Tag Archives: Geraldina Colotti

Venezuela: i media alternativi scendono in campo

di Geraldina Colotti

A coloro che (soprattutto in Europa, ma non solo), si dilettano con le categorie sociologiche –“dal basso”, “dall’alto” eccetera eccetera– cercando definizioni malevole per il socialismo bolivariano, consigliamo di venire a osservare da vicino questo caleidoscopio pulsante di inventiva e proposta: il potere popolare organizzato, in dialettica vivace ma proficua con un governo rivoluzionario, intenzionato a distruggere lo stato borghese, ancora persistente.

Continue reading “Venezuela: i media alternativi scendono in campo” »

Share Button

Venezuela, nuove sanzioni dagli Usa: nuove medaglie al valore

di Geraldina Colotti

Se le sanzioni fossero medaglie – e in un certo qual modo lo sono, visto che rappresentano il riconoscimento di un pericolo da parte dell’imperialismo – al Venezuela non basterebbe l’intera sua uniforme, quella dei libertadores che l’hanno forgiata nell’identità e nel rispetto. I media, infatti, si stanno esercitando a stilare classifiche, per esempio mettendo al primo posto dei magistrati sanzionati Maikel Moreno, presidente del Tribunal Supremo de Justicia. E ora fanno notare che l’intero paese bolivariano sarebbe incamminato per questa via.

Continue reading “Venezuela, nuove sanzioni dagli Usa: nuove medaglie al valore” »

Share Button

Venezuela: dalla UE una proposta di dialogo con lingua biforcuta

di Geraldina Colotti

Si ricomincia a parlare di dialogo tra il governo venezuelano e l’opposizione. Dialogo per cosa e con chi e per andare dove? Ognuno si pone le domande a seconda della prospettiva da cui agisce la scena. Su una cosa, però, sono d’accordo tutti: le tornate precedenti non hanno sortito alcun effetto. L’ultima volta, nella Repubblica Dominicana, è bastata una telefonata di Donald Trump per riportare nel “cortile di casa” uno scodinzolante Julio Borges, che da allora va latrando ai quattro venti contro “il dittatore Maduro”.

Continue reading “Venezuela: dalla UE una proposta di dialogo con lingua biforcuta” »

Share Button

Dal Brasile, lo spettro di un nuovo Hitler spaventa il continente

di Geraldina Colotti

Lo spettro del nazifascismo aleggia sul Brasile e ha le sembianze di Jair Bolsonaro, candidato per il PSL alle elezioni di domenica 7 ottobre. L’ex capitano dell’esercito a cui non dispiace essere paragonato a Hitler, mentre considera un insulto sanguinoso essere chiamato gay, è favorito nei sondaggi: ha tratto profitto anche dalle pugnalate ricevute l’8 settembre, durante un incontro di campagna elettorale. Ha soprattutto tratto vantaggio dalla messa fuori gioco di Lula, arrestato ad aprile e poi definitivamente inabilitato alla competizione elettorale. Al suo posto, il Partito dei Lavoratori (PT) ha candidato Fernando Haddad, subentrato troppo tardi per far fruttare al meglio il suo “pacchetto” di voti.

Continue reading “Dal Brasile, lo spettro di un nuovo Hitler spaventa il continente” »

Share Button

Venezuela, lezioni di sovranità all’Assemblea dell’Onu

di Geraldina Colotti

A proposito di indipendenza, sovranità, dignità. A proposito di socialismo, ovvero di potere del popolo sovrano. Abbiamo tradotto per intero il discorso che il presidente del Venezuela, Nicolas Maduro, ha tenuto – a braccio – alla 73ma sessione dell’Assemblea generale dell’Onu, in corso a New York. Sfidando le minacce ricevute, sia da componenti dell’amministrazione Trump che dallo stesso Trump nonché dalle destre reazionarie di Miami – che gli hanno già organizzato l’attentato con i droni all’esplosivo del 4 agosto -, Maduro si è recato a sorpresa all’Onu, dove già si trova la delegazione venezuelana.

Continue reading “Venezuela, lezioni di sovranità all’Assemblea dell’Onu” »

Share Button

Decreto Maduro: cittadinanza venezuelana a 8300 cittadini stranieri

G. Colotti www.farodiroma.it

Il discorso di Trump all’Assemblea Onu è apparso ridicolo, volgare e pericoloso. Ad accoglierlo e rilanciarlo, solo quei paesi neoliberisti dell’America Latina che stanno riportando i propri paesi e il continente nel buco nero imposto dal Fondo Monetario Internazionale. Lo stesso in cui vorrebbero gettare il Venezuela, a colpi di ingerenze e fomentando l’eversione interna. Il pazzo col ciuffo giallo lo ha ripetuto di nuovo: la “dittatura” di Maduro sarà rovesciata da un colpo di Stato militare … che USA e Colombia hanno già appoggiato una volta, consentendo l’attentato con i droni all’esplosivo, sventato il 4 agosto dalle forze di sicurezza bolivariane.

Continue reading “Decreto Maduro: cittadinanza venezuelana a 8300 cittadini stranieri” »

Share Button

Lawfare e media, le nuove armi di Washington contro il socialismo

di G. Colotti ww.farodiroma.it

Lawfare, un termine che sta entrando con frequenza nel dibattito internazionale sull’America Latina. Serve a indicare l’uso indebito di strumenti giuridici a fini politici, a fini destituenti.

Per Lawfare s’intende un insieme di azioni apparentemente legittime e legali, amplificate dai grandi media con l’aiuto di esperti che usano un linguaggio giuridico per screditare personaggi politici contrari agli interessi dominanti.

Continue reading “Lawfare e media, le nuove armi di Washington contro il socialismo” »

Share Button

Recensione al libro di Geraldina Colotti

http://www.marx21.it  di Carlo Amirante

Contro il corus line che crocifigge il presidente del Venezuela Maduro e le sue politiche Geraldina Colotti ha ricostruito sulla base di eventi e fatti spesso vissuti in prima persona, dunque al di là di posizioni preconcette e acriticamente ideologiche, la situazione oggettivamente difficile se non drammatica del Venezuela e della sua economia.

Continue reading “Recensione al libro di Geraldina Colotti” »

Share Button

Venezuela. Almagro arringa media e migranti alle frontiere

di G. Colotti http://www.farodiroma.it

Se il diritto internazionale non fosse stato ridotto a un involucro vuoto dai tanti arbitrii contro i più deboli, permessi o facilitati, il signor Luis Almagro, Segretario generale dell’Osa, verrebbe ritenuto indegno di dirigere un organismo portandolo verso finalità che non gli competono.

Continue reading “Venezuela. Almagro arringa media e migranti alle frontiere” »

Share Button

Il Venezuela, l’Italia e l’11 settembre delle ‘lingue biforcute’

di Geraldina Colotti

Molte volte si è richiamata l’analogia tra gli attacchi che hanno portato al colpo di Stato in Cile, l’11 settembre 1973, e quelli rivolti contro il Venezuela oggi. E’ utile ricordarlo ancora in un momento in cui il portato del Novecento torna, prepotentemente, a interrogare il modello capitalista con le sue grandi questioni aperte, sul piano concreto e simbolico.

Continue reading “Il Venezuela, l’Italia e l’11 settembre delle ‘lingue biforcute’” »

Share Button

Tornano a volare i Condor. Usa e golpisti contro il Venezuela

di Geraldina Colotti http://www.farodiroma.it

Ogni cinquant’anni, quando gli Stati Uniti tolgono il segreto di Stato, si ha conferma del fatto che, per raggiungere i propri scopi, hanno usato tutti i mezzi possibili, in aperta contraddizione con il discorso utilizzato, in cui sempre si presentano come campioni di “democrazia”. Qualche volta capita che riconoscano le loro strategie durante la stesura di un libro, come ha fatto la “democratica” Hillary Clinton nelle sue memorie, ammettendo le ingerenze Usa nel golpe in Honduras contro l’allora presidente Manuel Zelaya. Capita anche che, come in una pellicola hollywoodiana con la quale il “sogno americano” alla fine sempre si assolve, Bill Clinton ammetta gli effetti nefasti delle politiche economiche imposte ai paesi del sud.

Continue reading “Tornano a volare i Condor. Usa e golpisti contro il Venezuela” »

Share Button

America Latina, l’imperialismo ha i suoi nuovi Giuda

di Geraldina Colotti

In tempo di crisi, quando ci sarebbe bisogno di serrare le fila contro le difficoltà e il nemico, i tradimenti risultano ancora più odiosi. Quasi per mitigarne il peso, si discute allora su quali fossero, se c’erano, i segnali che potevano far prevedere il tradimento e perché non siano stati avvertiti in tempo. Un esercizio che, certo, si può fare, tanto più se a tradire è la persona situata al vertice di un progetto collettivo. Più proficuo è, però, analizzare il contesto, i pregressi, le scelte, le linee politiche che hanno fatto apparire più adatta quella persona a occupare quel posto, quell’incarico, e a scivolare poi – lentamente o d’un colpo – dall’altra parte della barricata.

Continue reading “America Latina, l’imperialismo ha i suoi nuovi Giuda” »

Share Button

L’Italia, il Venezuela e la costruzione del senso comune

 L’Emilia Romagna apre le porte della Regione alle destre venezuelane

di Geraldina Colotti

La vicepresidente del Venezuela, Delcy Rodriguez, ha denunciato che sul Venezuela si sta costruendo un senso comune: quello della “crisi umanitaria”. Un pretesto per “giustificare” l’intervento armato degli Stati uniti, con il beneplacito della “comunità internazionale”. Con che diritto? Con quello dell’arroganza imperialista con cui sono stati smembrati e devastati interi paesi. Se il Venezuela dev’essere invaso perché in “crisi umanitaria”, ha aggiunto Rodriguez, bisognerebbe invadere “tutto il mondo capitalista” che produce vere catastrofi umanitarie e milioni di profughi.

Continue reading “L’Italia, il Venezuela e la costruzione del senso comune” »

Share Button

Venezuela. La crisi dei migranti e la doppia faccia del capitalismo

“Maduro es una bestia”. Testuale. A esprimersi con tanta “finezza” contro un capo di stato è l’ex sindaco di Lima Ricardo Belmonte, che si ricandida a governare la capitale peruviana con l’appoggio di Perù Libre: un partito di orientamento socialista, affiliato al Forum di San Paolo che si dichiara internazionalista…

Continue reading “Venezuela. La crisi dei migranti e la doppia faccia del capitalismo” »

Share Button

Venezuela, qualche freccia contro la guerra mediatica

di Geraldina Colotti

Da diverse e titolate parti (vedi per esempio la riflessione di Aram Aharonian “Enfrentar la guerra de quinta generación con arcos y flechas?”) ci si interroga sull’asimmetria dei mezzi a disposizione della comunicazione popolare per smascherare la guerra mediatica e il suo racconto al contrario. Un tema di cui si discute all’interno del PSUV e del IV congresso, che ha dedicato una delle sue sette linee all’organizzazione della solidarietà internazionale. Proponiamo quindi alcune “frecce” per il dibattito.

Continue reading “Venezuela, qualche freccia contro la guerra mediatica” »

Share Button