Tag Archives: guarimbas

C’è chi dice no

www.lantidiplomatico.it

I rappresentanti di Russia, Cina, Turchia, Bielorussia, Myanmar, Iran, Cuba, Nicaragua e Bolivia, nonché i membri dell’Alleanza Bolivariana per i Popoli della Nostra America (ALBA – TCP), si oppongono in seno al Consiglio per i Diritti Umani (HRD) delle Nazioni Unite (ONU), il rapporto presentato giovedì dall’Alto Commissario, Michelle Bachelet.

Continue reading “C’è chi dice no” »

Share Button

Sabotaggio elettrico per armare la “Contra” in Venezuela?

Bruno Sgarzini, Mision Verdad http://aurorasito.altervista.org

Il 15 gennaio, pochi giorni prima dell’auto-proclamazione, il presidente dell’Assemblea nazionale decaduta Juan Guaidó ordinava un minuto di silenzio “in onore di Óscar Pérez e dei suoi sei camerati che un anno fa furono eliminati nel massacro di El. Junquito per ordine di coloro che attualmente usurpano il potere in Venezuela”. Così, Guaidó fece di Óscar Pérez un eroe, morto in uno scontro con le forze di sicurezza, dopo aver dichiarato la rivolta contro le autorità costituzionali del Venezuela, a metà 2017.

Continue reading “Sabotaggio elettrico per armare la “Contra” in Venezuela?” »

Share Button

Due grandi vittorie nostroamericane

Angel Guerra Cabrera www.cubadebate.cu

Schiacciante la sconfitta inflitta, il 23 febbraio, dal chavismo al governo neofascista USA ed ai suoi lacchè del Gruppo di Lima. La montatura mediatica di quello che avrebbe dovuto essere il passaggio del presunto aiuto umanitario è stata una vera imboscata che, i nemici del popolo venezuelano, hanno considerato, prematuramente, sarebbe stata letale. Maduro non avrebbe potuto passare “il grande giorno” invocato, alla vigilia, dall’ineffabile Pompeo.

Continue reading “Due grandi vittorie nostroamericane” »

Share Button

Nicaragua, Daniel Ortega: «Il golpe è stato sconfitto»

https://www.lantidiplomatico.it

Dallo scorso mese di aprile il Nicaragua è investito da un’ondata di violenza. Per i soliti noti del circuito mainstream in compagnia di alcuni settori progressisti si tratta della risposta spropositata di un governo autoritario a legittime proteste popolari.

Continue reading “Nicaragua, Daniel Ortega: «Il golpe è stato sconfitto»” »

Share Button

La Guerra Non Convenzionale ritorna in Nicaragua, 30 anni dopo

Massimo Ramírez Samper http://www.cubadefensa.cu

Le proteste sono iniziate il 18 aprile. Un giorno dopo sono apparse le manifestazioni violente, saccheggi di negozi, assalti. Violenza, morti, feriti -tutto in una volta- in diverse città del paese.

La stampa reazionaria, all’interno e all’esterno del Nicaragua, ha efficacemente compiuto la sua missione: il governante Fronte Sandinista di Liberazione Nazionale (FSLN) stava “reprimendo pacifici manifestanti”, violando la libertà di riunione e di espressione dei suoi cittadini. Ancora una volta i diritti umani come pretesto per l’ingerenza negli affari interni di un paese.

Continue reading “La Guerra Non Convenzionale ritorna in Nicaragua, 30 anni dopo” »

Share Button

Chi c’è dietro le proteste violente in Nicaragua?

Fabrizio Verde https://www.lantidiplomatico.it

Giovani manifestanti armati di tutto punto, finanche con armi da guerra come gli AK-47, ostentano le proprie ‘dotazioni’. Blocchi stradali, assedi, incendi, linciaggi. Siamo a Managua, la capitale del Nicaragua. Ma queste scene le abbiamo già viste a Caracas durante il periodo delle cosiddette ‘guarimbas’. Proteste violente che hanno insanguinato le strade del Venezuela con l’obiettivo di rovesciare il governo Maduro. Parimenti accade in Nicaragua. L’obiettivo è rovesciare il governo sandinista guidato dal Comandante Daniel Ortega.

Continue reading “Chi c’è dietro le proteste violente in Nicaragua?” »

Share Button

Come Maduro risponde alla nuova offensiva imperialista

Venezuela Infos– https://aurorasito.wordpress.com

Roger Noriega, ex-assistente del Segretario di Stato per gli affari dell’emisfero occidentale, noto “falco” alleato diretto dei golpista e terroristi della destra latinoamericana, pubblicava sul New York Times un articolo intitolato: “Le opzioni sono esaurite per il Venezuela” dove ribadiva la richiesta di altre politiche repubblicane a favore del colpo di Stato militare per rovesciare il Presidente Nicolas Maduro.

Continue reading “Come Maduro risponde alla nuova offensiva imperialista” »

Share Button

Perché non hanno potuto abbattere Maduro

Mision Verdad – https://aurorasito.wordpress.com

Per cominciare, nonostante orrendi oltraggi, alti tradimenti e aspri attacchi promossi dai nemici del Chavismo, dentro e fuori il Venezuela, contro il mandato di Hugo Chávez, i tempi della presidenza di Nicolás Maduro sono stati molto più difficili. Questo soprattutto per i meccanismi del complotto e del golpe attivati, e anche perché le azioni del nemico fecero del popolo oggetto di danni diretti e collaterali.

Continue reading “Perché non hanno potuto abbattere Maduro” »

Share Button

Il “guarimbeo” contro il Nicaragua

Patricio Montesinos http://www.cubadebate.cu

Se si osserva l’agire dei gruppi vandalici che sono protagonisti, nelle ultime settimane, degli episodi di violenza in Nicaragua è molto facile determinare la loro somiglianza con le famigerate “guarimbas” che hanno cercato di destabilizzare il Venezuela, ed ora si scatenano, con lo stesso scopo, nella nazione più prospera dell’America Centrale.

Continue reading “Il “guarimbeo” contro il Nicaragua” »

Share Button

Le 12 vittorie del Presidente Maduro nel 2017

di Ignacio Ramonet http://www.lantidiplomatico.it/

Per cominciare, dobbiamo ricordare che il presidente Nicolás Maduro è il presidente più ingiustamente accusato, calunniato e aggredito nella storia del Venezuela. Ancor più che il comandante Hugo Chávez, fondatore della Rivoluzione Bolivariana. Far uscire a tutti i costi Nicolás Maduro da Palazzo Miraflores è stato ed è l’obiettivo insano dell’opposizione reazionaria interna e dei suoi potenti alleati internazionali a cominciare dal governo degli Stati Uniti d’America.

Continue reading “Le 12 vittorie del Presidente Maduro nel 2017” »

Share Button

Violenza in Venezuela attraverso le reti sociali

da Mision Verdad

Diceva Edward Bernays, teorico della Commissione dell’Informazione Pubblica negli USA e fondatore della propaganda USA, che l’ingegneria del consenso è un approccio diretto a “fare in modo che la gente sostenga determinate idee e propagande, a partire dall’applicazione di principi scientifici e studi dell’opinione pubblica”.

Continue reading “Violenza in Venezuela attraverso le reti sociali” »

Share Button

L’astuzia di Maduro fa un’altra vittima: Freddy Guevara

William Serafino – https://nostramerica.wordpress.com

I

Avevamo già una grande esperienza di guarimbas, di violenze e di sabotaggi economici: il golpe del 2002 e le morti che ne conseguirono; le proteste violente del 2007 le ricordiamo come momenti in cui la lotta politica da parole e ragionamenti è passata ai pugni e alle botte. Proprio perché non riuscivano a vincere Hugo Chávez nell’arte della politica, hanno cercato di trascinarlo sul terreno della violenza, ma nemmeno lì ce l’hanno fatta.

Continue reading “L’astuzia di Maduro fa un’altra vittima: Freddy Guevara” »

Share Button

Venezuela: una vera e propria Stalingrado

di Geraldina Colotti Caracas, 28 luglio 2017

A Caracas, l’avenida Bolivar straripa, straripano le vie adiacenti. Sul palco, tutte le dirigenti e i dirigenti del socialismo bolivariano. Il presidente Maduro prende un binocolo per guardare dove finisce la folla. E’ il principale atto di chiusura della campagna elettorale per l’Assemblea Nazionale Costituente (ANC).

Continue reading “Venezuela: una vera e propria Stalingrado” »

Share Button

La violenza in Venezuela come affare in internet

https://red58.org

Decine di petizioni di “micro patrocinio” o “crowdfunding” (finanziamento collettivo) che gestiscono fondi per la violenza in Venezuela, sono stati attivati, da aprile, da piattaforme basare negli USA.

Continue reading “La violenza in Venezuela come affare in internet” »

Share Button

Aver liberato Leopoldo López è un grave errore

Ilka Oliva Corado  https://cronicasdeunainquilina.com

Una cosa sono gli appelli alla pace, al dialogo che cerca la pace, altra cosa è liberare l’autore intellettuale delle guarimbas del 2014 in Venezuela, volte a creare il caos necessario per un colpo di Stato. Guarimbas che sono costate la vita di 43 persone. Averlo fatto è stato un grave errore del governo venezuelano, non si deve mai negoziare con il nemico. Il tipo si era già salvato dal carcere nel 2002, per l’assalto contro l’ambasciata di Cuba, non si tratta di un soggetto docile.

Continue reading “Aver liberato Leopoldo López è un grave errore” »

Share Button