Tag Archives: emigrazione

Cuba: clandestini che non vogliono attraversare il fiume a nuoto


José Manzaneda, coordinatore di Cubainformacion

Ad agosto, in assenza di notizie, si fabbricava a Miami uno show con il clandestino di un aereo proveniente da L’Avana (1).

Dato che l’accoglienza automatica di migranti dell’isola, negli USA, è stata abrogata, nel 2017, da Barack Obama (2), il giovane clandestino ha sollecitato l’asilo politico per possibili “torture” in caso di espulsione: “Se mi restituiscono (sic) al mio paese lì mi reprimeranno, tortureranno, mi imprigioneranno”, dichiarava al canale Telemundo (3).

Continue reading “Cuba: clandestini che non vogliono attraversare il fiume a nuoto” »

Share Button

Cubainformacion: Honduras=Cuba capitalista


Honduras o l’ipotesi di una Cuba capitalista

 

Uno degli eventi più mediatici di quest’anno è stata la carovana con decine di migliaia di migranti, per lo più provenienti dall’Honduras, diretti negli USA.

Da cosa fuggono? Dall’estrema povertà, disoccupazione, mancanza di cure mediche ed istruzione di qualità, dalla scarsità di alimenti, dalla violenza e dalla morte, dalla repressione poliziesca e militare …

Continue reading “Cubainformacion: Honduras=Cuba capitalista” »

Share Button

5 sorprese nell’ultimo rapporto

della Colombia sulla migrazione venezuelana

María Fernanda Barreto http://misionverdad.com

Qualche giorno fa è stata presentata la più recente relazione del Ministero degli Affari Esteri della Colombia sull’emigrazione venezuelana.

Un’indizio della sua mancanza di serietà lo il titolo che sembra parafrasare Woody Allen: “Tutto quello che dovete sapere sulla migrazione venezuelana e non ve lo hanno raccontato”.

Continue reading “5 sorprese nell’ultimo rapporto” »

Share Button

L’emigrazione, vecchia arma sovversiva USA

Arthur González

Utilizzata inizialmente contro l’Europa socialista, l’emigrazione è usata come arma sovversiva per far credere al mondo che la gente fugga dal comunismo, riprendendola con più forza al trionfare della Rivoluzione cubana nel 1959.

Continue reading “L’emigrazione, vecchia arma sovversiva USA” »

Share Button

Principali cambi alla politica migratoria negli ultimi 5 anni

È entrato in vigore un gruppo di misure che hanno facilitato le documentazioni associate a viaggi dei cubani all’estero e il loro ingresso nel paese.

– I cubani possono uscire dal paese e restare 24 mesi all’estero senza perdere la condizione di residente nella più grande del Antille.

Continue reading “Principali cambi alla politica migratoria negli ultimi 5 anni” »

Share Button

Cubainformacion: libertà di viaggiare

Share Button

Cuba ed il ritorno migratorio

Salim Lamrani http://www.cubadebate.cu

Dal trionfo della Rivoluzione cubana, nel 1959, gli USA hanno fatto della questione migratoria uno strumento di destabilizzazione dell’isola, in nome della guerra condotta contro il primo paese socialista del continente americano. Così, nei primi giorni dopo la vittoria di Fidel Castro, Washington aprì le porte ai sostenitori della dittatura di Fulgencio Batista e all’oligarchia del vecchio regime. Dal 1960 al 1969, più di 200000 cubani andarono negli USA. A confronto, il totale del decennio precedente, 1950-1959, era di 73000 partenze verso gli USA. [1]

Continue reading “Cuba ed il ritorno migratorio” »

Share Button

Meglio tardi che mai

Manuel E. Yepe – http://www.rebelion.org

piedi asciutti piedi bagnatiDal trionfo rivoluzionario, nel gennaio 1959, gli USA applicarono una diversa politica migratoria per Cuba, diretta, in un primo momento, a fornire protezione ed asilo agli assassini, sbirri, torturatori e malversatori della tirannia guidata da Fulgencio Batista senza mai accedere alle richieste di estradizione, ufficialmente presentate, contro i più noti criminali e, successivamente, ad incoraggiare l’emigrazione illegale di cittadini cubani verso quel paese, dando priorità a professionisti e personale qualificato.

Continue reading “Meglio tardi che mai” »

Share Button

La “valvola di sicurezza” o il racconto dei fenici

A. Rodríguez Salvador https://lapupilainsomne.wordpress.com

trump ileanaIllustro questo articolo con un racconto popolare. Uno studente dice ad un altro: Guarda, puoi andare alla festa. Da fonte sicura so che il tuo esame di domani, sarà sui fenici. Basta solo studiare questo capitolo. Niente, il giovane gli crede, ma il giorno dopo ha una brutta sorpresa: la domanda riguardava i vandali. Ignaro del tema, riesce solo a scrivere questo: I vandali erano un popolo così feroce che devastavano tutto quanto incontravano al loro passaggio. Tra le città distrutte c’era Cartagine, un insediamento fenicio. Perché i fenici … e poi continuò trascrivendo tutto ciò che sui fenici aveva studiato il giorno prima.

Continue reading “La “valvola di sicurezza” o il racconto dei fenici” »

Share Button

Cubainformacion: balseros mediatici

Share Button

Cubainformacion: balseros mediatici

Per giustificare i privilegi dell’emigrazione cubana, la stampa si bagna … perfino i piedi

José Manzaneda, coordinatore di Cubainformación

balseros mediaticiLe cubane/i non saranno più gli unici “rifugiati” al mondo che vanno in vacanza nel paese dove, presumibilmente, sono perseguitati (1).

Continue reading “Cubainformacion: balseros mediatici” »

Share Button

America Latina: fine politica “dei piedi asciutti, piedi bagnati”

trump stop emigracionI Governi dell’America Latina coinvolti nel trasferimento irregolare dei cubani verso gli USA, hanno reagito in maniera positiva all’accordo dei due Stati, che procura un’emigrazione legale, organizzata e sicura grazie alla derogazione del programma di “Parole” per i professionisti medici cubani e della politica detta dei “piedi asciutti, piedi bagnati” implementata, 20 anni fa, dall’amministrazione di Bill Clinton.

Continue reading “America Latina: fine politica “dei piedi asciutti, piedi bagnati”” »

Share Button

Dichiarazione del presidente USA

f0014525Oggi gli Stati Uniti stanno facendo passi importante per normalizzare le relazioni con Cuba e per ottenere una maggior consistenza nella nostra politica d’immigrazione. Il Dipartimento di Sicurezza interna sta ponendo fine alla detta politica dei “piedi bagnati – piedi asciutti” , messa in pratica più di vent’anni fa  e disegnata per un’epoca differente.

Continue reading “Dichiarazione del presidente USA” »

Share Button

Novanta miglia

Osmany Sanchez Roque https://jovencuba.com

Vintage postage stamp. Sports. Cuba.Un amico mi sorprende con una domanda che pensai non avrebbe mai fatto: Hai visto come sta il Yuli? Il “Yuli” è Yuliesky Gurriel, lo stesso che lui prima chiamava “Shakira”, “quel morto che”, “quello che non assomiglia al padre”, “quello che non lo dà al momento giusto” … ma ciò era prima, per opera e grazia dell’emigrazione, ora il mio amico è fervente ammiratore di “Yuli”. Novanta miglia bastarono perché cambiasse idea.

Continue reading “Novanta miglia” »

Share Button

L’esplosivo tema migratorio

La manipolazione ha invaso completamente il movimento globale di persone…

di Néstor Nuñez

emigraEmigrare non dovrebbe essere un peccato. Millenni prima che l’uomo popolasse il pianeta, altre specie, per puro istinto o per necessità naturali, si muovevano già in massa da un spazio geografico a un altro in spostamenti che sussistono ancora, e che attirano l’attenzione e sono oggetto di non pochi studi.

Continue reading “L’esplosivo tema migratorio” »

Share Button