Tag Archives: Evo Morales

Prosegue il golpe in Bolivia

Impedita persino la candidatura a senatore a Evo Morales

Avviene tutto nel silenzio complice dell’Unione Europea

Prosegue il golpe in Bolivia. Dopo che il presidente riconfermato Evo Morales è stato deposto da un colpo di stato militare e oggi è costretto in esilio politico in Argentina, nella giornata di ieri il Tribunale Supremo Elettorale, ora controllato dalla giunta al potere, ha impedito la candidatura a senatore dello stesso Morales e dell’ex vice-presidente Diego Pary.

Continue reading “Prosegue il golpe in Bolivia” »

Share Button

L’interferenza USA in Bolivia. Complicità di Argentina, Cile e altri paesi

Stella Calloni, Internazionalista a 36 http://aurorasito.altervista.org

Il 21 novembre si videro truppe speciali, consiglieri e gruppi mercenari stranieri agire a fianco delle forze armate e di sicurezza della Bolivia reprimendo il popolo disarmato nel contesto del colpo di Stato contro il governo del Presidente Evo Morales.

Le indagini indicano i confini permeabili del Paese con Argentina (allora sotto il governo di Mauricio Macri), Cile, Brasile e Paraguay, secondo i ricercatori su “militarizzazione e intervento nel 2018”.

Continue reading “L’interferenza USA in Bolivia. Complicità di Argentina, Cile e altri paesi” »

Share Button

Dietro il golpe: i più importanti agenti della CIA in Bolivia

http://aurorasito.altervista.org

Proprio come avevo avvertito, i piani per il golpe contro il presidente della Bolivia Evo Morales furono portati a termine. Tuttavia, si ricordi che questo è solo l’inizio di ciò che Langley ha in serbo per i Paesi dell’America Latina che non gradisce. L’elenco è lungo e ogni cosa indica che Managua è la prossima. Ne parlerò di più nei prossimi articoli. Oggi, tuttavia, vorrei continuare a parlare della Bolivia, con specifico riferimento alle cose pianificate con molta attenzione a Washington. Esporrò l’identità di alcuni dei più importanti agenti della CIA a La Paz, che ebbero ruoli cruciali nel colpo di Stato.

Continue reading “Dietro il golpe: i più importanti agenti della CIA in Bolivia” »

Share Button

Evo Morales candidato al Senato della Bolivia

L’ex presidente della Bolivia, Evo Morales, figura nella candidatura al Senato per il Movimento al Socialismo (MAS) per le elezioni del maggio prossimo, dopo che il governo di fatto ha realizzato varie manovre per evitare la sua iscrizione.

L’ex mandatario boliviano ha ricordato in un tuit che «il MAS-IPSP (Strumento Politico per la Sovranità dei Popoli) è stato il primo partito a presentare la lista dei candidati».

Continue reading “Evo Morales candidato al Senato della Bolivia” »

Share Button

Per la destra latinoamericana democrazia significa violenza

di Vijay Prashad – http://znetitaly.altervista.org

E’ stato uno scambio curioso. Frustrato per gli attacchi contro il suo partito – il Movimento per il Socialismo (MAS) – l’ex presidente della Bolivia, Evo Morales, ha realizzato una registrazione audio in cui ha sollecitato i suoi sostenitori a formare milizie. Maximilian Heath, della Reuters, si è recato in Argentina per parlare con Morales di questa sua registrazione trapelata; Morales ha detto: “In Bolivia le forze armate stanno sparando contro la gente, uccidendo persone, il popolo ha il diritto di organizzare la propria sicurezza”.

Continue reading “Per la destra latinoamericana democrazia significa violenza” »

Share Button

La Bolivia ha sospeso le relazioni diplomatiche con Cuba

L’annuncio è stato dato dal cancelliere ad interim Yerko Núñez, e con questo si approfondisce il cambio della politica internazionale del governo della Áñez dopo il colpo di Stato della fine de 2019, che non ha riconosciuto il risultato delle elezioni ed è terminato con la rinuncia al suo incarico, il 10 novembre, di Evo Morales che ha dovuto abbandonare il paese, ha informato Prensa Latina.

Continue reading “La Bolivia ha sospeso le relazioni diplomatiche con Cuba” »

Share Button

Bolivia, elezioni in dittatura

Angel Guerra Cabrera  www.jornada.com.mx

L’offensiva imperialista yankee contro i popoli della nostra regione sta entrando in una nuova fase; in alcuni paesi, con chiari profili fascisti. Sebbene non sia l’unico sintomo, l’ossessivo desiderio USA di far morire di fame e insalubrità i popoli del Venezuela e di Cuba, solo per impedire loro di esercitare il sacro diritto umano all’autodeterminazione, ne è un chiarissimo esempio. Lo è anche la cinica e folle crociata antiterrorista in America Latina convocata, questa settimana, a Bogotà dal Segretario di Stato Pompeo e dal sub presidente Duque, tenendosi per mano con il suo burattino Juan Guaidó.

Continue reading “Bolivia, elezioni in dittatura” »

Share Button

Allarme rosso sulla Bolivia

A. Sallari, Internationalist 360º, http://aurorasito.altervista.org

Due mesi dopo il colpo di Stato in Bolivia, la persecuzione s’intensifica. Il Paese amazzonico-andino subisce la reazione sostenuta da parte della società civile, che durante il governo di Evo Morales fu debitamente stimolata dalle campagne di odio così note nella nostra regione. Esamineremo alcuni casi che dimostrano questa affermazione.

Continue reading “Allarme rosso sulla Bolivia” »

Share Button

2020: cinque chiavi geopolitiche per pensare l’America Latina

Katu Arkonada  www.cubadebate.cu

Iniziamo il 2020 e si ravvivano le braci di un turbolento 2019, che iniziò con un Venezuela sotto assedio e si concluse con un colpo di stato contro il processo di cambiamento boliviano e con Evo Morales come esiliato politico dei governi del Messico prima, ed Argentina dopo, tutto ciò mentre le insurrezioni popolari sfidavano nuovamente il modello neoliberale ad Haiti, Honduras, Ecuador o Cile, a cui si sommavano le grandi mobilitazioni contro il sistema politico in Colombia.

Continue reading “2020: cinque chiavi geopolitiche per pensare l’America Latina” »

Share Button

Evo Morales e dirigenti MAS parlano delle prossime elezioni in Bolivia

Il presidente deposto della Bolivia, Evo Morales, si è riunito a Buneos Aires con i dirigenti del partito Movimento al Socialismo (MAS) per definire i dettagli di fronte alla prossima campagna elettorale nella nazione delle Ande.

Continue reading “Evo Morales e dirigenti MAS parlano delle prossime elezioni in Bolivia” »

Share Button

Il buco nero dell’informazione globale

Geraldina Colotti

Alla domanda se fosse ancora possibile cambiare la Bolivia, il presidente in esilio Evo Morales, intervistato da Rafael Correa per RT, ha risposto: “Sì, ma bisogna avere i media dalla propria parte”. Come dargli torto? I suoi governi hanno cambiato il volto del paese, uno dei più poveri dell’America Latina, risollevandolo dal baratro in cui era precipitato negli anni di neoliberismo.

Continue reading “Il buco nero dell’informazione globale” »

Share Button

Bolivia protetta dalla linea USA di “guerra totale e permanente”

Ernesto Reyes www.cubadebate.cu

Con il via libera della Casa Bianca, che non fa che assicurare il rapido e buon trasferimento della sua strategia politico-militare verso il territorio boliviano, il governo de facto di Jeanine Añez si prepara con tutto per rispondere con il ricorso sproporzionato della forza repressiva per i più minimi movimenti di resistenza popolare che si danno in quel paese sudamericano, in particolare nei nuclei contadini indigeni leali a Evo Morales, che è stato sloggiato dal potere mediante un colpo di stato il 10 novembre.

Continue reading “Bolivia protetta dalla linea USA di “guerra totale e permanente”” »

Share Button

Fascisti e razzisti hanno effettuato il golpe del litio in Bolivia

http://aurorasito.altervista.org

Il leader socialista boliviano Evo Morales affermava che il suo “peccato” fu nazionalizzare le risorse naturali e distribuire ricchezza.

Durante la prima conferenza stampa dopo l’arrivo in Argentina, il presidente deposto della Bolivia Evo Morales analizzava le circostanze del colpo di Stato e ricordava i risultati della sua presidenza, dal 22 gennaio 2006 al 10 novembre 2019.

Continue reading “Fascisti e razzisti hanno effettuato il golpe del litio in Bolivia” »

Share Button

Il golpe in Bolivia visto dal XX secolo in America Latina

Dopo il cambio di regime

Bruno Sgarzini  http://misionverdad.com

Nel 1954, il presidente guatemalteco Jacobo Árbenz camminò nel mezzo di una folla, composta da mercenari, impiegati di aziende colpite dalle sue misure economiche e membri del nuovo regime che lo aveva rovesciato, come trafficanti di droga di Portorico, galeotti della Colombia, e persino il barista di un bordello a Tegucigalpa, Honduras.

Continue reading “Il golpe in Bolivia visto dal XX secolo in America Latina” »

Share Button

Evo Morales in Argentina

Il presidente boliviano Evo Morales è arrivato giovedì 12 in  Argentina, dove Prevede di restar per un periodo indefinito dopo l’abbandono del suo paese per  il colpo di Stato perpetrato il 10 novembre.

Continue reading “Evo Morales in Argentina” »

Share Button