelle elezioni, la forza del risultato e la possibilità di andare avanti verso l’approfondimento di un processo di cambiamenti segnato dalla decolonizzazione dello Stato Plurinazionale costituiscono oggi un grande incoraggiamento per i popoli di tutto il continente.

Continue reading “Tutto il potere al popolo” »

Share Button

IL MAS e un trionfo travolgente

di Pablo Jofré Leal (*); da: rebelion.org

Nonostante l’intervento svergognato della OEA, del Dipartimento di Stato nordamericano, di una ultra-destra agli ordini di forze esterne …. nonostante tutto questo il MAS e il suo binomio formato da Luis Arce Cataroa come presidente e David Choquehuanca alla vice-presidenza, hanno ottenuto una vittoria strepitosa e indiscutibile nelle elezioni in cui hanno votato 7,3 milioni di boliviani.

Un 53% e una differenza di 20 punti su Carlos Mesa Gisbert (31,2%) e 40 punti su Luis Fernando Camacho (14,1%) sono cifre straordinarie, che rappresentano aria fresca per la lotta dei popoli.

Continue reading “IL MAS e un trionfo travolgente” »

Share Button

Elezioni in Bolivia: i sondaggi e la resistenza del MAS

di Lorenzo Poli  www.ilperiodista.it

La seconda tappa in vista delle presidenziali (qui la prima) ci porta a scoprire il candidato socialista, dato come favorito da tutti i sondaggi: Luis Arce, ex ministro dell’Economia nei governi Morales e artefice della ‘Evonomics’, grazie alla quale la Bolivia ha vissuto una grande crescita negli ultimi anni. Soprattutto a favore dei meno abbienti

Continue reading “Elezioni in Bolivia: i sondaggi e la resistenza del MAS” »

Share Button

Un video-shock annuncia un bagno di sangue in Bolivia

di Geraldina Colotti

Un video, proveniente dalla Bolivia, sta facendo il giro del mondo, diffuso dai media alternativi. Mostra un ufficiale di basso rango dell’esercito, che afferma di prestare servizio nella polizia militare, denunciare il piano del ministro dell’Interno, Arturo Murillo, per impedire la vittoria del Movimento al Socialismo alle elezioni del 18 ottobre.

Continue reading “Un video-shock annuncia un bagno di sangue in Bolivia” »

Share Button

Bolivia, Evo Morales: “Il tribunale elettorale sta sabotando i seggi elettorali”

www.lantidiplomatico.it

Mancano ormai pochi giorni alle elezioni in Bolivia. Secondo tutti i sondaggi, il MAS, partito dell’ex presidente Evo Morales, vincerà a mani basse. L’unico dubbio verte intorno al fatto se la formazione della sinistra boliviana che candida l’ex ministro dell’Economia Lucho Arce, riuscirà ad ottenere i dieci punti di distacco sull’altro candidato più votato o superare il 50% delle preferenze per ottenere la presidenza già al primo turno senza bisogno di ricorrere al ballottaggio.

Continue reading “Bolivia, Evo Morales: “Il tribunale elettorale sta sabotando i seggi elettorali”” »

Share Button

Bolivia: l’OSA prepara la frode elettorale

http://aurorasito.altervista.org

Ángel Guerra Cabrera, Internationalist 360°

Gli USA e l’oligarchia boliviana temono molto il ritorno al governo del Movimento per il socialismo (MAS) nelle elezioni del 18 ottobre, tra dieci giorni. Dopo l’enorme sforzo fatto per rovesciarlo l’anno scorso, ci si può aspettare che facciano disperati tentativi per impedirne la vittoria elettorale. Ci sono molti segnali di ciò. Recentemente, l’autoproclamata Jeanine Ánhez disse categoricamente che il “populismo autoritario”, come vengono chiamati i leader dalle radici popolari come Evo Morales, non tornerà in Bolivia. È vero che la sua dittatura si sgretola ed è oggetto del netto ripudio popolare, ma tale affermazione suggerisce piani golpisti dell’oligarchia.

Continue reading “Bolivia: l’OSA prepara la frode elettorale” »

Share Button

La Bolivia alle prossime elezioni presidenziali

Il popolo sceglierà il prossimo 18 ottobre  tra la proposta del Movimento Al Socialismo (MAS) di stabilizzare politicamente ed  economicamente la Bolivia o i difensori del neoliberalismo,  ha scritto nel suo account di Twitter,   domenica 4, l’ex presidente Evo Morales.

Queste dichiarazioni sono state fatte a proposito del primo grande dibattito realizzato  sabato 3 nel paese, dove i boliviani hanno conosciuto le proposte dei candidati che aspirano alla presidenza dello Stato Plurinazionale.

Continue reading “La Bolivia alle prossime elezioni presidenziali” »

Share Button

USA: frenesia controrivoluzionaria

Ángel Guerra Cabrera  https://lapupilainsomne.wordpress.com

Gli ultimi attacchi economici ed altri truculenti affari USA contro Venezuela e Cuba portano un inequivocabile fetore elettorale. I 29 voti elettorali dello stato della Florida sono solitamente decisivi per vincere un’elezione serrata, come quella che sembra prendere forma e Trump cerca di conquistare, non importa come, il voto dell’estrema destra delle nutrire colonie venezuelane e cubane, che lì risiedono. Il fenomeno di agire senza la minima considerazione etica per cacciare voti è tradizionale nella politica USA, in particolare con l’avvicinarsi delle elezioni presidenziali.

Continue reading “USA: frenesia controrivoluzionaria” »

Share Button