Tag Archives: Fidel Castro

Wikileaks, Fidel Castro e la democrazia occidentale

Iroel Sanchez http://espanol.almayadeen.net

Mentre era estratto a forza dall’ambasciata ecuadoriana a Londra, Julian Assange aveva nelle sue mani un libro di Gore Vidal. Non era un libro “scritto” da Vidal, ma una raccolta di interviste in cui l’autore di romanzi come Burr denuncia, con il suo caratteristico sarcasmo, il funzionamento di quello che denominò “gli Stati Uniti di Amnesia”.

Continue reading “Wikileaks, Fidel Castro e la democrazia occidentale” »

Share Button

Ciò che ha fermato gli imperialisti è l’eroismo del nostro popolo

www.granma.cu

Il Ministro degli Affari Esteri di Cuba, Bruno Rodríguez Parrilla, ha respinto l’annuncio del Segretario di Stato Michael R. Pompeo di continuare, per due settimane dal 18 aprile al 1 maggio 2019, l’attuale sospensione, con una eccezione, del diritto a presentare una causa ai sensi del Titolo III della Legge Helms-Burton.

Continue reading “Ciò che ha fermato gli imperialisti è l’eroismo del nostro popolo” »

Share Button

Una straordinaria prodezza patriottica

Fidel Castro

Il fatto doloroso, quello che sorprese e ferì profondamente Maceo e le sue forze, fu la notizia che negli istanti in cui loro terminavano il combattimento del Camino di San Ulpiano, avevano firmato a  Camagüey il Patto del Zanjón.

Continue reading “Una straordinaria prodezza patriottica” »

Share Button

È male che il nemico parli bene di te

Con la presenza di Fidel, il primo giorno di marzo cominciò una manifestazione di massa a Las Martinas, Pinar del Río, per consegnare a 340 coltivatori di tabacco i documenti che li trasformavano in proprietari delle fattorie in quei territori.  La rivista Bohemia  nella edizione del 1º marzo, convocò a una «colletta della libertà», per raccogliere i fondi per la Rivoluzione.
«Metteremo questo denaro nelle mani oneste del dottor Fidel Castro, diceva il richiamo, per far sì che sia lui a disporre quello che va fatto».

(Bohemia, No. 9, 1º  marzo de 1959, pp. 70 e 71).

Continue reading “È male che il nemico parli bene di te” »

Share Button

Perchè la donna cubana appoggia così decisamente la Rivoluzione?

La donna cubana appoggia così decisamente la Rivoluzione, con tanto entusiasmo la Rivoluzione, con tanta fermezza la Rivoluzione, tanto fedelmente la Rivoluzione (…), perché è una Rivoluzione che per la donna significa due rivoluzioni, che per la donna significa una doppia liberazione: la donna come parte dei settori più umili del paese e la donna, inoltre, discriminata non già come lavoratrice, ma discriminata come donna.

Continue reading “Perchè la donna cubana appoggia così decisamente la Rivoluzione?” »

Share Button

Fidel sulla Legge Helms-Burton

Discorso pronunciato dal Comandante in Capo Fidel Castro Ruz, alla chiusura del Festival Giovanile Iinternazionale Cuba Vive, effettuato nel teatro “Karl Marx”, 6 agosto 1995, “Anno del centenario della caduta di José Martí”.

Continue reading “Fidel sulla Legge Helms-Burton” »

Share Button

Non mi tolgo né questa uniforme nè questa barba

Era l’alba del 16  febbraio, quando Fidel chiamò per telefono il dottor Luis Buch, in quanto segretario del Consiglio dei Ministri, e gli disse di raggiungere l’hotel Habana Hilton.

Lì gli chiese di parlare con Miró Cardona para informarlo che Fidel avrebbe ricevuto l’incarico di Primo Ministro quel pomeriggio, e gli chiese: «Devo togliermi l’uniforme?».

Continue reading “Non mi tolgo né questa uniforme nè questa barba” »

Share Button

Stiamo difendendo i principi per i quali non ci siamo mai arresi

Granma offre il discorso pronunciato dal Comandante in Capo, Fidel Castro Ruz, il 6  febbraio del 1993, nell’incontro con los candidati  a deputati  dell’Assemblea Nazionale ed  i delegati dell’Assemblea Provinciale dell’allora  Ciudad de La Habana.

Continue reading “Stiamo difendendo i principi per i quali non ci siamo mai arresi” »

Share Button

Fidel e la sua dipartita

Atilio A. Boron https://lapupilainsomne.wordpress.com

Così come lo prevedesse davanti ai giudici del Moncada, la storia assolse Fidel, e lo fece durante la vita del Comandante. Quando morì la canaglia mediatica di tutto il mondo comunicò, con un misto di sollievo e soddisfazione, che “la morte si portò via Fidel”. Ma sappiamo che non fu così. Fu il Comandante a scegliere il giorno della sua morte. Ella non venne a cercarlo; fu lui che la convocò, precisamente, per quel giorno, il 25 novembre.

Continue reading “Fidel e la sua dipartita” »

Share Button

Cuba non l’avranno mai

Andrés Gómez www.cubadebate.cu

Miami – Fidel già lo disse in modo simile al titolo di questo articolo. Nel suo Manifesto al Popolo di Cuba, del 17 giugno 2007, rivolgendosi al secondo Presidente Bush ed ai suoi piani guerrafondai ed interventisti, di quel tempo, riguardo a Cuba, Fidel concluse quel documento con la affermazione: “Le assicuro che non avrete mai Cuba”. Alcune righe prima scrisse: “Presto si compirà un anno da quando mi ammalai, e mi trovavo tra la vita e la morte, espressi nel Proclama del 31 luglio 2006:”Non ho il minimo dubbio che il nostro popolo e la nostra Rivoluzione lotteranno sino all’ultima goccia di sangue.”

Continue reading “Cuba non l’avranno mai” »

Share Button

In un giorno come oggi, Camilo sarebbe felice

So che se oggi fosse vivo, lui, la cui immagine mentre distruggeva i muri di una fortezza per trasformarla in  scuola è restata incisa in tutti noi, si sentirebbe felice con la sua Rivoluzione  e con il suo popolo e farebbe quello che stiamo facendo tutti (…)

Continue reading “In un giorno come oggi, Camilo sarebbe felice” »

Share Button

Fidel Castro, riconoscente, viaggia a Caracas

60 anni fa il leader della Rivoluzione cubana visitò Caracas durante il suo primo viaggio all’estero dopo il trionfo. Lì, oltre a ringraziare la solidarietà venezuelana con la lotta nella Sierra Maestra, e davanti a migliaia di persone, soprattutto giovani, avvertì della necessità di unirsi per affrontare gli attacchi di coloro che, come oggi, intendono distruggerci

Elson Concepción Pérez – www.granma.cu

Continue reading “Fidel Castro, riconoscente, viaggia a Caracas” »

Share Button

Il nostro 23 gennaio

Le destre venezuelane vogliono appropriarsi del 23 gennaio, trasformando Trump in liberatore e Maduro in dittatore.

di Geraldina Colotti

Il 23 gennaio del 1958, il dittatore venezuelano Marco Pérez Jimenez è costretto alla fuga da un’insurrezione civico-militare. Il giorno prima c’era stato uno sciopero generale, all’acme di un crescendo di azioni organizzate dalla Giunta Patriottica, che si trovava in clandestinità.

Continue reading “Il nostro 23 gennaio” »

Share Button

La Rivoluzione Cubana si è sempre dovuta al suo popolo

 Elson Concepción Pérez

Oggi nel 2019 i media di comunicazione sono più poderosi . Le risorse per pagare mercenari al  servizio della menzogna contro Cuba sono enormi.

Ma il proposito degli Stati Uniti è lo stesso del 1959: distruggere la Rivoluzione.

Continue reading “La Rivoluzione Cubana si è sempre dovuta al suo popolo” »

Share Button

Fidel: Mella è una bandiera incoraggiante, esemplare

“È commovente la storia di questa vita così breve, così dinamica, così combattiva e così profonda!”,  ha detto il leader della Rivoluzione Cubana, Fidel Castro, riferendosi a Julio Antonio Mella, leader indiscutibile degli studenti universitari e comunisti impegnati nella difesa degli ideali più puri del popolo cubano.

Continue reading “Fidel: Mella è una bandiera incoraggiante, esemplare” »

Share Button