Tag Archives: golpe

Denunciati i piani di colpo di stato in Bolivia

Lo spettro di un colpo di Stato è tornato oggi alla ribalta in Bolivia dopo la denuncia in televisione di Pedro Damián Dorado, vicepresidente dell’Associazione dei Comuni di Santa Cruz (Amdecruz).

Continue reading “Denunciati i piani di colpo di stato in Bolivia” »

Share Button

Curiosità americane: passeranno?

David Brooks www.cubadebate.cu

Nello stesso momento in cui Joe Biden e la sua squadra agivano come giudici supremi delle democrazie al Vertice delle Americhe, a Los Angeles, all’altro estremo del paese, a Washington, il membro del Congresso Bennie Thompson, presidente del Comitato Ristretto sul 6 gennaio, dichiarava alla prima udienza pubblica sull’indagine sul tentato colpo di stato promosso da Trump che “il mondo guarda quello che facciamo qui (…) Gli USA sono stati un faro di speranza e di libertà, un modello per gli altri (.. .) Come possiamo svolgere quel ruolo quando la nostra casa è in tale disordine?”

Continue reading “Curiosità americane: passeranno?” »

Share Button

Dal golpe alla vittoria: un ricordo indelebile di 20 anni fa

Le ore passarono velocemente e con ansia quell’11 aprile 2002. Fin dalle prime ore del mattino, non abbiamo quasi staccato un secondo dalla televisione venezuelana per seguire i gravi eventi che si svolgono nel nostro paese fratello. La Rivoluzione Bolivariana era in pericolo; le forze della destra neoliberale si stavano accanendo contro Chávez in collusione con l’élite economica corrotta del paese, i media e alcuni settori delle forze armate. Dietro le quinte, l’amministrazione Bush e le sue agenzie di intelligence stavano tirando i fili del tentativo di colpo di stato.

Continue reading “Dal golpe alla vittoria: un ricordo indelebile di 20 anni fa” »

Share Button

Un golpe fallito (capitolo 9 – finale)

Manuel Hevia Frasquieri http://razonesdecuba.cu

Gli eventi dell’11 luglio 2021 sono stati deliberatamente istigati da piattaforme comunicative controllate dalla CIA articolate in un progetto di “golpe morbido” che si posiziona, minacciosamente, negli ultimi anni, contro Cuba.

I documenti originali del governo USA ci rivelano lo sviluppo di un’operazione strategica sovversiva finalizzata al “cambio di regime” che mantiene una validità attuale nei suoi approcci, obiettivi e compiti sul terreno. Non abbiamo dubbio alcuno che dietro i fili di questa cospirazione ci sia la Central Intelligence Agency yankee.

Continue reading “Un golpe fallito (capitolo 9 – finale)” »

Share Button

L’impunità, banalizzata in democrazia

Testimonianza di un ex ministro cileno: il candidato Kast e l’Operazione Condor

Roberto Pizarro www.uypress.net

L’impunità, banalizzata in democrazia, ha delle conseguenze. Tra queste il ​​riciclaggio di coloro che sono stati corresponsabili di crimini e delitti contro l’umanità. L’indulgenza verso coloro che prima hanno stimolato il colpo di Stato, e poi verso i torturatori e gli assassini, è all’origine di una candidatura che mira a rivivere i momenti peggiori della barbara repressione che si è abbattuta sul popolo del Cile.

Continue reading “L’impunità, banalizzata in democrazia” »

Share Button

Il fallimento del golpe in Nicaragua riflette l’indebolimento dell’impero USA

Rainer Shea 10 novembre 2021

Il capitale è in tilt. I profitti sono in declino dalla seconda guerra mondiale, l’imperialismo ha subito un indebolimento senza precedenti col crollo di Washington come egemone e la disuguaglianza globale è esplosa nell’ultimo mezzo secolo con la crescente destabilizzazione climatica. Il Covid-19 accelerava tale processo di instabilità, con decine di milioni di persone scivolate nella povertà estrema negli ultimi due anni e le catene di approvvigionamento che si spezzano.

Continue reading “Il fallimento del golpe in Nicaragua riflette l’indebolimento dell’impero USA” »

Share Button

Bolivia. Think tank di destra tenta di destabilizzare il governo di Luis Arce

Roberto Cursi www.lantidiplomatico.it

Non è bastato quello che il ministro boliviano, Eduardo Del Castillo, ha denunciato il passato lunedì, illustrando il piano del precedente Governo Añez, in cui alcuni dei mercenari che hanno assassinato il presidente haitiano Jovenel Moïse si trovavano in Bolivia a pochi giorni dalle elezioni presidenziali 2020, per uccidere il candidato socialista Luis Arce, poi eletto presidente col 55% dei voti.

Continue reading “Bolivia. Think tank di destra tenta di destabilizzare il governo di Luis Arce” »

Share Button

Cuba condanna le manovre per sovvertire l’ordine costituzionale in Bolivia

Il ministro degli Esteri di Cuba, Bruno Rodríguez, ha riaffermato l’appoggio del suo paese al popolo e al governo boliviano, così come la sua ferma condanna delle persistenti manovre delle oligarchie per sovvertire l’ordine costituzionale in quello stato.

Continue reading “Cuba condanna le manovre per sovvertire l’ordine costituzionale in Bolivia” »

Share Button

11.09.73: golpe in Cile

Share Button

Cile 11.09.73: x non dimenticare

I Maestri del Socialismo

LE RAGIONI PER CUI L’IMPERIALISMO USA DISTRUSSE IL GOVERNO ALLENDE

“Non vedo alcuna ragione per cui ad un paese dovrebbe essere permesso di diventare marxista soltanto perché il suo popolo è irresponsabile. La questione è troppo importante perché gli elettori cileni possano essere lasciati a decidere da soli.”

“Di tutti i capi di governo dell’America Latina, noi ritenemmo Allende il più pernicioso per gli interessi del nostro paese. Egli era palesemente pro-Castro e si opponeva agli Stati Uniti. Le sue politiche interne erano una minaccia per la democrazia cilena e per i diritti umani.”

(Henry Kissinger)

Anche prima della sua vittoria elettorale (avvenuta nel 1970), Allende attirò rapidamente su di sé il veto dell’establishment politico statunitense. A causa delle sue idee socialiste, si cominciò a temere che ben presto il Cile sarebbe diventato una nazione comunista e sarebbe entrato nella sfera d’influenza dell’Unione Sovietica. Per di più gli USA avevano cospicui interessi economici in Cile, con società come ITT, Anaconda, Kennecott ed altre. L’amministrazione Nixon, in particolare, fu la più strenua oppositrice di Allende, per il quale nutriva un’ostilità che il Presidente ammetteva apertamente.

Continue reading “Cile 11.09.73: x non dimenticare” »

Share Button

Bolivia. I golpisti attaccarono l’aereo su cui Evo Morales lasciò il paese

Resumen latinoamericano, 1 settembre 2021.

Il Presidente del Messico rivela che i golpisti cercarono di assassinare Evo Morales, lanciando un proiettile contro l’aereo che lo portava fuori dalla Bolivia.

Secondo quanto riferito, i golpisti boliviani lanciarono un missile contro l’aereo dell’aeronautica messicana (FAM) che salvò l’ex- presidente boliviano Evo Morales, proprio mentre decollava dall’aeroporto di Cochabamba, in Bolivia nel 2019.

Continue reading “Bolivia. I golpisti attaccarono l’aereo su cui Evo Morales lasciò il paese” »

Share Button

Acusan a Macri de traficar armas a Bolivia para acallar las protestas contra Jeanine Áñez

Share Button

L’Argentina di Macri inviò armi ai golpisti in Bolivia

www.lantidiplomatico.it

Il golpe contro Evo Morales, nel novembre 2019, non è stato compiuto solo da membri delle forze armate e di sicurezza boliviane con il sostegno dell’OSA di Almagro. Vi parteciparono anche forze politiche di destra e ora si può dire che ebbe l’appoggio di almeno tre paesi latinoamericani. Uno di questi era il regime neoliberista argentino di Mauricio Macri. Un fatto che è stato confermato da una lettera inviata dall’allora comandante generale dell’aeronautica boliviana, Jorge Gonzalo Terzos Lara, dove ringrazia l’ambasciatore argentino per “la collaborazione prestata” nell’ambito del sostegno internazionale “a causa della situazione conflittuale che vive la Bolivia”.

Continue reading “L’Argentina di Macri inviò armi ai golpisti in Bolivia” »

Share Button

Il mito della destra democratica

Attilio Borón  www.cubadebate.cu

La destra non è mai stata democratica, non lo è oggi e non lo sarà mai.

Nonostante che il verdetto della storia sia inconfutabile, la sapere convenzionale delle scienze sociali e l’opinione consolidata diffondono, costantemente, l’errata concezione che la destra latinoamericana si sia riconciliata con la democrazia; che abbia già tagliato i ponti con la sua genesi oligarchica, razzista, patriarcale e coloniale; che abbia posto fine alla sua storia di cospicua istigatrice e frequente esecutrice diretta di innumerevoli colpi di stato, attentati, sabotaggi, massacri e ogni genere di violazione dei diritti umani e delle libertà politiche. Nonostante questa perversa origine ormai, dicono alcuni accademici e “opinionologi” sprovveduti (o che giocano per la destra), questa si è “aggiornata” e accetta le regole del gioco democratico.

Continue reading “Il mito della destra democratica” »

Share Button

Golpes con mercenarios en América Latina: ¿una tendencia al alza?

Share Button