Tag Archives: golpe

Venezuela, 2002. Il golpe di aprile visto dall’Europa

Geraldina Colotti

Analizzando alcuni elementi chiave del golpe contro Chavez, l’11 aprile del 2002, si capisce perché sia legittimo considerare il Venezuela bolivariano un paradigma del secolo XXI. La dinamica di preparazione, esecuzione e gestione internazionale di quel colpo di stato costituisce infatti un laboratorio, un condensato e un monito che travalica la realtà venezuelana.

Continue reading “Venezuela, 2002. Il golpe di aprile visto dall’Europa” »

Share Button

Il Venezuela ha la sua strategia: scudo bolivariano

Sergio Rodríguez Gelfenstein  https://misionverdad.com

Nel corso della storia (per lo meno dalla fine della seconda guerra mondiale) l’impronta interventista USA ha avuto la CIA come attore principale. L’intera impalcatura cospirativa che ha portato a invasioni armate, colpi di stato contro presidenti democratici, assassinio di dirigenti, destabilizzazione di paesi, addestramento di terroristi e ufficiali di altre nazioni, applicazione di interrogatori sotto tortura e la sistematizzazione di metodi per ottenere informazioni violando i diritti umani e tutti i tipi di azioni illegali avevano come asse operazioni segrete e d’intelligence di quel servizio fondato nel 1947.

Continue reading “Il Venezuela ha la sua strategia: scudo bolivariano” »

Share Button

Nonostante gli sporchi trucchi USA, la Bolivia rimane indipendente

Vijay Prashad, Independent Media Institute, Pressenza 30.03.2021

I sentimenti in Bolivia a favore e contro il colpo di Stato del novembre 2019 sono prevedibilmente di classe. Le sezioni più ricche ritenevano che le politiche socialiste del governo del Presidente Evo Morales (che era al potere dal 2006 al 2019) intaccavano la loro autorità. Ma queste sezioni non potevano estromettere Morales alle urne perché le sue politiche di ridistribuzione erano molto popolari tra la popolazione. Morales ha vinto tre elezioni, sempre con un mandato decisivo: ebbe il 53,74% nel 2005, il 64,08% nel 2009 e il 61,36% nel 2014.

Continue reading “Nonostante gli sporchi trucchi USA, la Bolivia rimane indipendente” »

Share Button

Cubainformacion: l’ultimo o il primo paese a vaccinare?

Cuba: l’ultimo o il primo paese a vaccinare?

 

José Manzaneda, coordinatore di Cubainformación

Una canzone di propaganda politica contro il governo cubano, prodotta a Miami, genera, per settimane, notizie, reportage e interviste sui media corporativi (1).

Ma se migliaia di persone, molte delle quali cubane, in quasi un centinaio di città del mondo, realizzano carovane e azioni per denunciare il blocco USA contro l’isola, come è avvenuto il 27 e 28 marzo, non leggiamo neppure una parola (2 ).

Continue reading “Cubainformacion: l’ultimo o il primo paese a vaccinare?” »

Share Button

Argentina: ricordo del colpo di stato militare del 1976

Le madri di Plaza de Mayo protestano contro il palazzo presidenziale chiedendo la verità per i loro figli. Foto di Bill Hackwell

di Alicia Jrapko  https://amicuba.altervista.org

Continue reading “Argentina: ricordo del colpo di stato militare del 1976” »

Share Button

Tre indizi sul golpe morbido che si concepisce in Bolivia

https://misionverdad.com

Alla fine del 2019, dopo la schiacciante vittoria elettorale di Evo Morales, si è consumato il colpo di stato militare e di polizia in Bolivia, con risorse golpistiche chiaramente concentrate in Santa Cruz (sotto operazioni civili e armate). Diverse fazioni sia nazionali che internazionali hanno partecipato a queste azioni illegali e violente, ma il volto visibile che ha finito per presiedere il nuovo governo de facto è stato Jeanine Áñez.

Continue reading “Tre indizi sul golpe morbido che si concepisce in Bolivia” »

Share Button

Da golpista a vittima

Arthur González https://heraldocubano.wordpress.com

In termini di disinformazione e creazione di correnti di opinione a loro favore, gli yankee sono i primi al mondo. La loro macchina di propaganda è solida e sperimentata, fabbricano una stella dalla sera alla mattina ed il caso di Jeanine Áñez, ex presidentessa golpista boliviana, ne è un buon esempio.

Continue reading “Da golpista a vittima” »

Share Button

Human Rights Watch protegge gli amici boliviani degli USA

Alan Macleod, Orinoco Tribune

Fin dalla sua istituzione, HRW è stata costantemente criticata in quanto agente della politica estera USA, impiegando ex-funzionari del governo USA in posizioni chiave e mostrando pregiudizi contro i governi ostili agli USA.

Continue reading “Human Rights Watch protegge gli amici boliviani degli USA” »

Share Button

L’arresto di Añez e l’intromissione dell’OSA in Bolivia

Venerdì scorso sono stati emessi dalla procura boliviana i mandati di arresto per Jeanine Áñez, cinque dei suoi ex ministri e sei capi militari, per il colpo di stato e la conseguente rottura costituzionale prodotta nel novembre 2019. In particolare, Áñez è accusata di sedizione, cospirazione e terrorismo.

Continue reading “L’arresto di Añez e l’intromissione dell’OSA in Bolivia” »

Share Button

Jeanine Áñez se escondió bajo la cama para no ir a la cárcel

Share Button

Il Regno Unito ha sostenuto il golpe in Bolivia per arraffarne l’”oro bianco”

Matt Kennard, Declassified UK

Dopo il colpo di Stato in Bolivia nel novembre 2019, il presidente democraticamente eletto Evo Morales fu costretto all’esilio. I documenti del Foreign Office ottenuti da Declassified mostrano che la Gran Bretagna vide il nuovo regime sostenuto dai militari, che uccisero 18 manifestanti, come un’opportunità per aprire i giacimenti di litio della Bolivia alle aziende britanniche.

Continue reading “Il Regno Unito ha sostenuto il golpe in Bolivia per arraffarne l’”oro bianco”” »

Share Button

Il ruolo di Londra nel golpe in Bolivia per lo sfruttamento del litio

www.lantidiplomatico.it

Una nuova ricerca giornalistica di Declassified UK dimostra come il governo del Regno Unito abbia attivamente agevolato il golpe contro Evo Morales nel novembre del 2019 in Bolivia e collaborato con la giunta di estrema destra guidata da Jeanine Añez per garantirsi lo sfruttamento dell””oro bianco” (litio) per le imprese britanniche e il London Metals Exchange. Lo riporta oggi Telesur.

Continue reading “Il ruolo di Londra nel golpe in Bolivia per lo sfruttamento del litio” »

Share Button

Militari brasiliani contro Lula

Rete Solidarietà Rivoluzione Bolivariana

Ennesimo caso sudamericano dove i militari agiscono contro la democrazia per favorire l’arrivo di governi di estrema destra.

L’ex capo di stato maggiore dell’esercito brasiliano tra il 2015 e il 2019, Eduardo Villas Boas, ha pubblicato un libro in cui riconosce che le Forze Armate brasiliane, durante il suo incarico, esercitarono pressioni sul Tribunale Federale Supremo affinché tenesse in carcere l’ex presidente socialista Luiz Ignacio Lula da Silva ed in tal modo evitare che potesse presentarsi alle elezioni, vincerle e tornare alla presidenza del Paese.

Continue reading “Militari brasiliani contro Lula” »

Share Button

Nicaragua, golpismo ineleggibile

Fabrizio Casari www.altrenotizie.org

Trump esce di scena dettando nuove sanzioni contro il Nicaragua. Del tutto affini al personaggio, va detto: illegittime, in aperta violazione del Diritto Internazionale, indecenti per il sistema delle relazioni internazionali in quanto ingerenza illecita nella politica interna del paese centroamericano. Di scarso effetto pratico sui destinatari, che non hanno interessi negli states, dal punto di vista economico generale hanno un loro senso e servono a raggiungere due risultati.

Continue reading “Nicaragua, golpismo ineleggibile” »

Share Button

Cubainformacion: golpe di serie Z

Colpo di stato morbido di serie Z

Le invasioni USA hanno una cattiva stampa, hanno perso il loro fascino.

Ora è la volta dei “colpi di stato morbidi”. Logorare governi scomodi sino a farli cadere.

Le operazioni per mascherare una minoranza in maggioranza, amplificando le sue pretese attraverso i media e le reti sociali.

Continue reading “Cubainformacion: golpe di serie Z” »

Share Button