Tag Archives: ileana ros lehtinen

Trump e le rimesse a Cuba

Rosa Miriam Elizalde  www.cubadebate.cu

Il regime di Trump annuncia il suo nuovo piano per “aiutare” il popolo cubano e sanziona l’invio di rimesse dagli USA, con il pretesto che queste aiutano i militari. Più di 400 uffici della Western Union, sull’isola, hanno dovuto chiudere in virtù del calcolo imperiale che offre i cubani come agnelli sacrificali per guadagnare voti in Florida, senza che nessuno spieghi come si possa sostenere la “democrazia” sul dolore delle famiglie, né perché così tante persone, a Miami, si prestano all’aperto collaborazionismo con il boia dei loro genitori, nonni e fratelli.

Continue reading “Trump e le rimesse a Cuba” »

Share Button

USA, rifugio sicuro per terroristi

Arthur González https://heraldocubano.wordpress.com

Mentre i senatori Rick Scott, Marco Rubio e Ted Cruz, si logorano nel continuare la loro guerra contro la Rivoluzione cubana e promuovono la cosiddetta “Legge di Riduzione degli Utili per il Regime Cubano”, al fine di tagliare l’entrata di denaro per il popolo, rimangono in silenzio davanti alla presenza di decine di terroristi e assassini che ricevono un rifugio sicuro negli USA, prova della sua mancanza di morale.

Continue reading “USA, rifugio sicuro per terroristi” »

Share Button

Ileana Ros-Lehtinen, una delle attiviste zombi più dinamiche della Florida

Decine di anni prima che Donald Trump rendesse la corruzione qualcosa di accettabile come istituzione a Washington, Miami aveva già perfezionato la pratica. Durante questo tempo, abbiamo eletto e rieletto politici accusati, politici che hanno dimostrato di avere il potere di far si che i morti votassero, politici con il potere di usare il proprio seggio in commissione per ottenere guadagni illegali dalla Sezione 8 delle case per gli elettori.

Continue reading “Ileana Ros-Lehtinen, una delle attiviste zombi più dinamiche della Florida” »

Share Button

La vera origine della Legge Helms-Burton

Jesús Arboleya  https://progresosemanal.us

Nel 1998, appena due anni dopo che la Legge Helms-Burton fosse approvata, il Center for Public Integrity (CPI), una nota organizzazione no-profit dedita al giornalismo d’inchiesta con il manifesto fine di “rivelare abusi di potere e la corruzione di istituzioni pubbliche e private” degli USA, pubblicò un ampio rapporto sull’origine di questa legge, che fino ad oggi non è stata confutato (*).

Continue reading “La vera origine della Legge Helms-Burton” »

Share Button

Gli USA interverranno nelle elezioni boliviane?

Hugo Moldiz Mercado www.cubadebate.cu

Senza essere ancora della grandezza delle azioni intraprese contro le rivoluzioni venezuelana e nicaraguense, con una chiara enfasi posta sulla prima, gli USA hanno inviato segnali al presidente Evo Morales, attraverso varie vie, affinché desista dal presentarsi alle elezioni generali di quest’anno.

Continue reading “Gli USA interverranno nelle elezioni boliviane?” »

Share Button

Bolivia nel mirino degli USA

Arthur González https://heraldocubano.wordpress.com

Gli USA, nel proprio interesse di eliminare tutti i governi di sinistra in America Latina, serra le file, con le sue agenzie di intelligence e alcune ONG che sono lo schermo della CIA, per portare avanti i suoi programmi sovversivi e destabilizzare i paesi che non sono di suo gusto. In questi casi ci sono il Venezuela, il Nicaragua, la Bolivia e Cuba, che continua a resistere alle azioni più vecchie della regione.

Continue reading “Bolivia nel mirino degli USA” »

Share Button

Ha vinto o perso?

Così è rimasta la lobby anti-venezuelana della Florida nelle elezioni

 http://misionverdad.com

Le elezioni di medio termine (midterm elections) negli USA hanno confermato la tendenza polarizzata che emerge nella mappa politica di quel paese. I democratici hanno vinto la maggioranza dei seggi nella Camera dei Rappresentanti mentre i repubblicani hanno fatto lo stesso con il Senato.

Continue reading “Ha vinto o perso?” »

Share Button

Mafioso di Miami sloggia un falco CIA

Francisco Arias Fernández http://razonesdecuba.cubadebate.cu

Il Consiglio per la Sicurezza Nazionale USA, dove si concentrano i principali consiglieri del Presidente, negli ultimi mesi si è andato riempiendo di elementi ultra-reazionari guidati dal machiavellico John Bolton, tristemente noto per le sue menzogne ed invenzioni di pretesti per invasioni e qualificato dallo stesso ambiente diplomatico USA come il più antipatico ed incendiario ambasciatore che abbiano avuto gli USA all’ONU.

Continue reading “Mafioso di Miami sloggia un falco CIA” »

Share Button

Il sud della Florida come epicentro della cospirazione

http://misionverdad.com

Perché Miami?

 

Quando si tratta di Florida, bisognerebbe tener conto della sua recente composizione storica, sociale ed economica per comprendere che, in tema di intervento straniero e violenza politica, è lì dove vengono prese molte decisioni contro il Venezuela.

Continue reading “Il sud della Florida come epicentro della cospirazione” »

Share Button

USA dispiegano terzo tentativo destabilizzatore contro Evo

Hugo Moldiz Mercado http://www.cubadebate.cu

Le elezioni del 2019 sono il pretesto. Gli USA, attraverso diversi media ed attori, stanno attivando il loro terzo piano per destabilizzare il governo di Evo Morales, bloccare il progetto di continuità politico-elettorale del leader indigeno ed interrompere il processo di cambio.

Continue reading “USA dispiegano terzo tentativo destabilizzatore contro Evo” »

Share Button

Chi sono i cubano-americani nel Congresso USA?

D. Gonzalez Delgado http://www.cubahora.cu

Un approccio ad alcune delle sue informazioni biografiche, connessioni politiche e lavoro nel Campidoglio aiuta a capire le loro posizioni contro Cuba …

Da visitanti a residenti. Dai cubani negli USA a cubani americani. Da minoranza etnica a partecipanti attivi nella politica del paese più potente del mondo. Secondo dati del censimento di quel paese, ci sono circa due milioni di persone di origine cubana; e sebbene a prima vista questa cifra non sembri significativa, si tratta di una comunità altamente rappresentata all’interno del sistema governativo, specialmente al Congresso.

Continue reading “Chi sono i cubano-americani nel Congresso USA?” »

Share Button

La lunga marcia del Nicaragua sandinista

di Geraldina Colotti

Un giorno dopo l’altro, ha preso forma sui media italiani l’ennesima versione di comodo, che questa volta riguarda gli accadimenti in Nicaragua. L’ennesimo “racconto” a senso unico, ad uso consumo e consolazione di una certa sinistra imbelle e disincarnata. Preda della “paura delle masse” che non ha saputo guidare e a cui non sa più parlare, indignata contro “tutte le guerre” senza averne impedito neanche una, ossessionata dal pericolo del “socialismo autoritario” ma incapace di arginare l’autoritarismo vero, questa “sinistra” si abbevera a una sola fonte. Segue sempre lo stesso tipo di pifferai: le veline di polizia diffuse a livello globale.

Continue reading “La lunga marcia del Nicaragua sandinista” »

Share Button

Complotto contro la Rivoluzione Sandinista

L’idea è eliminare il governo di Daniel Ortega …

Lídice Valenzuela http://www.cubahora.cu

La grave situazione politica in Nicaragua, scoppiata quasi tre mesi fa, rimane stagnante a causa del complotto internazionale contro il governo di Daniel Ortega, in cui svolge un ruolo fondamentale la Conferenza Episcopale che pretende, come la destra, elezioni presidenziali anticipate per, considerano, destabilizzare e rovesciare la Rivoluzione Sandinista.

Continue reading “Complotto contro la Rivoluzione Sandinista” »

Share Button

I padrini della contra nicaraguense (parte I)

M. Angel García Alzugaray  http://razonesdecuba.cubadebate.cu

Sembra che la controrivoluzione fascista, sponsorizzata da Donald Trump, voglia ripetere la sua storia di interventi criminali in Nicaragua, ma questo fraterno paese ha abbastanza esperienza politica per affrontare i nuovi meccanismi interventisti che Washington cerca di imporre in questa fase di convulsione ed incertezza generata dai suoi politici.

Continue reading “I padrini della contra nicaraguense (parte I)” »

Share Button

Cuba-USA: cosa è cambiato?

Dalia González Delgado http://www.cubahora.cu

Molti hanno definito “disgelo” il processo di avvicinamento tra USA e Cuba annunciato il 17 dicembre 2014. Poi, Donald Trump si è incaricato di “raffreddare” nuovamente lo scenario.

Ma qual è in realtà l’attuale temperatura delle relazioni bilaterali? Ad un anno da quel discorso del capo della Casa Bianca al teatro Manuel Artime di Miami, quanto è cambiato il panorama?

Continue reading “Cuba-USA: cosa è cambiato?” »

Share Button